LORD AGHEROS
Of Beauty And Sadness

Etichetta: My Kingdom Music
Anno: 2010
Durata: 45 min
Genere: atmospheric ambient black/gothic


Ecco di ritorno Lord Agheros, il progetto solista del polistrumentista greco Evangelou Gerassimos. Già in passato ho avuto la fortuna di poter recensire un suo lavoro, quel "As A Sin" che mi aveva così ben impressionato. E' quindi con piacere che mi ritrovo tra le mani il promo del suo nuovo album, "Of Beauty And Sadness". Già il titolo, che evoca atmosfere tanto gotiche e decadenti, è indicativo sulla musica e le idee proposte da Lord Agheros. La copertina poi, con quella ragazza prostrata davanti ad un quadro (o uno specchio), nel bel mezzo di un deserto, non può che suggerire sentimenti di desolazione, di tristezza e di abbandono totale.
In questo suo nuovo lavoro, Evangelou continua il discorso intrapreso con i due album precedenti, il già citato "As A Sin" e l'esordio del 2007 "Hymn". E lo continua testardamente, riproponendo in fondo gli stilemi che già avevano reso così interessante, talvolta sorprendente, "As A Sin". Quindi, l'artista mescola con perizia e talento melodie meste e distese, realizzate con un piglio a metà tra il gothic e l'ambient, incattivite talvolta da chitarre distorte e dai vocalizzi estremi (abile a passare dal gutturale agli strilli black senza batter ciglio). Il risultato finale è una musica evocativa e carica di tristezza, che sembra preferire in genere la melodie e le sonorità più delicate o romantiche, e che tende a relegare l'estremo ad alcuni momenti. L'utilizzo di trovate quali effetti sonori, vocalizzi femminili, dialoghi e campionamenti sono le classiche ciliegine sulla torta. D'altro canto, Evangelou ha optato sulla sicurezza, e non ha fatto altro che ribadire quanto già aveva dimostrato di saper fare con "As A Sin". Di conseguenza, "Of Beauty And Sadness" risulta sì un lavoro bello, ma non sorprende affatto. Certo, il suo utilizzo di melodie ambient, che improvvisamente vengono affondate da improvvise e pesantissime zavorre metal, è sempre piacevole ed evocativo. Però non si nota un'evoluzione sostanziale nello stile di Lord Agheros. Tra "As A Sin" e questo "Of Beauty And Sadness" si nota una certa stasi. Un peccato, in fondo, poichè recensendo l'album precedente avevo opinato un futuro radioso per questo progetto. Il mio pronostico sottintendeva una costante evoluzione dello stile musicale di Evangelou, col perfezionamento di tutti i vari difettucci. Difetucci, sì, perchè Lord Agheros non arriva mai ad incidere vere e proprie castronerie, ma a volte non brilla in quanto a creatività. Suggerisce grandi cose, ma non riesce a realizzarle compiutamente. E quindi, il fatto che "Of Beauty And Sadness" non presenti un perfezionamento, ma si limiti a proporre nuovamente le buone idee presenti in "As A Sin", lascia il critico vagamente insoddisfatto. Peccato quindi, anche perchè episodi di gran valore come "Era Iornu" e "Dopo La Notte" sono davvero evocativi e toccano il cuore. Però "The Wave" potrebbe benissimo essere un brano avanzato dal disco precedente, e lo stesso vale per "The Forsaken".
Comunque sia, "Of Beauty And Sadness" è un lavoro dignitoso, anzi, più che dignitoso. I dischi brutti o scarsi sono un'altra cosa. Certamente, il pretendere di più da un'artista capace è doveroso. Se non sottolineassi i suoi difetti, vorrebbe dire che non sarebbe lecito pretendere più di tanto da lui. Ma Evangelou è bravo, ha un grande talento nelle scelte timbriche e solide capacità di arrangiamento. A mio avviso potrebbe però dare di più, molto di più. Non è una critica stilistica, tra l'altro. Qualcuno potrebbe rimproverare al compositore di aver relegato il metal, e l'estremo, ai margini. Ma in questo sta l'originalità e la personalità di Evangelou. Il musicista non nega le sue radici metal, ma vuole esprimersi nel modo più ampio e libero possibile, in barba agli steccati musicali. Per questo e per altri motivi, sono convinto che in "Of Beauty And Sadness", Evangelou non abbia dato il suo meglio, proprio perchè ha battuto terreni sicuri anzichè sperimentare, rischiare, evolversi in maniera azzardata.
Comunque sia, un disco di buon livello. Che avrebbe però potuto essere migliore.
(EGr - Agosto 2010)

Voto: 7


Contatti:
Mail Lord Agheros: lord.agheros@hotmail.it
Sito Lord Agheros: http://www.myspace.com/lordagheros

Sito My Kingdom Music: http://www.mykingdommusic.net/