ANTHRAX + STAMPIN' GROUND + FOLDER + CATARRHAL NOISE
03 Luglio 2004
Sherwood Festival
Padova


Lo Sherwood Festival si tiene sul parcheggio davanti allo Stadio Euganeo di Padova, ed ospita i concerti di gruppi di vari generi. Col tempo sta crescendo ed attirando sempre più gente, tant'è che quest'anno hanno chiamato gli Anthrax, uno dei gruppi storici del thrash metal americano.
Purtroppo sono arrivato in ritardo e mi sono perso il concerto dei Catarrhal Noise (un gruppo demenziale con testi in dialetto veneziano). Presentavano il loro terzo CD, e a detta degli amici che erano già arrivati il loro concerto non è stato ai livelli degli anni scorsi. L'anno scorso avevo avuto l'impressione che stessero perdendo la vena creativa, e stessero diventando schiavi delle proprie parolacce. Le impressioni degli altri confermano la mia idea, ma spero sia solo un calo momentaneo. Inventarsi in continuazione delle scenette comiche in stile boaro è difficile, ma spero che i Catarrhal Noise in futuro se ne escano con qualche trovata fresca.
I Folder e gli Stampin' Ground suonano un crossover moderno, e devo ammettere di non essere un amante di queste sonorità. Mi sono sembrati due gruppi preparati e con una buona tenuta del palco. Posso solo giudicare queste cose purtroppo. La mia conoscenza di questo tipo di musica è scarsa, quindi preferisco non esprimere giudizi sulla qualità delle canzoni, non ho le basi per farlo.
Gli ultimi a suonare sono stati gli Anthrax. Ero un po' dubbioso, vista la recente uscita di Frank Bello dal gruppo. Al suo posto c'era Joey Vera, e devo dire che l'ha rimpiazzato veramente bene. Le canzoni fatte erano tratte da tutta la discografia del gruppo, per fortuna non hanno dato la precedenza agli ultimi album. Dico per fortuna non perché gli ultimi non mi piacciono, ma perché preferisco i primi. Non ricordo di preciso la scaletta, non sono mai stato in grado di ricordare scalette di nessun concerto, devo avere una disfunzione neurale apposita. Tanto per farvi capire, verso la fine del concerto un mio amico mi ha chiesto che canzone mi sarebbe piaciuto ascoltare nei bis, e gli ho risposto "Caught In A Mosh". Al che si è girato uno davanti a me e mi ha guardato come fossi un imbecille: in quel momento mi sono ricordato che l'avevano suonata mezz'ora prima... coff coff. Le altre che ricordo sono state "Metal Thrashing Mad" (a grande richiesta del pubblico, e con una degna introduzione di Scott Ian), "Madhouse" (la mia preferita degli Anthrax!!!) ed "Only" (grandi cori del pubblico!). Come tiro e coinvolgimento è stato un gran bel concerto, Benante ha menato per bene, e Scott Ian è il solito personaggio fumettoso. Il pubblico sarà stato composto da circa un migliaio di persone ad occhio, tutti lì per gli Anthrax, e tutti coinvolti dal concerto. Riguardo a John Bush, ha cantato veramente bene, confermando di essere un ottimo cantante metal (se ancora c'era bisogno di dimostrarlo). Continuo a preferire lo stile di Belladonna per le canzoni vecchie, ma Bush ha saputo cavarsela a modo suo anche su quelle. Alla fine del concerto hanno accennato la strofa di "Whiplash" dei Metallica, e poi hanno suonato una cover di "Whole Lotta Rosie" degli AC/DC. In conclusione è stato un gran bel concerto, poco altro da dire.
(teonzo)