IMPIOUS HAVOC
Manifestations Of Plague And War

Etichetta: Warfront Productions
Anno: 2007
Durata: 46 min
Genere: black metal


La Finlandia gode di una consistente tradizione black, avendo a suo modo dato i natali a gruppi importantissimi per lo sviluppo del genere. E' inutile che stia ad elencarveli, sicuramente li conoscerete tutti. Il fatto è che, pur riconoscendo all'underground finlandese una grande fertilità, se ne ha sempre un'idea nebulosa, vaga. Accanto ai nomi più o meno famosi, il buio totale. O quasi.
E' quindi con piacere che mi appresto a presentarvi gli Impious Havoc, uno dei tanti e misconosciuti gruppi della terra dei laghi. Gli Impious Havoc si sono formati nel 2002, e nel corso degli anni hanno pubblicato un buon numero di lavori: "The Great Day Of Wrath" (2003), "At The Ruins Of The Holy Kingdom" (2004), "Monuments Of Suffering EP (2004), "Dawn of Nothing" (2006), "The Good Shepherd EP" (2006), il presente "Manifestations Of Plague And War" e addirittura un altro album sempre quest'anno: "Maleficum". Insomma, cinque album in cinque anni di esistenza: non male! La formazione consiste in Grim (voce, basso), Warcry (chitarra), Thunderer (chitarra) e TJ Havok (batteria). Tutti i musicisti suonano anche in altri gruppi, tra i quali Adramelech, Grimorc, Forever Winter, Vordven e Deathspawned Destroyer.
"Manifestations Of Plague And War" mi è arrivato accompagnato dal libretto, corredato da una copertina tratta da una stampa in bianco e nero. In essa è rappresentata una battaglia tra uomini e mostri. Il libretto, di ben otto facciate, riprende il medesimo artwork e contiene tutti i testi. Testi che trattano di blasfemia, satanismo, morte ed occultismo: quanto di più classico nel black metal.
Recensire questo album mi permette di saldare i conti con l'etichetta Warfront Productions: non è passato molto tempo da quando ho recensito negativamente i Pestnebel, altra band della sua scuderia. La storia è tutta diversa con questo disco. Ci troviamo infatti di fronte ad un lavoro onesto e ben realizzato. Nulla di trascendentale, ma comunque in grado di tenere sveglio l'interesse.
La qualità di registrazione è buona. Molto pulita, forse poco potente per quanto riguarda la batteria. Per il resto è impeccabile. I suoni stessi scelti dal gruppo sono belli limpidi: non troppo, fortunatamente. E' stato evitata la produzione asettica e priva di difetti che, ahimè, ha spesso caratterizzato le uscite finlandesi. Al tempo stesso, non aspettatevi una produzione iperpompata.
Gli Impious Havoc non creano niente, e nemmeno fanno qualcosa per essere particolarmente originali. Di certo, non guardano ai gruppi estremi di maggior successo della loro terra, se si eccettuano quelli storici di fine anni '80-inizio '90. Gli Impious Havoc suonano black metal tradizionale, con lo sguardo fieramente rivolto al passato. Il loro unico scopo penso che sia suonare black metal e basta. Lasciandosi andare, liberando l'ispirazione senza chiedersi: questo riff sarà originale?
Ascoltando questo CD, è facile notare come il songwriting scorra via liscio, libero da qualunque costrizione della ragione. Credo che anche il metodo compositivo della band sia così rilassato, e questo giustificherebbe la pubblicazione di così tanti album in pochi anni (oltre, forse, ad una cospicua possibilità economica!). "Manifestations Of Plague And War" è un piacevole esempio di black metal schietto e sincero, che fa dell'aggressività (soprattutto per quanto riguarda la voce) la sua arma migliore. Il gruppo ama insistere allo spasimo sui medesimi riff, sia puntando sulla velocità che, talvolta, rallentando il ritmo in maniera intrigante. L'arrangiamento è essenziale, nonostante la presenza di una line-up completa, e rispecchia a fondo l'attitudine black, senza grilli particolari per la testa. Ma, nonostante tutto, le canzoni non sono così semplici e basilari come potrebbe sembrare da questa descrizione. La traccia finale del CD, "Unorthodox Incantation", dura infatti più di quindici minuti (diciannove con l'outro), e passa in rassegna diversi cambi di tempo, di riff e di umore.
Che altro aggiungere? Beh, in caso amaste il black metal tradizionale, questo CD varrebbe la pena dell'acquisto. Non ci sono difetti maggiori. Forse manca quel qualcosina in più che potrebbe far fare il salto di qualità al gruppo, però anche così "Manifestations Of Plague And War" si difende. Ragion per cui, in caso questa recensione vi avesse intrigato, non siate timorosi e rivolgetevi agli Impious Havoc con sicurezza.
(Hellvis - Novembre 2007)

Voto: 7.5


Contatti:
Sito Impious Havoc: http://www.impioushavoc.cjb.net/

Sito Warfront Productions: http://www.warfront.de/