KISS
24 Giugno 2008
DutchForum
Assago (Milano)


KISSeloaspettava un concerto dei KISS cos. E vero, siamo nel 2008 e il mondo cambiato e con lui anche quello dei concerti... o forse il target di non pi giovanissimi dei KISS ad avere influenzato la serata? B st di fatto che la rozzaggine nelle code, i poghi, i cori al cancello e tutto quello che negli anni 90 aveva contraddistinto i concerti al Forum di Assago (il nome nuovo non lo ricordo!!), ora si svanito. Meglio no?! In fondo non ho pi l'et per sopportare la ressa e il caldo, cosa quest'ultima che temevo come la peste, visto la torrida giornata di marted 24 Giugno, ma i miei desideri (finora irrealizzabili) si sono avverati nel momento che abbiamo (l'allegra combricola comprendeva oltre al sottoscritto il mio amico/chitarrista di sempre nei Dogs, Dr.Rock e compagna, il fonico sempre della stessa band, Mr.PR, e la mia dolce met) messo piede nel palazzetto, un brezza quasi primaverile ci ha subito refrigerati, possibile mai??... Oddio no! L'aria condizionata! Si sta meglio dentro che fuori, incredibile (altro che Gods Of Metal del 2001 o 2002, o non so, per capirci quello dei due palchi uno di fronte all'altro nel caldo infernale del palazzetto), e ancora pi incredibile l'organizzazione che ci faceva accomodare nel posto assegnato a seconda del biglietto. Insomma fresco (anche se poi la temperatura aumenta rimanendo sempre accettabile!), visione perfetta del palco e suoni veramente superbi, che altro si voleva di pi?
Il concerto inizia con il gruppo di spalla (Cinder Road o qualcosa del genere) niente male il loro rock tra Nickelback e Bon Jovi targato anni 2000 e l'energia sprigionata per essere un gruppo di spalla, anche in questo caso il pubblico educato non ha n disprezzato n invocato i Kiss dalla loro prima canzone. Una mezzoretta scarsa con suoni accettabili, orrende le prime due canzoni, visto che era incomprensibile il tutto, poi invece il fonico ci ha messo la mano e tac tutto liscio ma nel momento di chiarezza di sound maggiore... a casa! Ora siamo pronti, carichi, vogliamo il rock, quello vero ed immortale; un telone cala sul palco e lo avvolge completamente, un boato (il primo) la scritta KISS a caratteri cubitali campeggia sul telo nero e l'attesa inizia a farsi sentire, ed ecco "la voce" (il secondo boato): "Milano, You want the best? You've got the best, the hottest band in the world: Kiss"... Boom, esposioni, luci e fuochi (il boato definitivo del pubblico) cade il telone e sulle note di "Deuce" i Kiss scendono dal cielo: tre (Gene, Paul e Tommy) assieme su una piattaforma (ascensore) e Eric "The Cat" con la sua batteria su una piattaforma solo per se.
Il concerto per celebrare il trentacinquesimo anniversario della band e non mancheranno per la prima parte del concerto tutti i loro classici: "Deuce" come detto, "Strutter", "She", la grandiosa "Firehouse" con tanto di fuoco sputato da Gene sul finale, la cattiva "Parasite", la granitica "Cold Gin", "Black Diamond", insomma una all stars track list (tutti i pezzi contenuti nel primo "Alive" per capirci!) per grandi e piccini, quest'ultimi veramente in prima linea assieme ai genitori. Che dire: un ottimo concerto dove non si sono sicuramente risparmiati giochi di luci e fuochi d' artificio, con tanto di coriandoli lanciati sul pubblico in "Rock'n'Roll All Nite", inno generazionale della band. Non mancato proprio nulla, tra assoli di Tommy con la chitarra lanciarazzi, il sangue vomitato da Gene e il suo volo sui tralicci delle luci dove ha intonato "Love It Loud" (pi in "alto" di cos, proprio non si poteva andare!) l'assolo di batteria di Eric con il relativo "decollo" della batteria e i vari inni e proclami di Paul al pubblico (che ha lasciato tutti di stucco, quando ha detto che ci vuol rivedere anche l'anno prossimo), e il suo volo sul palchettino in mezzo al pubblico per cantare l'immortare "Lovegun": ecco questi sono i Kiss, in fondo volevamo il meglio e credo proprio che lo abbiamo avuto... peccato forse per qualche calo di voce di Paul che nella tappa Veronese era stato colpito da bronchite (forse qualche postumo), ma per il resto ragazzi se ci foste stati non potreste dimenticare che spettacolo incredibile sia stato... se invece non foste venuti perch credete ancora che i Kiss a quasi sessant'anni non siano in grado di fare uno show degno delle nuove leve (ma quali cazzo!!!) b non avete capito proprio nulla. Passo e chiudo.

( Hellcat - Giugno 2008 )

Voto concerto e spettacolo: 9
Voto musicisti: 8
Voto organizzazione: 8