INTRAZIONE
OrigineVirale

Etichetta: Zeta Promotion / Extreme Agency
Anno: 2008
Durata: 37 min
Genere: alternative metal


Gli Intrazione nascono in Sardegna nell'ormai lontano 2001, dopo molta gavetta, cambi di formazione ed un primo EP autoprodotto, riescono a farsi notare dall'etichetta bolognese Zeta Factory che, finalmente nel 2007 da loro l'opportunitą di incidere il primo vero e proprio full-lengthalbum, "OrigineVirale"; da allora i nostri si sono intensamente dati da fare in sede live per promuovere il lavoro in questione e per iniziare a comporre nuovo materiale.
Tocca a "La Mia Scelta" aprire le danze; chitarre ribassate, suoni compressi ed una base ritmica improntata al groove pił totale; fin da subito sono riscontrabili ed ascoltabili profonde reminiscenze nu-metal, sia per l'attitudine mostrata, per le atmosfere proposte e per le sonoritą espresse. La decadenza, la malsanitą e la tristezza che pervadono le melodie vocali accostano gli Intrazione ai seminali Deftones di Chino Moreno, maestri nel coniugare la malinconia con il groove e la compressione sonora. Con "Incomprensibile" pur mantenendo intatte le strutture melodiche e le assonanze nu-metal, si possono notare ulteriori influenze metal, grazie ai ritmi leggermente pił cadenzati e alla maggior pesantezza delle chitarre, che tanto vanno a ricordare i mai troppo osannati Pantera. Buona la prova di Luca, alla voce, deciso, vigoroso e sicuro delle proprie potenzialitą.
Con "OrigineVirale Pt.1" si ha un vero e proprio cambio di sensazioni e melodie espresse; il pezzo parte lento, melodico, quasi acustico, lasciando alle vocals ed ai testi, in italiano, il proscenio, per poi sfociare sui bridge e sui chorus, dando sfogo alla rabbia sin qui inespressa ed acquisendo pesantezza e vigore. Buono il passaggio tra le varie atmosfere espresse, in modo da dar continuitą alle numerose sensazioni e agli stati d'animo sputateci in pieno volto. Bravissimi.
Anche "Filtro", quarto brano in scaletta, prosegue su questa falsariga, pur essendo leggermente pił movimentato e ritmato. "OrigineVirale Pt.2"; le sonoritą si fanno nuovamente pesanti, compresse e veloci; fluidi i passaggi tra le strofe cadenzate e spezzate e i chorus, pił melodici ed avvolgenti. Si ha qui la possibilitą di apprezzare veramente in pieno il lavoro in fase di produzione e mixaggio operato da Marco Angioni e dai nostri; i suoni fuoriescono puliti, distinguibili e ben amalgamati senza mai perdere un filo di potenza, d'irruenza e pesantezza. Di caratura assolutamente internazionale.
"Stati d'Ira" scorre piacevolmente; brano prettamente metal, dalle ritmiche incessanti ed in lento crescendo, dai chorus avvolgenti e molto melodici, vero e proprio inno al pogo ed alla devastazione in sede live. Non male davvero. Il pezzo che segue "Minuto Senza Tempo", ricalca piacevolmente tutti gli stilemi sin qui enunciati, non aggiungendo o togliendo niente alla formula musicale intrapresa da questi quattro ragazzi sardi. Tiro, groove, potenza e capacitą di credere fermamente nei propri mezzi tecnici e sonori. "Tutto E Niente", penultima freccia per l'arco sonoro degli Intrazione ed altra mazzata in faccia all'ascoltatore, che viene si travolto, sconvolto e tramortito, ma che ne esce sempre e comunque piacevolmente colpito, grazie, soprattutto, alle linee melodiche in sottofondo ed ai cantati, costantemente in primo piano e capaci di catturare l'attenzione.
E' "La Fine Del Gioco" quindi a concludere questo primo ed interessantissimo lavoro; una ballad acustica giocata essenzialmente sugli intrecci tra chitarra e voce, dove, insieme alle dolci melodie espresse, č possibile nuovamente apprezzare le enormi capacitą vocali di Luca, sempre espressivo, sicuro e calato nella parte, sia nelle parti pił pacate che in quelle pił alte e sparate. Bellissima. Un lavoro questo, che complessivamente, mi ha notevolmente sorpreso; mi aspettavo l'ennesimo gruppo nu-metal, dalle buone capacitą musicali, ma niente pił ed invece mi sono dovuto ricredere. Gli Intrazione pur prendendo a piene mani dai generi sopra indicati sono riusciti a donare ad ogni singolo brano, passaggio e struttura una propria personalitą, un proprio tocco d'autore, costruendo riff dopo riff un lavoro assolutamente godibile, ben suonato, ottimamente composto e dalle esorbitanti potenzialitą. Con una maggior promozione, un maggior coraggio da parte della label ed un pizzico di fortuna in pił, che non guasta mai, questi quattro ragazzi gią ora avrebbero la possibilitą, a mio modesto parere,grazie anche ai testi in italiano, di poter sfondare almeno sul mercato nostrano. Almeno.
(Pasa - Gennaio 2011)

Voto: 8


Contatti:
Sito Intrazione: http://www.intrazione.com/

Sito Zeta Promotion: http://www.zetapromotion.it/

Sito Extreme Agency: http://www.extremeagency.org/