GODÜS
Hell Fuck Demon Sound

Etichetta: Xtreem Music
Anno: 2004
Durata: 32 min
Genere: black metal


I Godüs si sono formati in Spagna nel 2000. In origine questa band non era che un side-project di alcuni membri dei Nüll e dei Wormed. Nel corso del tempo però, soprattutto in seguito alla pubblicazione di un demo nel 2002, i musicisti hanno deciso di prendere sul serio questo progetto. La line-up, mai cambiata, vede Abraham alla voce, V. Brown alle chitarre, F. Trych al basso e Phlegeton alla batteria. Nel 2004 i Godüs hanno distribuito un promo di tre canzoni che gli ha fatto guadagnare l'attenzione dell'etichetta Xtreem Music. Questa label, che ha preso il posto della mitica Repulse, ha subito messo sotto contratto il gruppo. Il frutto di questa collaborazione è il debut album "Hell Fuck Demon Sound", un CD composto da otto canzoni tutte già registrate nel 2003 ai Mantis Studios di Madrid.
"Megatomic Nightmare" è aperta da una misteriosa introduzione di tastiera. Le prime battute sono molto lente: hanno un incedere funereo. La voce di Abraham è generalmente rauca e sgradevole. In compenso il cantante è in grado di alternare anche vocals declamate e growling abissale. Improvvisamente la canzone accelera: la batteria parte in blastbeat mentre V. Brown e F. Trych fanno del loro meglio per rendere accattivanti i riff basilari. Complessivamente, si tratta di una canzone molto nella norma suonata però con una furia genuina e coinvolgente.
La title-track occupa la seconda posizione nella scaletta. Se i Godüs fossero norvegesi anziché spagnoli, nessuno si stupirebbe: questo è un brano di puro black metal gelido e minimale. Il riffing è irritante; l'esecuzione molto istintiva. Bello il ritornello, di facile presa.
"Storm Of Bullets" ha un riffing alla DarkThrone. Si segnalano parecchi cambi di ritmo e di melodia. Fa il paio con la seguente, distruttiva "Atomic Condemnation". Questi Godüs possono essere considerati una manna per quanti adorano il black metal ortodosso! La qualità di registrazione dell'album è oltretutto pienamente apprezzabile, sebbene non sia nitidissima. E' abbastanza funzionale da comunicare la potenza sprigionata dal quartetto.
"Tear Your Soul Apart" continua la carrellata di musica misantropica ed ostile. La chitarra di V. Brown è in grado di creare atmosfere così odiose da risvegliare nostalgici ricordi agli amanti del black della prima ora. Il suono del malefico combo è sporco; la precisione non è mai così leccata da privare le canzoni del loro lato più selvaggio. Questa sì che è cattiveria!
"War, Blood And Agony" ci mostra il lato più melodico del quartetto spagnolo. Ovviamente, nei limiti della sua proposta musicale. Si tratta ancora di una buona traccia, sempre ligia nel rispetto della tradizione. "We Are Godüs!" può rappresentare il manifesto della band. Essa dà un'idea chiara dello stile della band. La ritmica è furiosa come non mai. Le successioni armoniche sono esageratamente negative. I Godüs non cedono a compromessi, mai!
L'ultima traccia di questo album d'esordio è la cover di una canzone dei DarkThrone: "Triumphant Gleam" (da "Panzerfaust"). Molto ben fatta.
I Godüs dimostrano con questo "Hell Fuck Demon Sound" di essere un gruppo promettente nel panorama del black ortodosso. Sono certo che chi ama questo genere di musica sentirà presto parlare di loro. A questo target di ascoltatori consiglio di acquistare il CD ad occhi chiusi. Puro black metal misantropico.
(Hellvis - Maggio 2004)

Voto: 7.5


Contatti:
Godüs
c/o Josè Luis Rey Sánchez
Río Tormes #9, 5° B
28935 Móstoles (Madrid)
SPAIN
Mail Godüs: thetruegodus@yahoo.es
Sito Godüs: http://www.godus.cjb.net/

Sito Xtreem Music: http://www.xtreemmusic.com/