WHIPLASH
Ticket To Mayhem

Etichetta: Roadracer
Anno: 1987
Durata: 37 min
Genere: Thrash


Ecco qui la seconda fatica degli americani Whiplash, la band con i nomi più diversi in assoluto!!! Nel primo album c'erano ben tre Tony su tre!!! Niente male!!! Qui uno dei Tony, per la precisione, Scaglione, non c'è perché passava il suo tempo a sostituire un certo Dave Lombardo in un gruppo chiamato Slayer... Il suo posto è preso da Joe Cangelosi (che più tardi suonerà nei Kreator se non sbaglio). Cambiamo nome ma non paese di provenienza!! E pure il resto della band, i due restanti Tony, hanno chiare origini oriunde: Mr. Portaro alla chitarra/voce e Mr. Bono al basso!!! Tra l'altro ma è vero che Tony Bono è morto?? Ditemi che non è vero!!!! (purtroppo sì... RIP - nd teonzo) Quindi i Whiplash possono vantarsi per essere stati il gruppo con la più alta percentuale di Tony di origine italiana!!!
Ma veniamo alla musica!! I tre propongono un thrash grezzo e d'impatto, nella migliore tradizione introdotta dagli Slayer!! Le canzoni su quest'album sono davvero fighe!! Pestano da far paura!! Ti staccano la testa a forza di headbanging!!! Volete delle prove? Allora ascoltatevi pezzi come "Walk the plank" o "Drowning in torment" e poi ne riparliamo!!! Puro concentrato di mazzate!!!! Joe Cangelosi alla batteria è una forza della natura, va giù di doppia che è una meraviglia!! La chitarra di Tony Portaro è veloce, precisa e affilata come un bisturi e la sua voce al vetriolo si accompagna perfettamente a tale violenza!! E poi abbiamo il basso pulsante e martellante del buon Tony Bono: una frustata sulla faccia ad ogni nota!!! Oppure che dire di una canzone apparentemente tranquilla come "Last nail in the coffin"? Che botte ragazzi!!! Ma l'album continua con pezzi storici come "The burning of Atlanta" che è un piccolo gioiellino!! Un piccolo e regale compendio di violenza che si scarica sulla faccia del fortunato (o sfortunato, dipende dai punti di vista) ascoltatore!! Sentite la doppia, vi prego!!! Mi fa davvero godere!!!!!! Io credo che questo sia un ottimo album ed ogni serio headbanger dovrebbe avercelo, anche solo così, per tenere il collo allenato nei mesi in cui ci sono pochi concerti da andare a vedere!!! Compratelo ragazzi, è una figata e questo gruppo merita di essere riscoperto!!
(EvilEnry - Agosto 2002)

Voto: 8.5



Sto album è figo ma non eccezionale, esattamente come il precedente "Power And Pain". Un paio di anni fa la Displeased ha ristampato su un unico CD entrambi questi album, quindi se amate il thrash diretto e grezzo fateci un pensierino, è un acquisto che merita.
(teonzo - Agosto 2002)

Voto: 8