ILLOGO
Isteresi (promo)

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2004
Durata: 15 min
Genere: noise/metal estremo e sperimentale


E' opportuno subito puntualizzare che "Illogo" non è il nome del gruppo. E' semplicemente una parola creata dai musicisti per indicare il proprio gruppo. Sin dal 2000 infatti, la band ha abbandonato il vecchio nome (Grendel's Cave) a favore di un'immagine, naturalmente impronunciabile. Questo disegno, opera di Stefano Ricci, sembra il volto di un bambino con la bocca scura, quasi una macchia. Una scelta del genere si è rivelata impopolare sin dall'inizio. Il termine "Illogo" (da leggersi come "il logo", ma che suggerisce anche "illogico") rappresenta proprio tale immagine ed è soprattutto il modo attraverso il quale ci si può riferire alla band.
"Isteresi" è un promo-CD. Il CD-R è contenuto in una bustina di plastica, sulla quale è stata appiccicata una striscia di scotch beige. Su di esso sono presenti logo, titolo, contatti e tracklist del promo.
Prima di "Isteresi", la band ha pubblicato i demo "R.A.M. (Return to Anti-ModeRN)" (2000) e "Cerebrale Scarlatta" (2002). Non guardiamo però al passato ma commentiamo piuttosto questo CD-R.
"Zymotic Zinc Grapes" è un vero e proprio gioiello. Tanto emozionante da ascoltare, quanto difficile da descrivere. La composizione è tutta giocata su dissonanze più o meno disturbanti, accompagnate da un ritmo precisissimo e mutevole. La voce si esibisce sia un growling profondo, che in un urla devastanti: questa impostazione tradisce suggestioni grind. L'arrangiamento è completato da svariate distorsioni del suono e sporadici inserti elettronici. Questi sono gli elementi che caratterizzano "Zymotic Zinc Grapes"; mi rendo però conto di non aver reso l'idea del suono d'assieme. Effettivamente, tali caratteristiche potrebbero essere comuni a più tipi di musica estrema. Eppure il gruppo ha uno stile suo, personale e totalmente antimelodico. Alcune serie di note vengono ripetute più volte; talvolta viene utilizzata la poliritmia. La tecnica, buona, non viene esibita. La qualità di registrazione è buona.
"Gravità" è, per almeno tre minuti e mezzo della sua durata, un brano di ambient minimale. Effetti sonori vengono mescolate a sequenze sonore estremamente dilatate ed evocative: immaginatevi Klaus Schultze in versione più industriale. Ad un certo punto voce e strumenti intervengono, a sorpresa, nella trama ambient. La cosa è di sicuro effetto, proprio per la sua stranezza. E come improvvisamente era comparsa, così ad un certo punto la band sparisce: rimangono solo gli effetti sonori. Eh sì, questo gruppo non ha proprio schemi!
"Impulso" spazza via, in un sol colpo, le atmosfere sognanti di "Gravità". Quarantotto secondi di delirio, tra il grind ed il noise: il caos imbrigliato da ferree regole matematiche.
Ecco ora, per finire, la title-track. Come complessità e durata, può essere paragonata a "Zymotic Zinc Grapes". A differenza della traccia d'apertura, "Isteresi" è però meno ostile. Anzi, la continua ripetizione di determinate figure musicali, unita alla costante presenza di sequenze sonore simil-ambient, fa sì che questo brano risulti irresistibilmente ipnotico. Il punto di forza sta nella continua sovrapposizione di dissonanze, ad un volume sonoro potentissimo. "Isteresi" è una traccia veramente pesante ed ossessiva.
Che impressioni mi ha lasciato questo ascolto? Senz'altro, mi ha sorpreso positivamente. Il linguaggio musicale del gruppo è molto personale, ricco di spunti di interesse. Gli unici appunti che mi sento di fare riguardano la mancanza di una vera e proprio continuità stilistica ed il valore discontinuo del promo nel suo insieme. Se "Zymotic Zinc Grapes" ed "Isteresi" sono due ottime tracce, le altre due non raggiungono gli stessi livelli. Sento però che la band abbia abbastanza talento da stupirci con la prossima uscita, magari un full-length. Nell'attesa, andate a scaricarvi le tracce dal loro sito. Così potete darci un'ascoltata e valutare da voi stessi se quanto ho scritto in questa recensione sia veritiero o meno!
(Hellvis - Maggio 2005)

Voto: 7.5


Contatti:
Mail: info@illogo.net
Sito internet: http://www.illogo.net/