STN-09
Buio (Transmission To Inferno) (MCD)

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2007
Durata: 38 min
Genere: Dark ambient / black metal


STN-09 è un progetto di LKN, artista che definisce la sua musica come 'apokaliptic non-music'. Molto spesso le etichette scelte dagli autori per descrivere la loro opera finiscono per risultare altisonanti, se non addirittura fuorvianti, ma questo non è il caso di LKN, che invece centra perfettamente il fulcro della propria opera con una definizione ben precisa.
Sono ormai diversi anni che LKN compone la sua non-musica: il progetto, infatti, trova le sue radici nel 2005, anno in cui viene composta "The Voyage", contenuta nel demo "Planet 1", una lunghissima composizione di 44 minuti che segna il primo passo nella nascita del progetto Saturn 2009, diventato poi STN-09. Nello stesso anno viene realizzato un altro promo di tre tracce, che vengono seguite ora da questo MCD, che precede la pubblicazione di un vero e proprio full-length, che si intitolerà "Nero Tenebra".
Ma torniamo alla proposta contenuta in "Buio (Transmission To Inferno)": all'interno del CD troviamo due composizioni abbastanza lunghe che possiedono delle caratteristiche ben distinte. Si parte con "Transmission From Unknown" e subito diventa chiara la scelta di definire la propria creazione come 'non-musica': i minuti si susseguono e lo spazio viene riempito da suoni profondi, inquietanti, perfetti per un'ambientazione cosmica o per una pellicola horror in cui l'atmosfera e ciò che non si vede sono la componente fondamentale. Anche la scelta di inserire un discorso di Hitler in questo paesaggio così nero e spoglio (scelta già messa in atto per il precedente promo) non suona come una pura e semplice provocazione, ma, al contrario, si incastra perfettamente in questa proposta così volutamente disumana e vuota.
Il risultato forse non sarà particolarmente innovativo, dato che si gravita intorno a quell'universo in cui si muove la Cold Meat Industry, per non parlare di un sacco di altre pubblicazioni della Eibon Records, sempre per restare in Italia, ma vi assicuro che il risultato è genuino ed evocativo. Le scelte artistiche e le soluzioni sonore non vi faranno gridare al miracolo, ma vi renderete conto che, pur percorrendo strade già note e conosciute, STN-09 vi conduce verso un universo profondamente sentito.
La seconda traccia, "Journey Through Inferno", aggiunge invece uno stile in più rispetto a quanto già visto. Nei primi minuti, infatti, l'ambient viene affiancato al black metal più spoglio e ruvido: si sentono richiami a Burzum, agli Ulver di "Nattens Madrigal" e agli MZ412; il vuoto improvvisamente si anima e si riempie di una tempesta furiosa, le chitarre innalzano un muro furioso, la batteria si scuote disordinatamente, mentre l'unica cosa che sembra continuare a procedere placida e tranquilla, come una piccola nave fantasma nel mare agitato, è proprio una linea melodica di tastiera, che si ripete ossessiva.
Ancora una volta la mente si riempie di immagini; il black metal scompare improvvisamente, così come è comparso, e al suo posto torna a farsi strada quella fredda musica cosmica che vede la sua nascita nei Corrieri Cosmici di scuola tedesca, se non addirittura nei Pink Floyd di "A Saucerful Of Secrets". Visioni spaziali si accavallano nella mente, mentre tra le non-note del CD si inizia a percepire una voce dal capolavoro di Stanley Kubrik, "2001 Odissea Nello Spazio".
"Pronto Hal mi ricevi, pronto Hal mi ricevi?... Mi ricevi Hal? Mi ricevi Hal! Pronto, Hal! Mi ricevi?! Mi ricevi Hal?" Da qui in poi è una continua deriva, senza luce, senza suoni, solo vuoto, vuoto e buio.
(Danny Boodman - Ottobre 2007)

Voto: 7.5


Contatti:
Sito internet: http://www.stn09.tk/