INHUMATE
Ex-Pulsion

Etichetta: Grind Your Soul
Anno: 1997
Durata: 28 min
Genere: grind


Finalmente sono riuscito a mettere le mani su questo vecchio lavoro dei francesi Inhumate. Questo in particolare e` il loro secondo disco e secondo anche dell'enorme concept di 7 dischi sulla vita umana. "Ex-Pulsion" e` incentrato sulla nascita in senso molto lato: nei testi si parla di musica e della nascita di sensazioni particolari ai concerti, si parla di religione e della presunta nascita del prescelto (e della sua inutilita` e di tante altre frecciatine al cristianesimo et similia), si parla della nascita del dolore nelle povere vite umane... sotto l'aspetto dei testi ritengo che questo sia un disco molto studiato e ragionato.
Musicalmente, mi ha fatto subito venire in mente i Carcass di "Symphonies Of Sickness" e "Necroticism" ai quali hanno rubato una chitarra e i Napalm Death di "Scum". Le influenze dei grandi maestri del grind sono evidenti ma ci sono gia` piccoli particolari che denotano le caratteristiche uniche che li porteranno a differenziarsi dalla massa e dalla mediocrita` con i dischi successivi.
I riff son veloci, semplici e incalzanti, poca tecnica e tanta energia, adattissimi a una somministrazione elevata di headbanging; in (poche) altre occasioni la chitarra sembra uscita da un glorioso disco thrash newyorkese. La parte ritmica di basso e batteria e` ben consolidata, ha un ruolo molto importante ed evidenziato all'interno delle canzoni. In questo disco il cantato di Christophe e` ancora molto ancorato agli schemi classici del growl, grida e scream, anche se si possono notare piccole particolarita` e misture delle varie tecniche che, nei prossimi dischi, verranno meglio sviluppate e personalizzate. Devo ammettere che in ambito grind e` uno dei miei preferiti.
La copertina e` una foto con un effetto motion-blur elevatissimo (in pratica e` tutto sfocatissimo!) e non si capisce sostanzialmetne nulla, sembra una nuvola di colore viola. Nella quarta di copertina del libretto, pero`, si vede la foto originale senza effetti di fotoritocco: rappresenta un primo piano di una testa di un bambino che sta uscendo dalla mammina, con tanto di mani di ostetrica che aiutano l'espulsione del piccino.
Concludendo: se siete dei grinder malati, compratevi questo disco e via via tutti gli altri; se volete invece ascoltare del grind originale, vi consiglio di ascoltare prima gli ultimi dischi (trovate la recensione qui su Shapeless).
(gg - Giugno 2004)

Voto: 8


Contatti:
Inhumate
c/o Fred Anton
19 Rue des Paturages
67310 Zeinheim
FRANCE
Mail: inhumategrind@wanadoo.fr
Sito internet: http://www.inhumate.com/