UNRULY CHILD
Waiting For The Sun

Etichetta: MTM
Anno: 1998
Durata: 46 min
Genere: Class metal / AOR


A sei anni dal primo album gli Unruly Child ritornano con la novità del vocalist Kelly Hansen (ex Hurricane) che sostituisce Mark Free. Se mai ce ne fosse stato bisogno questo disco conferma la grandezza di questa band, e la scelta del nuovo cantante è anche molto buona perchè riesce nell'impresa (non facile) di non far rimpiangere un mostro sacro del genere come Mark Free. La opener "Heart run free" è anche il pezzo migliore di tutto il disco, sullo stile dei vecchi classici di questa band come "Who cries now", e se il livello si mantenesse così alto fino alla fine saremmo in presenza di uno dei più grandi capolavori del genere, cosa che non succede perchè a livello di songwriting ci sono alcuni alti e bassi che invece nel primo disco non c'erano affatto. Nonostante questo, anche i brani meno "ispirati" sono comunque sostenuti dalla tecnica della band, dal sound bellissimo delle chitarre e delle tastiere e dalla produzione di qualità, per cui difficilmente ci si annoia. Altri brani che spiccano sono la ballad "Do you ever think of me" e le ritmate e melodiche "Rise up" e "Still Believe", anche queste molto simili stilisticamente alle canzoni del periodo di Mark Free, soprattutto la seconda in cui colpiscono una intro con chitarra arpeggiata molto bella e una ottima interpretazione vocale di Kelly Hansen.
Dovendo dare un giudizio complessivo sul disco, come ho detto quando ho recensito il primo di questa band, credo che chi ha amato il sound classico del rock/AOR degli anni '80 (vedi Europe e bands simili) non può non apprezzare gli Unruly Child, considerando anche che in questo album c'è Kelly Hansen, cantante di un'altra band storica di quegli anni come gli Hurricane... dovendo scegliere però tra questo album e il primo, non c'è gara... questo è soltanto bello, il primo è un capolavoro nel suo genere.
(Frozen - Maggio 2002)

Voto: 7.5