GORGON
Savage The Fox EP (EP)

Etichetta: Street Light
Anno: 2001
Durata: 8 min
Genere: NWOBHM


Incredibile... semplicemente allucinante!!! Queste sono le prime parole che mi sono venute in mente mentre stavo ascoltando i due brani che compongono questo EP dei giapponesi Gorgon. La band si è formata nel 1995 e la biografia dice "da quattro maniaci della NWOBHM". No... non sono maniaci... sono pazzi!!! Sono veramente ancora sconvolto, cioè siamo nel 2003 se non sbaglio eppure ascoltando questo EP ci si domanda realmente se per caso non ci è successo qualcosa come è accaduto a Benigni e Troisi in "Non ci resta che piangere"...
La copertina di questo 7" (sì, si tratta di un mitico 45 giri che quindi necessita di giradischi... hehehe) è disegnata, sullo sfondo giallino ci sono i quattro volti dei componenti della band sapientemente riprodotti. Fra l'altro uno di loro nella foto stampata nella biografia assomiglia in maniera incredibile a Ronnie James Dio...
Parliamo della musica... suoni di merda (in senso buono), grezzi, secchi, "smarsi" al massimo. Le canzoni? Semplici, suonate anche male (anche qui in senso buono), grezze, secche, "smarse" al massimo. La produzione? Brutta (ancora una volta in senso buono), grezzissima, "smarsa"... insomma addirittura peggio di quelle delle compilation che giravano nei primissimi anni '80.
Inutile ripeterlo, i Gorgon secondo me devono aver trovato la macchina di Doc Emmett Brown (ricordate il film "Ritorno al Futuro"?) e devono aver fatto un viaggetto a ritroso nel tempo in Inghilterra, preso qualche mixer, registratore, microfoni, strumenti e Marshall dell'epoca e, tornati al presente, hanno cominciato a fare musica.
Sinceramente faccio fatica a dare una valutazione a questo lavoro perché se lo devo valutare nell'ottica di un prodotto che si rifà allo spirito NWOBHM gli darei un 10; fra l'altro è importante far notare che il gruppo ha iniziato suonando cover e la loro setlist comprende oltre cento titoli alcuni dei quali di band famose quali Angel Witch, Holocaust, After Dark, Satan, Quartz e molti altri invece di altre band molto meno conosciute. Questa è una cosa che fa capire quanto questi ragazzi sono calati nella parte e quanto ci credono in quello che fanno.
Purtroppo però devo anche riconoscere che le due canzoni proposte non sono proprio bellissime. Sono un po' banalotte e forse manca anche il tiro giusto per riuscire a strappare un voto un po' più alto. Di certo non si può pretendere una completa originalità, ma questi due brani sono forse un po' troppo in linea con la media delle produzioni di quell'epoca, media che si può anche interpretare come mediocrità.
Questo EP è più che consigliatissimo agli amanti della NWOBHM e in particolare a chi è ancora legato al sound di quel periodo.
(Disconnected - Aprile 2003)

Voto: 6.5


Contatti:
Mail: gorgon@jnb.odn.ne.jp
Sito internet: http://www.truemetal.org/gorgon/