RAGE + DEAD SOUL TRIBE + RAIN
26 Novembre 2004
Live Club
Trezzo D'Adda (MI)


Purtroppo sono arrivato tardi al Live, e i Rain avevano già finito di suonare e stavano strimpellando i Dead Soul Tribe. Peccato, sia perché i Rain avrei voluto vederli dal vivo (la prima e unica volta che li vidi fecero uno spettacolo delizioso), sia perché entrare nel locale e sentire i Dead Soul Tribe mi ha messo un po' di tristezza: che brutto spettacolo! Non mi sono piaciuti per niente, sia per il lato musicale (una sorta di metal prog con parecchie influenze e suoni dark e malinconici), sia per l'attitudine più da dark tristi e depressi che da metallari puzzoni, in contrasto con l'allegria degli altri due gruppi della serata.
Poco importa, comunque, perché alle 23 è cominciato il concerto dei Rage. Il gruppo era in ottima forma, lo spettacolo è stato esemplare: carica ed euforia hanno accompagnato tutto il gruppo e tutti i presenti, in evidente stato di delirio. La scaletta, della durata di circa 1 ora e mezza, ha ripercorso tutta la carriera del gruppo (quindi tutta la carriera di Peavy), non solamente dell'ultimo periodo con la formazione attuale. Ora, chiedermi i titoli delle canzoni è un po' troppo, visto che sono ostico a ricordameli, ma ci sono stati un paio di annunci di canzoni dei primi album, e via via così fino alle canzoni di "Black In Mind" e "End Of All Days", che hanno fatto famosi i Rage negli anni '90. Mike Terrana è stato il vero intrattenitore: incitava il pubblico mentre suonava, durante il suo lungo assolo si è lasciato andare in dubbi proclami sul fatto che fosse il batterista più sexy del mondo e cose simili. A fine assolo è scomparso per pochi secondi ed è andato in giro sul palco con un mantello dicendo di voler salvare il mondo con i suoi superpoteri ecc ecc... sicuramente un personaggio bizzarro, simpatico e un favoloso intrattenitore! E soprattutto, quanto cacchio pestava! Suonava fortissimo, pestava più forte che poteva sul rullante e sui tom, qualcosa di incredibilmente forte, l'antitesi di un batterista triggerato. Ha anche detto che pestava forte perché voleva spaccare la batteria, ma non ci è riuscito, mannaggia! Note di merito anche per Viktor Smolski e soprattutto per Mr Peavy Wagner, in un'ottima forma smagliante! Preciso dall'inizio alla fine (a parte una cappellata mentre stava canzando una strofa e si e` dimenticato come andava a finire, ma pazienza), scherzoso, incitante... Sicuramente il miglior concerto dei Rage a cui abbia assistito! In conclusione: ottimo concerto, migliore prestazione dei Rage vista fino ad oggi, da rivedere sicuramente.
Nota sul luogo: il Live Club è, come dice il nome, un club riservato ai soci. Attenzione che bisogna quindi essere in possesso della tessera (di durata annuale) per entrare. La tessera la fanno al volo quando si prende il biglietto, però state attenti che costa 3 euro. Il primo biglietto dell'anno costa quindi 3 euro in più. Non dimenticatevi la tessera a casa per gli altri concerti dell'anno perché non hanno un archivio elettronico e guardano solo se avete la tessera con voi oppure no.
(gg)