NECRODEATH
Black As Pitch

Etichetta: Scarlet
Anno: 2001
Durata: 39 min
Genere: thrash estremo


Black As Pitch: ovvero il migliore album di metal estremo mai uscito dall'Italia. Ma andiamo con ordine: i Necrodeath si sono riformati nel nel 1999 e nel 2000 hanno dato alle stampe un cd fantastico dal titolo Mater Of All Evil, suonando in giro per l'Italia e suonando in festival come il No Mercy Festival e il Gods Of Metal. Nel 2001 si rinchiudono per 1 mese nei prestigiosi Underground Studios e registrano questo spettacolo di cd: Black As Pitch. Incazzato, violento, brutale, feroce, estremo e "intelligente", questo è Black As Pitch. 39 minuti dove i Necrodeath danno lezione di classe: l'opener Red As Blood, Riot Of Stars, Sacrifice 2K1 (ovvero la stessa canzone contenuta su Fradgment Of Insanity riletta e ri-registrata), Killing Time e Church' Black Book (che ricorda gli Slayer di Seasons In The Abyss in qualche frangente) sono le canzoni migliori, ma le restanti non sono certo da meno, 11 canzoni ineccepibili sotto ogni punto di vista. Stupisce un po' Process Of Violation, una canzone inusuale per i genovesi, ma c'è da dire che la canzone è comunque bella. La registrazione è straordinaria, Peso suona in maniera impeccabile, Claudio continua a tirare fuori killer riffs di prim'ordine, Flegias ha migliorato ulteriormente il suo screaming e John fa il suo lavoro in silenzio, con dedizione e passione. Ora manca solo la consacrazione a livello europeo, ma sono certo che arriverà presto perché Black As Pitch è uno dei 3 migliori album del 2001 e loro sono semplicemente grandi. JOIN THE PAIN!!!
(Tamas - Dicembre 2001)

Voto: 9.5



Ho il massimo rispetto per i Necrodeath, soprattutto per la loro tenacia e coerenza. Ma non sono mai riuscito ad apprezzarli musicalmente, e questo album non fa eccezione, mi annoia dall'inizio alla fine, non basta una gran dose di violenza per farmi contento, e qui ci trovo solo quella. Anche questo resterà nella polvere.
(teonzo - Dicembre 2001)

Voto: 6



Ottimo album, grandissimo lavoro di tutti i membri, come al solito un Peso grandioso e devastante, velocità e cattiveria da paura, riff bellissimi e ispirati (solo 1 non mi piace ma è un dettaglio), produzione ancora migliore, MA... è praticamente uguale al precedente. Quindi occhio... sinceramente a me non me ne frega poi molto, magari a voi sì però. In questo caso fate finta che il voto sia 8.
(bist - Marzo 2002)

Voto: 9



Gran disco; come ha detto bist, però, è molto simile al precedente. Io continuo a preferirgli "Mater Of All Evil", perché complessivamente ha canzoni più facili da imparare, le trovo più ispirate e con un tiro maggiore, nonostante la produzione sia leggermente inferiore. Comunque dal vivo anche queste spaccano il culo, ve l'assicuro.
(BRN - Settembre 2004)

Voto: 8.5