OBLIVION999
Illusions Painted For Me Alone

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2008
Durata: 56 min
Genere: death metal melodico


Il primo incontro tra Shapeless Zine e gli Oblivion999 è avvenuto nel lontano 2002, quando il nostro ex collaboratore Tamas aveva recensito il demo "Paths Of Denial", pubblicato dal gruppo nel 2001 e loro primo biglietto da visita. Il gruppo si era meritato una sufficienza piena, anzi, un po' più di una sufficienza, e la recensione si era conclusa con le seguenti parole: "Aspettiamo il salto di qualità".
Ebbene, ora siamo nel 2008, e mi ritrovo fra le mani una copia del loro album d'esordio: "Illusions Painted For Me Alone". E devo dire che il salto di qualità c'è stato! Ma procediamo passo per passo, senza anticipare nulla.
Dunque, gli Oblivion999 attuali sono formati dal cantante Stefano Crotti, dai chitarristi Francesco Poggi e Diego Angeli, dal bassista Gabriele Lei e dal batterista Nicola Messori. "Illusions Painted For Me Alone" è stato registrato presso gli studi Inferno di Modena, tra il 2006 ed il 2007. La copertina, dallo sfondo bianco, è decorata con due disegni astratti, anche se in uno dei due si intravede una fotografia in bianco e nero nel centro. Il libretto, di ben sedici facciate, è superlussuoso, ricco di colori e realizzato benissimo: sono presenti tutti i testi e le informazioni relative alla realizzazione del CD. Ma il gruppo, e ci tengo a sottolinearlo, non si è limitato ad inviarci una copia del loro ultimo lavoro: hanno inviato un vero e proprio pacchetto promozionale, corredato da due fogli stampati a colori ricchi di informazioni, più un CDr con al suo interno fotografie e, in pratica, una copia del loro sito. Insomma, mi devo complimentare con la band. Molti gruppi tendono a snellire sempre di più i loro promo, ed è comprensibile: quaranta giornali o webzine su cento non li degnano neanche di un ascolto, e semplicemente li fanno sparire. La cosa, a quanto pare, sembra non toccare assolutamente gli Oblivion999, autori di un pacchetto promozionale ricco ed esauriente, nel quale il recensore può trovare tutte, e dico tutte, le informazioni utili per recensire il disco in modo competente e non improvvisato. Bravi ragazzi!
Proprio facendo riferimento al loro materiale promozionale, reputo sia importante sottolineare una frase che gli Oblivion999 hanno stampato su uno dei foglietti: la loro musica è descritta come "aggressiva, intensa, oscura e melodica, spontanea e godibile". Ecco, ho riportato questa frase proprio perchè utilizza sei termini che ben si adattano (qualche riserva però su "oscura") alla musica proposta dai nostri. In particolare, gli aggettivi "spontanea" e "godibile" mi sembra risaltino più degli altri. Sì, perchè è proprio la spontaneità e la godibilità dei brani che distingue, tra le altre cose, gli Oblivion999 da altri gruppi simili. Si tenga conto che gli Oblivion999 suonano death metal melodico. Ora, tutti quanti sappiamo come questo genere sia ormai saturo di gruppi tutti uguali, o comunque simili l'uno all'altro. Talvolta tali band si differenziano per lo stile compositivo, per le scelte ritmiche o gli arrangiamenti, ma gira e rigira le melodie sono sempre uguali. Si è stabilito un modello, e quello fa da scheletro a migliaia di composizioni successive. Vittime di questo conformismo sono soprattutto quelle band i cui componenti hanno un'età che si aggira attorno ai vent'anni: questo perchè hanno vissuto il boom di tale genere proprio durante un periodo cruciale del loro apprendistato musicale. Tanta passione però ha appiattito di molto il potenziale espressivo del genere, sondandolo fino in fondo, spremendogli fino all'ultima goccia di creatività. Attenzione, mi riferisco a quel death metal melodico che ha mosso i suoi primi passi in Svezia, e che poi si è sviluppato assumendo nomi e definizioni diverse, ma restando tutto sommato molto simile a sè stesso. E gli Oblivion999 sono molto, molto influenzati da questo stile musicale. Non si può negarlo. Però tentano di esprimersi secondo la propria personalità. Ora, se ci si esprime seguendo pedantemente dei modelli, è quasi impossibile proporre qualcosa di unico ed irripetibile, o per lo meno di originale. E gli Oblivion999 non sembrano voler tentare carte diverse: cercano piuttosto di giocarsi al meglio la propria sorte, tirando fuori il loro meglio. E, a conti fatti, "Illusions Painted For Me Alone" risulta essere un album di buon livello, capace di intrigare l'ascoltatore e di mantenerlo attento e vivace per tutti i suoi cinquantasei minuti di durata. A differenza di tante band attente a picchiare ed a ripetere all'infinito i soliti giri d'accordi in minore, questi modenesi tentano di dare enfasi alla melodia prima di tutto, rendendola ancora più bella grazie ad arrangiamenti sopraffini. Eh sì, la padronanza strumentale, la conoscenza dei timbri dei propri strumenti (e dell'uso delle voci, ce n'è anche una femminile ad opera di Caterina Venturelli) e la sicurezza nel songwriting sono tutte doti invidiabili. Il loro utilizzo della melodia è piacevolissimo, e pur essendo un gruppo potente ed estremo, sovente molto tirato, risulta sempre e comunque "godibile" e "spontaneo". Non ci sono forzature nel songwriting, e gli arrangiamenti hanno un fascino suadente, capace di appagare l'orecchio di tutti, anche di chi sia più restio alla musica estrema. D'altro canto, il gruppo è migliorato sotto tutti i punti di vista: l'esperienza si fa sentire nella tecnica, nell'equilibrio delle canzoni, nell'attitudine e nel lavoro svolto negli studi di registrazione.
Attraverso canzoni quali "In Need", "The World Runs Faster Than Me", "Horizon Of Events" e "April Evenings", gli Oblivion999 vogliono candidarsi come un gruppo onesto, trascinante e coinvolgente. La strada è quella giusta! Speriamo che il successore di questo CD non arrivi dopo sette anni, com'è andata invece in questo caso! Comunque sia, il lettore è invitato all'ascolto di "Illusions Painted For Me Alone": in caso amaste il death metal melodico, questo è un disco che potrà darvi soddisfazione.
(Hellvis - Agosto 2008)

Voto: 7.5


Contatti:
Mail: info@oblivion999.com
Sito internet: http://www.oblivion999.com/