GRAVE DIGGER
Tunes Of War

Etichetta: GUN Records
Anno: 1996
Durata: 47 min
Genere: Power Metal


"Tunes Of War" segna il ritorno del becchino su territori più speed che avevano caratterizzato il come-back del 1993, arricchiti per la prima volta da cori di estrazione epica che diverranno il marchio di fabbrica nei dischi a venire. Pur inferiore al precedente "Heart Of Darkness", TOW è il disco dell'esplosione commerciale che consacrerà i Grave Digger tra i massimi esponenti del Power Europeo. Si tratta di un concept album sulle gesta scozzesi capitanate da William Wallace.
Cornamuse su base metallica introducono la prima terremotate "Scotland United", una metal track molto coinvolgente sopratutto in sede live, dove il coro incitante una Scozia unita viene sottolineato da un rallentamento delle ritmiche. "Dark Of The Sun" è una classica metal song molto semplice ma anch'essa devastante in sede live. Assolutamente speed è invece "Braveheart", forse la canzone con il cantato più forzato che il singer Boltendhal abbia mai composto. Velocità e rabbia si calmano all'altezza del bel ritornello dove Wallace parla in prima persona.
Tra speed song e momenti più rilassati, il disco non presenta cali di tono o riempitivi, contribuendo alla piena riuscita del disco. Da menzionare assolutamente la stupenda "The Ballad Of Mary (Queen Of Scots)", un lento commovente lontano anni luce dalle ballad plastificate costruite a tavolino che la nuova ondata di power ci appioppa praticamente in ogni uscita. Grande l'interpretazione di Boltendhal, che per una volta non si accanisce contro le sue corde vocali, regalandoci un'interpretazione sopra le righe, ricca di enfasi, senza scomodare ad ogni costo melodie eccessivamente mielose.
Se da un lato il disco è un ottimo esempio di power epico doppiocassato, è anche vero che la decisione di far caratterizzare i dischi a venire da quei cori epici (troppo forzati nella maggior parte dei casi) che hanno determinato il successo commerciale ha inevitabilmente indebolito la loro proposta, dimenticando quasi completamente la atmosfere oscure create nel capolavoro "Heart Of Darkness".
(Stefanungol - Giugno 2003)

Voto: 8.5


Contatti:
Sito internet: http://www.grave-digger.de/