KING DIAMOND
Abigail II - The Revenge

Etichetta: Metal Blade
Anno: 2002
Durata: 53 min
Genere: classic-horror


Abigail è ritornata, è ufficiale. Sulle prime però sembrava essere una mezza delusione, un'intro inutile ed una prima song che non coinvolgeva più di tanto. Ma già con "Mansion in sorrow" si ritorna a livelli più che buoni con un King Diamond a dettare legge come al solito. Sul livello musicale, siamo sempre lì, un metal melodico e veloce che spiana la strade per la voce del re diamante, per i suoi falsetti e la sua teatralità. Il seguito di "Abigail", sfigura se confrontato con il suo illustre antenato. È vero, ci si aspettava molto, ma bisogna anche dire che non tutte le attese sono state disilluse, canzoni come "The wheelchair", la stupenda "Spirits" (introdotta da un riff di acustica spettrale e da un King Diamond veramente superlativo, così come per la durata del brano), dove si giunge a livelli incredibili di tensione, se già si conosceva la storia di Abigail, e se si segue la storia di questo secondo episodio. Anche con "Mommy" siamo su buoni livelli con La Roque e Wead che si dimostrano estremamente ispirati (così come per tutto il cd). Chiude l'inquietante outro "Sorry dear" che sottolinea ancora di più l'atmosfera densa di mistero ed orrore che circonda Abigail e questo suo terribile ritorno. Consiglio quantomeno di sentirlo, ma se non l'avete vi consiglio fortemente il suo predecessore: "Abigail", e non ne sarete delusi, così come per questo disco.
(Noldor - Marzo 2002)

Voto: 7.5