THE LAMP OF THOTH
Cauldron Of Witchery (MCD)

Etichetta: Northern Silence Productions
Anno: 2008
Durata: 25 min
Genere: doom metal


Dietro questo nome così misterioso ed evocativo si nasconde una nuova realtà che celebra il doom più classico, quello che trova i suoi punti di riferimento nei Black Sabbath e, nel caso dei The Lamp Of Thoth, i migliori Candlemass. Il trio nasce e cresce in Inghilterra e ben presto arriva alla pubblicazione di un primo demo intitolato "I Love The Lamp" (2006), seguito un anno dopo da "The Cauldron Of Witchery", un EP contenente tre canzoni e pubblicato dalla Miskatonic Foundation. Questa volta, invece, è la Northern Silence a ristampare le stesse canzoni in un MCD, con l'aggiunta di due nuove tracce registrate dal vivo.
In realtà, nonostante questa aggiunta, "The Cauldron Of Witchery" resta un lavoro ancora troppo scarno per poter dare un quadro completo del valore dei The Lamp Of Thoth; allo stesso tempo, però, possiamo dire che le premesse sono sicuramente interessanti, abbastanza da stuzzicare la curiosità di ogni amante di queste sonorità.
Il CD si apre con "The Lamp Of Thoth", un brano semplicemente spettacolare che convince fin dal primo ascolto: un mid-tempo epico, trascinante, con un ritornello melodico e irresistibile; un pezzo che, pur avendo tutte queste caratteristiche, non perde assolutamente in atmosfera ed intensità. Insomma, la classica canzone che preannuncia un capolavoro.
Si continua con "Sunshine" e qui, nonostante la buona qualità, il livello si abbassa un poco. Il brano è un pezzo decisamente più cupo e funereo, con una ritmica rallentata e un gioco di riff plumbeo ed opprimente; peccato che la canzone sia praticamente un furto ai danni di "Black Sabbath", un fatto sicuramente perdonabile, vista l'importanza della band di Iommi per il genere, ma vista la qualità del primo brano il risultato sembra un po' un compitino ben svolto ma senza grande sforzo.
Proseguiamo con "Frost And Fire", cover dei Cirith Ungol, e qui ritroviamo la grandezza del gruppo, che si accosta a questo brano rivisitandolo alla sua maniera: i tempi vengono rallentati, i riff si fanno più profondi eppure rimane intoccato l'alone epico che circonda il pezzo originale.
A chiudere il CD, infine, troviamo due pezzi, "Blood On Satan's Claw" ed "Into The Lair Of The Gorgon", registrati dal vivo. Purtroppo la qualità sonora è sì accettabile, ma nel complesso piuttosto scarsa e non permette di giudicare al meglio i brani. A livello di songwriting i due estratti si assestano su coordinatevicine a "The Lamp Of Thoth": riff energici, tempi abbastanza sostenuti e una prova vocale bella cattiva. Sarei curioso di sentire delle versioni in studio ben curate.
Insomma, come dicevo in apertura, due canzoni in studio, una cover e due brani live registrati così così sono troppo poco per sbilanciarsi; fatto sta che ormai mi sono segnato questo nome e potete stare certi che non mi perderò il primo album ufficiale. Da tenere d'occhio!
(Danny Boodman - Maggio 2008)

Voto: 7


Contatti:
Mail The Lamp Of Thoth: thelampofthoth@hotmail.co.uk
Sito The Lamp Of Thoth: http://www.myspace.com/thelampofthoth

Sito Northern Silence Productions: http://www.northern-silence.de/