PSYCHO SYMPHONY
Schizoid (promo)

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2002
Durata: 20 min
Genere: progressive thrash


Dopo la pubblicazione di "Silent Fall" era scaduto il contratto con la Audio Pro Records, e gli Psycho Symphony si ritrovarono a piedi. Ma non si erano persi d'animo, così parteciparono a vari concorsi musicali (non solo metal) sia in Romania che in Ungheria, piazzandosi sempre ottimamente. Dal vivo ottenevano ottimi responsi, ma nonostante questo non riuscivano proprio a trovare un contratto. Così nel 2002 si sono decisi a registrare questo "Schizoid", un promo di 2 brani. La line-up era rimasta totalmente invariata, quindi per ulteriori notizie vi rimando alla rece di "Silent Fall". Questo "Schizoid" è al momento l'ultimo lavoro ufficiale del gruppo.
Come dicevo i brani sono 2: "Strange Illusion" e "Purple Coloured Kingdom" (questa divisa in due parti, "Screamgarden" e "Dreadpalace"). Se sull'album precedente le canzoni duravano in media quasi 7 minuti, qui gli Psycho Symphony si sono voluti superare, arrivando a 10 minuti di media. Questo è dovuto principalmente al fatto che adesso il gruppo rumeno sviluppa in maniera maggiore le proprie idee, concentrando meno riff al minuto e dando più respiro alle canzoni. Se da una parte l'ossatura ritmica è meno intricata (in particolare il lavoro di batteria), dall'altro lato gli arrangiamenti sono addirittura più curati e maturi. Insomma, gli Psycho Symphony hanno frenato la loro voglia di stupire ad ogni battuta, e si sono concentrati maggiormente sulla ricerca della fusione perfetta tra gli strumenti, senza dare particolare risalto a nessuno di essi in nessun momento.
Anche le linee vocali si sono evolute. Sono più lineari, ma ora con l'uso dei cori e delle polifonie danno una profondità maggiore alla musica del gruppo. Ad esempio verso i 4'40" di "Strange Illusion" sembra di sentire i Queen di "Bohemian Rhapsody". La ricerca dei suoni è ottima, i chitarristi cambiano registro in continuazione, e ci sono un sacco di combinazioni spettacolari. In poche parole, gli Psycho Symphony hanno semplificato leggermente le parti di ogni singolo strumento, curando a perfezione la maniera in cui si incastrano tra di loro, seguendo la famosa filosofia della nota giusta al posto giusto. Sia chiaro però che la loro proposta resta sempre complessa e cervellotica, solo un po' meno del passato.
La produzione è ancora il tallone d'Achille del gruppo. E' una produzione quasi live, nel senso che i suoni sono molto naturali e spontanei (questo è un bene sempre), ma non sono il massimo come potenza (e questo ai giorni nostri è un difetto). La confezione del promo è buona, si tratta di un CD-R con un libretto di 4 pagine stampato professionalmente. Ci sono i testi, ed in copertina c'è un disegno schizzato, un po' sulla scia di Dali (visionario, ma non a quel livello).
Come voto alla fine gli do un bel 9 anche stavolta. Alla fine "Schizoid" mi piace un po' più di "Silent Fall", ma dura di meno, e la produzione è sempre simile. Gli Psycho Symphony sono, assieme agli Hypnotheticall, il miglior gruppo progressive thrash uscito negli ultimi 10 anni. Credo sia un motivo più che valido per supportarli, e dargli quindi la spinta a continuare a suonare.
Qui potete trovare i 2 mp3 delle canzoni di questo promo:
http://tainefest.muzicisifaze.com/trupe.html
(teonzo - Luglio 2004)

Voto: 9


Contatti:
Mail: psychosymphony@yahoo.com