GORETORTURE
Promised To Kill You Last... I Lied!

Etichetta: Pyrolagnia
Anno: 2004
Durata: 33 min
Genere: grind/death-core


Certa gente sta f˛ri. Ma f˛ri tanto! Cosa deve pensare una brava massaia come me quando si trova tra le mani un CD del genere?! Mi spiego... La copertina e il booklet sono un'opera di collage assurdo, da manicomio: solo ed esclusivamente foto di Arnold Schwarzenegger prese dai suoi pi¨ celebri film d'azione, dalla saga di Conan a quella di Terminator, passando per "Commando", "Danko", "Codice Magnum", "Total Recall" e naturalmente "Predator". Lo stesso logo della band Ŕ scritto con gli stessi caratteri usati nel cartellone del suddetto film, e la creatura protagonista appare anche essa nel booklet: unica foto non di Schwarzie oltre a quella del pazzo furioso autore di cotanta delizia. Trattasi di tale Gurglenator (!!), un tuttofare finlandese che mi dicono dalla regia essere nella line-up di un gruppo affine chiamato Torn. Costui si occupa di tutto: voce (o ci˛ che ne rimane, visto il tono!), chitarre e bassi e programming della batteria elettronica, ribattezzata Dr. Brutal Robot per l'occasione.
Questo Gurglenator si Ŕ occupato anche di registrarsi, mixarsi e masterizzarsi tutto il cucuzzaro, oltre che della parte grafica, ovviamente.
Il nostro eroe ci fa sapere che ha deciso di inaugurare il progetto Goretorture non appena ha avuto la brillante idea di unire le sue due maggiori passioni (Schwarzenegger e il brutal death metal) in un'unica cosa. Ci tiene anche a far presente che, sebbene il disco contenga anche dei discorsi politici del piccolo Arnold, Goretorture non li condivide affatto ma li inserisce solo per 'fun', e chi non la capisce se ne pu˛ pure andare affanculo (parole sue...)!
Infatti, puntualissimo, il disco (il cui titolo "Promised To Kill You Last... I Lied!" Ŕ una citazione da "Commando", pellicola interpretata indovinate da chi?) parte con un discorso del pluri-menzionato fustacchione al suo elettorato californiano, in cui si scusa per aver maltrattato delle donne in alcuni suoi film violenti ed offensivi... Per poi sfociare nel furioso assalto brutal/death/grind "Promised To Kill": un growl disumano che spero essere in qualche modo effettato, chitarre dalle corde penzolanti da quanto sono accordate basse, un fiorire di armonici, una batteria programmata che per˛ si lascia ascoltare tranquillamente. Il tutto si colloca tra Suffocation e Brutal Truth, giusto per citare due nomi notissimi, ma Ŕ tutto mooolto pi¨ purulento! Addirittura certi brani come "Predabutcher" o "Meat Grind Cookery" mi ricordano i Carcass di "Reek Of Putrefaction", anche se nei momenti meno forsennati mi portano alla mente i primi Bolt Thrower, dei tempi di "Realms Of Chaos"... In altri momenti mid-tempo Goretorture riesce a ricordami anche certo death svedese, tipo gli Unleashed, se fossere zombi giÓ abbondantemente putrefatti!
Inutile sottolineare che non c'Ŕ nemmeno un brano che non abbia in sÚ almeno 10 secondi della voce di Schwarzenegger presa da qualche suo film o da qualche suo comizio politico.
Se ve la sentite di innalzarvi al livello della follia di Gurglenator, io vi consiglio di dargli un ascolto. Certo, qualche perplessitÓ avete il diritto di averla: uno che basa tutto il disco sull'opera di Mister Olympia dovrÓ avere qualcosa da nascondere dietro tutta questa hype, tipo che non sa suonare, o che il suo disco fa cagare. E invece no! Il disco riesce ad essere sorprendentemente interessante e piacevole, con o senza Schwarzenegger!! Siamo lontani dal capolavoro, complice anche una produzione un po' troppo povera, ma per essere il delirio di un folle, Ŕ un delirio riuscito fin troppo bene, che fa bella figura sia nei blast-beat pi¨ veloci della luce che nei momenti pi¨ cadenzati alla Godzilla, anche se in nessuno dei suoi film c'era Schwarzie.
(MoonFish - Gennaio 2005)

Voto: 7.5


Contatti:
Goretorture
Gurglenator / A. Jarvinen
Paavinkatu 4F 80
20540 Turku
FINLAND
Mail Goretorture: krator@jippii.fi

Mail Pyrolagnia: pyro@front.ru
Sito Pyrolagnia: http://www.pyrolagnia.ru/