GORGOROTH
Antichrist

Etichetta: Malicious Records
Anno: 1996
Durata: 25 min
Genere: Black Metal


25 Minuti??? I Gorgoroth hanno impiegato due anni per scrivere 25 minuti di musica??? Ma che cazz... mi sa che lavorano di più i nostri politici! Comunque sia, meglio che mi attenga al contenuto musicale. Dicevo dunque che "Antichrist", nuovo full-length dei norvegesi Gorgoroth, segue di due anni il precedente "Pentagram", senza discostarsi di molto, anzi di niente! Sempre freddissimo Black Metal per Infernus e soci, che per la cronaca in questo disco sono nientemeno che Frost dei Satyricon alla batteria e Pest degli Obtained Enslavement alla voce (su tre delle sei tracce). Dunque via Samoth e Goat, drummer fondatore (chissà in quanti sentono la sua mancanza!), mentre resta il fido vocalist Hat. E, sempre per la cronaca, "Antichrist" è dedicato al compianto Euronymous.
Il risultato è, come detto, sempre lo stesso... ossia odio nero vomitato in una musica scarnissima e gelida creata per esprimere la più cupa misantropia e il più fiero distacco dal consorzio umano. Ne sono una prova brani essenziali come "Bergtrollets Hevn", un ripasso della storia del black metal; "Gorgoroth", dal particolare riff su tonalità alte ma sempre incredibilmente lugubre; "Possessed (by Satan)", a dire il vero un po' pallosa nel suo incedere tutto uguale; "Heavens Fall", un pezzo bellissimo e molto evocativo, sullo stile dei Satyricon di "The Shadowthrone"; e l'ultima "Sorg", aperta dalla stra-abusata pioggia con tanto di campana sullo sfondo... brano mooolto lento, dai tipici riffs doom (mi ricorda vagamente "Al Svartr" degli Emperor, intro di "Anthems...") con tanto di cori epici, scandito dalle urla di Hat il Maledetto.
Per il resto, la copertina è ultra scarna; sì, i DarkThrone insegnano, ma che palle... e poi almeno loro ce la mettevano qualcosa, mentre i Gorgoroth si son limitati a prendere la copertina di Pentagram, a scrivere sotto il logo il titolo del disco e a schiaffarci una croce rovesciata; per il resto è bene o male la stessa cosa! I testi nel CD non ci sono, e buonanotte.
E qui vi lascio, signori. Io vi consiglio nettamente "Pentagram", però anche "Antichrist" non è male. E poi, se lo ascoltate d'estate porterà un po' di fresco nelle vostre stanzette!
(Randolph Carter - Febbraio 2003)

Voto: 7