HOLOCAUST
The Sound Of Souls (EP)

Etichetta: Chrome
Anno: 1989
Durata: -- min
Genere: metal tecnico


Questo e' un EP che John Mortimer (voce e chitarra) incise assieme a Steve Cowen (batteria) e Graham Hall (basso), qualche anno dopo aver dato alle stampe il brutto "No Man's Land", il cui fiasco aveva portato la band a sciogliersi e a rimanere nel dimenticatoio per una manciata d'anni. Questo lavoro e' composto da soli cinque pezzi, e come qualcuno ha fatto notare, trae abbastanza ispirazione dal sound dei Voivod, allontanandosi di parecchio dalle origini in pieno sound NWOBHM degli Holocaust.
La facciata A e' quella che preferisco, in particolare il pezzo che apre il disco: "This Annihilation" e' bella sporca e tirata, forse come suono la piu' vicina alle loro origini, con riff metal molto incisivi e taglienti come motoseghe. La seguente "I Smash The Void" segue senza soluzione di continuita' ed e' invece piuttosto lenta e cadenzata... e a me ricorda vagamente la mitica "My Sharona", hehehe. Poi il pezzo piu' "futuristico" dell'album, "Dance Into The Vortex", mi fa tornare in mente "Cygnus X-1" dei Rush, e' forse la piu' interessante canzone del disco.
La facciata B e' meno incisiva, con la quasi-strumentale "Curious" dall'inizio abbastanza pesante e granitico ma piacevole comunque, e con la lunghissima "Three Ways To Die", dai testi abbastanza particolari che descrivono tre situazioni di morte, tra cui quella di un combattente islamico contro le milizie cristiane in Libano.
Questo e' un EP particolare, come gia' altre produzioni degli Holocaust. E' difficile dire se si tratti di un bel disco oppure solo di un lavoro interessante per gli spunti di cambiamento che contiene rispetto al passato. Per me ci sono entrambe le cose. In alcuni punti e' potente al punto giusto, in altri comunque si lascia ascoltare senza parti veramente brutte. Forse e' un po' freddino, piu' da ascoltare con la testa che non per fare headbanging, ma di sicuro qualche passata sul piatto dello stereo vale la pena di dargliela se lo si riesce a trovare in qualche fiera (anche se ormai e' piuttosto difficile vederlo in giro).
(Mork - Luglio 2004)

Voto: 7


Contatti:
Sito internet: http://www.holocaustmetal.com/