ZERSTÍRER
Panzerfaust Justice

Etichetta: Ashen Productions
Anno: 2010
Durata: 35 min
Genere: black metal


"Panzerfaust Justice" Ŕ il terzo album dei tedeschi Zerst÷rer: in precedenza, il gruppo ha pubblicato "Panzer Metal" nel 2002 e "Declaration Of War" nel 2009. La recensione di quest'ultimo si trova negli archivi di Shapeless Zine. Il gruppo, attivo dal 1998, Ŕ composto attualmente dal batterista Barrage Beast, dal chitarrista Kremator e dal cantante Nekroschwanz. GiÓ gli pseudonimi sono rivelatori dell'atteggiamento dei musicisti. Si tratta di un'attitudine goliarda, incapace di prendersi troppo sul serio: in pratica lo spirito genuino del black metal degli anni '80, o del thrash pi¨ estremo e sanguinario della stessa decade. I musicisti non si lanciano in proclami altisonanti. Affermano soltanto di voler suonare "Panzer Metal": cosa questo voglia dire di preciso, non lo so. E' comunque un dato di fatto che l'ironia faccia parte del DNA di questi tedeschi: la copertina del CD, infatti, ci mostra in monocromia grigio scuro la morte che imbraccia un lanciarazzi. Un'immagine da far invidia ai vecchi Sodom!
Quest'attitudine sguaiata Ŕ comunque uno dei punti di forza del trio. Se si prenderssero sul serio, il loro stile vecchia maniera risulterebbe anacronistico e ripetitivo. E l'immaginario ridicolo. Dato pero' che il loro scopo Ŕ solo quello di suonare musica oscura e tirata, violenta e coinvolgente, beh, direi che la prova Ŕ in fin dei conti egregia. I musicisti infatti sanno suonare i loro strumenti, la produzione Ŕ sufficientemente buona e le canzoni non annoiano, nŔ risultano prolisse.
A differenza dei tanti gruppi "thrashoolici" in circolazione, il trio propone un black metal fatto e finito, tinteggiato di war metal tanto per gradire. Le loro radici sono ben situate nella Norvegia degli anni '90, con uno sguardo particolare ai cari vecchi DarkThrone. Sono anche presenti molti riferimenti al black metal del secondo periodo, quello pi¨ ortodosso e involuto. Qualche ascoltatore potrebbe anche individuare accenni al pagan metal dei vent'anni fa e qualche strizzatina d'occhio (appena accennata) al thrash teutonico degli anni '80.
Per gli amanti del black metal, "Panzerfaust Justice" risulterÓ un ascolto decisamente gradevole. Non si puo' infatti amare il black senza sentirsti attratti dai riff semplici, dalle successioni armoniche e dalle ritmiche avvvincenti di questa band. Tra l'altro, le canzoni sono tutte al medesimo livello, ed i titoli non nascondono la fascinazione dei nostri per le tematiche guerresche. Alcuni esempi? "War Campaign", "Goatworship Kommando", "Of War, Hate, Eternal Death". Soprattutto gli ultimi due titoli, dimostrano come i musicisti non siano dei veri guerrafondai, ma guardano alla musica ed alle tematiche trattate con lo stesso distacco ironico e forse vagamente incosciente degli Impaled Nazarene. Anche se la musica, come ho scritto in precedenza, Ŕ piuttosto diversa.
Non occorre avere chissÓ quali pretese nell'ascolto di "Panzerfaust Justice". Occorre solo lasciarsi trasportare dalla musica e dalla bellezza sprigionata dal black metal. PerchŔ Ŕ chiaro che i Zerst÷rer non sono degli sprovveduti.
(EGr - Giugno 2010)

Voto: 7


Contatti:
Sito Zerst÷rer: http://www.myspace.com/zerstoererpanzermetal

Sito Ashen Productions: http://www.ashenproductions.net/