VICIOUS CIRCLE
The Art Of Agony

Etichetta: Neoblast Records
Anno: 2004
Durata: 45 min
Genere: death metal


Gli americani Vicious Circle non si possono certo considerare dei principianti. La loro prima incisione, il demo omonimo, risale infatti al lontano 1989! Gli anni sono passati e, naturalmente, lo stile si č evoluto. Una sola cosa non č mai cambiata: la voglia di suonare un death metal energico ed intelligente! La formazione di questa band nata da un'idea del chitarrista Vinny Di Bianca e del batterista Dave Surran ha sempre goduto di una certa stabilitā. Seppur entrato a far parte dei Vicious Circle in un secondo tempo, il bassista Mel Leach č ormai una parte integrante del DNA del gruppo. Gli unici avvicendamenti si sono avuti dietro al microfono. Il buon Darrell Rapp č l'attuale cantante dei Vicious Circle.
Oltre ad un buon numero di demo, la band del New Jersey ha pubblicato un album nel 1993 intitolato "Cryptic Void". "The Art Of Agony" segna il ritorno su full-length dei Vicious Circle ed inaugura il contratto stipulato con l'etichetta canadese Neoblast Records.
Il CD č stato registrato allo studio Sonic Debris nel New Jersey. Dan Korneff, ingegnere del suono giā all'opera con Candiria ed altri, ha svolto un lavoro di tutto rispetto. Infatti la qualitā di registrazione dell'album č impeccabile.
La copertina mostra un collage inquietante nel quale si vede la mezza faccia urlante di un uomo alla quale č stata accostata la metā di un teschio. Nulla di pacchiano, anzi, la scelta dei colori e la realizzazione denotano un certo gusto estetico. Il libretto č completo di testi, stampati come se fossero scritti a mano, e di fotografie.
"The Art Of Agony" presenta dodici canzoni per quarantacinque minuti di death metal sano e tradizionale. I Vicious Circle non hanno infatti la minima intenzione di essere originali! Fedele al proprio credo musicale, il quartetto si č impegnato a scrivere canzoni trascinanti, complesse e di grande impatto. Secondo il mio parere, i loro sforzi sono stati premiati da un discreto successo su tutta la linea! "The Art Of Agony" č un CD godibile dalla prima all'ultima nota! Non un capolavoro e nemmeno un album da consegnare ai posteri... ma chi di voi pretende di ascoltare solo pietre miliari del metal?! Se un disco diverte ed invoglia all'ascolto, ben venga! "Phantom Pains", ad esempio, come anche "Neurotic Reminders" sono tracce che non possono non appassionare gli amanti del death metal! Gli elementi vincenti ci sono tutti: tiro micidiale, cambi di tempo continui e riffing non tecnicissimo ma ricercato. La voce di Darrel č veramente espressiva; il suo growling č cazzuto quanto basta per iniettare fuoco nelle vene dei metallari. Vinny, Mel e Dave formano dal canto loro una macchina da guerra perfettamente collaudata. Non so quanto possano valere i tre musicisti separatamente (sebbene la loro abilitā strumentale sia di tutto rispetto); č invece chiarissimo che quando suonano assieme riescono ad attrarre l'attenzione del ascoltatore! Se giā ascoltando il CD si č spinti a scuotere il capoccione, chissā quale potrebbe essere l'effetto dal vivo!
Tra le altre tracce degne di nota va segnalata l'intrigante "Live Long And Suffer": č carica di groove ed i riff sono tutti azzeccati. Inoltre mi sono piaciute molto l'opener "Dead Scent", "Lord Of Shit", "Phantasia Through Agony", "Wishing The Djinn Away" e la brutale "Written In Flesh".
Senza strafare, i Vicious Circle hanno realizzato un disco di sano ed onesto death metal! Dodici canzoni violente ed energiche capaci di riscaldare il cuore degli appassionati del genere.
(Hellvis - Febbraio 2005)

Voto: 7.5


Contatti:
Mail: viciouscircle@viciouscircle.tv
Sito: http://www.viciouscircle.tv/

Sito Neoblast Records: http://www.neoblast.com/