HORRESCO REFERENS
...Of Our Souls.

Etichetta: Anvil.Corp
Anno: 2003
Durata: 57 min
Genere: thrash/death strambo


Questo "...Of Our Souls." è il secondo album dei francesi (da Parigi) Horresco Referens, un quartetto che ci propone una sorta di thrash/death mescolato a molti altri elementi esterni al genere, formando una miscela piuttosto stramba. Non ho mai sentito l'album precedente del gruppo, quindi non posso fare confronti con questo promo che ho ricevuto dalla Anvil.Corp.
La cosa che colpisce subito di questo album è la sua varietà. Qualcuno tempo fa aveva detto che il futuro del metal si baserà su tutte le possibili mescolanze tra stili diversi, visto che inventarne uno nuovo diventa sempre più difficile. Gli Horresco Referens seguono questa linea di pensiero: non creano nulla di veramente nuovo, ma cercano di mescolare tra loro un gran numero di influenze diverse, ottenendo un album quasi impossibile da definire e che non sembra la copia di nessuno.
Sopra l'ho descritto come thrash/death strambo, perché secondo me la componente principale della musica di questo album è data dalle influenze dei gruppi thrash/death svedesi degli ultimi tempi. Le canzoni sono tutte belle veloci e si basano principalmente su riff aggressivi e tirati, sostenuti da una doppia cassa a volte fin troppo presente. Questo per quanto riguarda l'ossatura delle canzoni. Ma non si fermano qua. Possiamo trovare parti riconducibili al power degli anni '90 (come l'inizio di "Gorgeous"), dei cori in stile Strapping Young Lad, degli stacchi vicini al death melodico, delle parti sul gothic con l'uso di un violino (suonato da una session di nome Celine). Anche il cantato è molto vario: si passa dal classico growl/scream del thrash/death svedese ai cori puliti (che come detto mi ricordano gli SYL), in un paio di canzoni c'è una voce black in stile troll dannato, ed anche un po' di voci femminili.
L'album è composto da 11 tracce, e si divide idealmente in due parti da 4 canzoni l'una, racchiuse tra un'intro, un intermezzo ed un'outro (dai titoli "...Of...", "...Our..." e "...Souls."). In linea di massima posso dire che il primo gruppo di canzoni risulta essere quello più tirato e cattivo, mentre il secondo gruppo è più cupo e melodico.
La produzione dell'album è buona, i suoni sono puliti e ben definiti, ed anche il basso si sente per bene. La cosa che non mi piace è la batteria, ha dei suoni plasticosi e finti, tipici delle produzioni degli ultimi anni. La confezione è molto bella e curata. La grafica è un po' strana (basata sul rosso e marrone), ma di sicuro effetto. Il libretto è ottimo: si tratta di un foglio gigante piegato in 3 per 3, su un lato troviamo tutti i testi e le note sull'album, dall'altro c'è una spiegazione esauriente sul concept dell'album (la storia di un pianeta vivo che piano piano viene distrutto dagli esseri che lo abitano).
Dopo aver detto tutto questo, che giudizio posso dare a questo album? Anche qui mi risulta difficile esprimermi. Ci sono delle parti veramente fighe in questo "...Of Our Souls.", un po' di riff sono veramente trascinanti, ci sono degli assoli e delle parti atmosferiche di grande impatto, ma ci sono anche delle cose che non mi convincono. Alcuni punti (specie nella seconda parte) sono noiosi e ripetitivi, e poi c'è quella batteria che dopo un po' stufa (soprattutto per i suoni). In questa maniera la grande varietà dell'album risulta essere sia un pregio che un difetto: un pregio perché ci si trova ad ascoltare un album che non sia il solito clone, un difetto perché in certi punti la ricerca costante della variazione li porta fuori strada.
Insomma, questo album può interessare a chi cerca un po' di aria fresca nel metal aggressivo. Non è di certo un capolavoro, e non credo che fra due anni continuerò ad ascoltarlo, ma resta un album piacevole che si lascia ascoltare bene per una decina di volte. Se l'avessi recensito dopo 6-7 ascolti gli avrei dato 8-8.5, ora sarò a quota 15 ascolti e comincia a prendermi di meno.
(teonzo - Luglio 2003)

Voto: 7.5


Contatti:
Sito Horresco Referens: http://www.horrescoreferens.com/
Sito Anvil.Corp: http://www.anvilcorp.net/