Mr. X


Mail: grunge84@aliceposta.it

Dietro al mio nick scherzoso Mr. X, che sono solito darmi in campo informatico, sta il mio vero nome: Francesco, individuo ventenne scontroso e intollerante della piana pisana. Un po' per carattere, un po', credo, per cause di forza maggiore, mi ritrovo, oltre agli studi universitari in filosofia, ad avere hobby insoliti per un giovane di queste parti. Al di là quindi degli ovvi svaghi che penso abbia un qualunque maschio non in andropausa e all'interesse per il cinema gore/snuff e quello sentimentale asiatico, la mia vera passione è la musica.
A questa magnifica forma d’arte mi sono avvicinato definitivamente all'età di dodici anni o giù di lì, e all'epoca i miei gusti erano decisamente diversi da quelli di adesso. Il passaggio dalla radio al CD avvenne infatti grazie ad album come "Bleach" o "Dirt", che hanno segnato la mia prima adolescenza sotto il segno del grunge (Alice In Chains, Nirvana, Screaming Trees, Three Fish...).
La mia fame di musica però cresceva e ovviamente non potevo saziare il mio appetito limitandomi a Cobain e company, e quindi, arrivato al liceo e fatte le dovute conoscenze con persone a me tutt'ora care, avvenne l'incontro con gruppi d’impronta più alternativa (Rage Against The Machine, Tool, Kyuss, Helmet...); post rock (Radiohead, Fugazi, God Machine...) e con il progressive (King Crimson, Gong, Genesis, Caravan, Yes...).
All'età di sedici anni circa è avvenuta la svolta personale: ho iniziato a studiare il basso all'accademia e sono divenuto componente di un gruppo di cui tutt'ora faccio parte. Queste due realtà hanno fatto si che il mio gusto e il mio orecchio si facessero più critici divenendo quindi padrone di giudicare ciò che passava per le mie orecchie sia da un punto di vista estetico sia tecnico.
Risale quindi a questo periodo il mio incontro col metal. I primi gruppi che mi hanno iniziato a questo genere sono stati i Balck Sabbath (dei quali apprezzo soprattutto gli album prettamente doom), i Metallica e i Tossic (gruppo metal pisano del quale conosco direttamente i membri). Rimasi particolarmente colpito da lavori come "Kill'em All", che mi spinse all’ascolto dello speed metal (alla Helloween, Rage, Riot...); "Ride The Lightning", che mi iniziò al thrash (Slayer, Testament, Sepultura, Anthrax...); "Paranoid", "Black Sabbath" e "Vol.4" che mi spinsero all’ascolto di Saint Vitus, Trouble, Atomic Rooster, Black Widow.
Ho preso fin da subito le distanze da sottogeneri come lo spregevole happy-metal, o il metal sinfonico alla Rhapsody (che non disprezzo, ma che comunque a me non piace) e da progetti di impronta tecnico-egocentrica-protagonista alla Steve Vai (di fronte al quale però mi inchino dal punto di vista dell'esecuzione); mentre il mio rapporto col death metal vede un amore estremo per i Death (tutti gli album, sia strettamente death che techno-death), simpatia per gli Obituary, indifferenza per Cannibal Corpse, Possessed e gruppi di questa risma, e odio per i Sepultura e per i pacchiani Deicide.
Partendo quindi da quattro/cinque suddetti album la mia conoscenza riguardo al metal si è espansa a macchia d'olio a ricoprire decine e decine di gruppi, generi e varie derivazioni. Da circa due anni a questa parte mi sono però soffermato sull’ascolto di quello che per me è il genere sommo, il black metal, divenendo un vero e proprio cultore di gruppi come Mayhem, Burzum, DarkThrone, Emperor, Abruptum, Enslaved, Satyricon, Sigh e compagnia bella, focalizzando però il mio ascolto su album della prima generazione fino al 1995/96. Non sopporto gli Immortal, i Dimmu Borgir (dei quali distruggerei i CD se non li avessi pagati 20 Euri l'uno) e Cradle Of Filth.

La lista dei miei gruppi preferiti potrebbe essere infinita, citerò però soltanto i gruppi che mi hanno fatto amare la musica e che hanno un valore affettivo per me, anche se alcuni di essi non rientrano più nei miei ascolti al giorno d'oggi:

Alice In Chains - "Dirt", "Alice In Chains"
Pastorius - "Jaco Pastorius"
Death - tutti
Jobim - "Terra Brasilis"
Tool - "Ænima"
Kyuss - "Welcome To Sky Valley"
Deftones - "Around The Fur", "White Pony"
Battisti - "Io, Tu, Noi, Tutti"
Mayhem - "De Mysteriis Dom. Sathanas", "Chimera"
Darkthrone - tutti fino a "Transilvanian Hunger" compreso ovviamente
Ulver - tutti
Queensrÿche - "Operation: Mindcrime"
Dream Theater - tutti
The Cure - "Pornography", "Wish"
Gordian Knot - tutti
The God Machine - "Scenes From The Second Storey"
Frank "the voice" Sinatra - "All The Lovesongs"
Lymbonic Art - "Moon In The Scorpio"
Snot - "Get Some"
Rammstein - "Rammstein", "Mutter"
The Doors - "Morrison Hotel"
Nirvana - "Bleach"
King Crimson - tutti
Van Der Graaf Generator - "Pawn Hearts", "H To He Who Am The Only One", "The Least We Can Do Is Wave To Each Other", "The Aerosol Grey Machine"
Il Balletto Di Bronzo - "YS"
Area & Demetrio Stratos - "Abreit Macht Frei"
Burzum - tutti
Venom - "At War With Satan"
Rotting Christ - "Non Serviam"
Metallica - "Kill'em All", "Ride The Lightning"
Mekong Delta - "Kaleidoscope"
Subsonica - "Microchip Emozionale"
Prodigy - "The Fat Of The Land"
Swastyka -"Profecies Of Aryan Moon"
Genesis - "Foxtrot"
Caravan - "In The Land..."
C.S.I. - "Tabula Rasa Elettrificata"
Verdena - tutti
Marlene Kuntz - "Catartica", "Il Vile", "Ho Ucciso Paranoia"