OVERKILL
Necroshine

Etichetta: SPV
Anno: 1999
Durata: 51 min
Genere: Thrash Metal


Continua l'evoluzione degli OverKill, e così, dopo il bello (a mio parere) ma "strano" (per i vecchi canoni degli OverKill) "From The Underground And Below", ecco il nuovo "Necroshine" che ribadisce ulteriormente la voglia di sperimentare e di staccarsi quasi definitivamente dai vecchi schemi ai quali la band ci aveva abituato. Non pensate però che "Necroshine" sia "commerciale", che suoni come i Machine Head o che ci siano inserti rappati. Sempre di Thrash Metal si parla, solo che suona moderno (anche per via della produzione), con spunti originali e innovativi per una band come gli OverKill. La title track, dopo un'intro che faceva temere il peggio, mette in mostra le caratteristiche dei "nuovi" OverKill: meno velocità, più groove ma sempre una quantità impressionante di potenza. La voce al vetriolo di Bobby Blitz è in forma smagliante, la batteria di Tim Mallare ha un suono impressionante (giuro di non aver mai ascoltato un suono così bello! ed in concerto è ancora meglio!!!) e le chitarre, accordate quasi sempre un tono e mezzo sotto lo standard, offrono riff compatti anche se non memorabili. Le canzoni sono 10 e tra queste si distinguono le belle "Necroshine" (punto di forza negli attuali live show), la granitica "My December", l'incantevole "Revelations" dove Bobby Blitz duetta con la sorella Mary (bella voce!) e "Stone Cold Jesus" ben introdotta dal basso di D.D. Verni. In chiusura c'è la veloce "Dead Man", altro brano ben riuscito. Però il CD, per quanto può piacermi, non si può paragonare ai vecchi lavori come "Horrorscope" o "The Years Of Decay", diciamo che è un album da avere se si hanno già tutti gli altri e quindi si vuole avere la collezione completa, altrimenti orientatevi sui due lavori prima elencati (le recensioni le trovate nell'archivio).
(Tamas - Agosto 2002)

Voto: 7


Contatti:
Sito internet: http://www.wreckingcrew.com/




Questo album lo trovo insipido, con me ha retto un paio di ascolti e poi non mi è più venuta voglia di riascoltarlo. Ha dei buoni spunti, ma nulla di più. Come dice Tamas, meglio puntare sui primi lavori degli OverKill.
(teonzo - Agosto 2002)

Voto: 6.5