FUORIUSO
Black Signs

Etichetta: Sweet Poison Records
Anno: 2007
Durata: 39 min
Genere: street metal/hard rock


I Fuoriuso nascono nel 1995, hanno quindi parecchia strada alle spalle e, poco ma sicuro, hanno dovuto faticare tanto per stare in piedi e mantenere la rotta, sballottati da mode, tendenze, nuovi suoni e chissà cos'altro. Purtroppo pare che non ci siano riusciti granché bene, perchè questa band a mio parere ha qualche problema di identità.
Cominciamo dal nome: Fuoriuso. Al di là del fatto che possa piacermi o meno è indubbiamente fuorimoda e fuorviante con l'aura di rock italiano che si porta dietro, anche perché la band suona tutt'altro genere musicale.
La copertina dell'album è una strana accozzaglia di stereotipi dei più recenti gruppi metal/gothic/punk e/o pop. Una bambina con aria malefica che piange lacrime di sangue, indossa una t-shirt con disegno tribale all'ultima moda fotomontata (male) su una cameretta che pare quella che in quasi tutte le case delle nonne italiane è ancora riservata al figlio ormai fuoricasa. Avete presente? Copriletto coi fiori, pupazzetto appeso alla testiera in ottone del letto, cassettiera con specchio sulla quale si intravedono foto in cornice e ninnoli del tempo che fu.
Al posto dello specchio, un altro pessimo fotomontaggio col ritratto del gruppo. Lettering "psicopatico" e grondante per il titolo dell'album, logo con stelline per la band.
Io non ci capisco niente.
Passiamo allora alla musica
Faccio finta di non notare il fatto che l'abum inizi con un'inspiegabile "intro" perfettamente inutile: una vecchia registrazione gracchiante di una canzonetta anni... trentaquarantacinquanta.
L'impressione di schizofrenia che si percepiva già dalla copertina sembra pervadere tutto il disco.
I Furiuso dicono di ispirarsi al metal degli anni '80, allo street rock o "sleaze" che dir si voglia e questo è innegabile. Suonano pure bene e si sente che il genere gli piace sul serio e conoscono la materia, però ascoltando i brani si percepisce una spiacevole sensazione: come se i Fuoriuso non fossero riusciti a decidere esattamente se volevano suonare "vintage" oppure uniformarsi allo stile e alla produzione di oggi.
L'apice di questa confusione lo si raggiunge con la (francamente orrenda) cover di "Liar" dei Sex Pistols. Una canzone in origine punk, riarrangiata con un'intro (ancora!) semielettronica che si ripresenta nel bel mezzo del brano, assoli in abbondanza, cori da stadio, voce quasi growl e una bella manciata di "fuckin'" qui e là a condire il tutto.
Ad ogni modo l'album in altri momenti si fa decisamente apprezzare e cioè quando gli intenti sembrano essere più a fuoco. Si vedano ad esempio "Decadence Dream" (che paga tributo agli Hanoi Rocks e lo fa con gusto e carattere) o la seguente "Love Desire" o anche "Danger In The City". In questi episodi si riesce a sentire il calore della strada e l'odore rancido del Jack Daniel's seppelliti però sotto un muro di chitarre troppo pompate e una batteria con dei suoni a cavallo fra il MIDI e i Metallica di "Load".
Terrificante, decisamente da buttare è invece "Sexy Teens (The Dream)" la ballad (sorretta soltanto da pianoforte e violini sintetizzati dai suoni tremendamente artificiali: pare la base di una tastiera da pianobar) che chiude l'album. Peraltro la canzone è in realtà una "versione sanremese" del brano di apertura del disco che non era nemmeno così male.
Soffermandomi un attimo sulla produzione non posso fare altro che notare come sia in realtà questa la pecca maggiore del disco: suoni troppo "gonfiati" e freddi che poco si addicono al calore che le canzoni sembrano volere trasmettere e che disorientano parecchio. Per fare un esempio iperbolico: immaginate di sentire gli AC/DC con la produzione e i suoni di, che ne so... dei Megadeth?
I Fuoriuso hanno le idee un po' confuse a mio parere: se riuscissero a fare piazza pulita di tutte quelle... "stonature stilistiche" (perdonatemi l'espressione) e lasciassero dettar legge alla loro animaccia streetrock sarebbero una band coi controcazzi. Se poi cambiassero anche il nome... ma questa è solo una questione di gusti!
(Duca Chiodo Dellacroce - Marzo 2007)

Voto: 6.5


Contatti:
Mail Fuoriuso: info666@fuoriusoweb.com
Sito Fuoriuso: http://www.fuoriusoweb.com/

Sito Gatti Promotion: http://www.gattipromotion.it/