FUDO SATELLITE
Primitive

Etichetta: UK Division Records / Alkemist Fanatix
Anno: 2009
Durata: 44 min
Genere: alternative rock


La storia di questa band ha inizio nel 2004, in quel di Arezzo, da un'idea di Gabriele e Giacomo, ai quali ben presto si sono uniti Luca e Tommaso. Fin dagli esordi, il gruppo (chiamato The Sleepers) ha proposto la sua musica dal vivo, tenendo parecchi concerti in Toscana. In queste occasioni, il quartetto ha distribuito anche i suoi demo.
Nel 2007, a causa dell'omonimia con un gruppo statunitense, i The Sleepers hanno deciso di cambiare il proprio moniker in Fudo Satellite. Successivamente, sono stati messi sotto contratto dalla UK Division Records, e per questa etichetta hanno realizzato il loro album d'esordio: "Primitive".
Questo lavoro è stato registrato nel maggio del 2008, presso lo studio West Link di Pisa, sotto la supervisione di Ale Paolucci ed Ale Sportelli. La formazione che ha inciso questo disco è la stessa delle origini: Gabriele si è occupato della voce e della chitarra, strumento sul quale ha operato anche Giacomo. Luca ha invece suonato la batteria, mentre Tommaso si è dedicato al basso ed ai sintetizzatori.
La copertina di "Primitive" è molto suggestiva: su uno sfondo rosso intenso, si vedono i profili di due gorilla (o meglio, le loro radiografie) che si fronteggiano in una perfetta simmetria. I due primati tengono nelle mani delle pistole. Il libretto, di otto facciate, non contiene i testi, ma le fotografie dei musicisti a colori.
L'album ha una durata di 44 minuti, scanditi da dieci tracce (più una ghost-track: in totale le tracce che appaiono sul display sono dodici). E nel corso di questo lavoro, i Fudo Satellite mettono in mostra una grande capacità espressiva, un tiro non da poco, una creatività intelligente ed anche un songwriting discretamente vivace. Per contro, la loro musica è anche piuttosto derivativa, e sono tanti i passaggi capaci di evocare, nella mente dell'ascoltatore, dei paragoni con alcuni gruppi famosi.
Stilisticamente, il quartetto propone un alternative rock molto eclettico, di stampo decisamente americano. Quasi tutte le canzoni, tra l'altro, mostrano un'estetica musicale molto simile a quella di Maynard James Keenan, e dei suoi Tool in particolare. Talvolta questa similitudine salta all'orecchio in maniera addirittura ingombrante, eccessiva. Ho scritto comunque che il loro alternative, vicino anche a quello dei Theory Of A Deadman, si dimostra eclettico: infatti, non riesce a nascondere derivazioni più o meno evidenti dal nu-metal (Deftones, Godsmack, Korn), dallo stoner (Fu-Manchu, Kyuss) e dal grunge (Soundgarden).
La voce di Gabriele, nel corso del CD, si dimostra davvero duttile ed espressiva. Il suo timbro è abbastanza personale, e l'interpretazione è sicura. E' un peccato che qualche volta le linee vocali vengano doppiate da un'altra voce, che le intona un'ottava più in alto: questo è un particolare veramente troppo alla Tool.
Il suono d'assieme è variegato ed espressivo. I musicisti sono molto abili in quanto a tecnica, ed esibiscono un'ottima padronanza della gamma timbrica dei loro strumenti. La tecnica permette al quartetto di dar vita ad arrangiamenti curiosi, a volte anche molto complessi sia dal punto di vista ritmico, sia in quanto a struttura del brano.
Il talento compositivo dei Fudo Satellite, fa sì che "Primitive" risulti gradevole per tutti i suoi tre quarti d'ora circa di durata. Le canzoni non hanno minutaggi proibitivi, ed il potenziale compositivo è sempre sfruttato al meglio. Grazie alle melodie semplici e a trovate d'arrangiamento notevoli, i nostri riescono ad intrattenere l'ascoltatore, ed al tempo stesso a coinvolgerlo emotivamente.
Pertanto, non posso che promuovere questo "Primitive": è un bell'album d'esordio. I Fudo Satellite sono senz'ombra di dubbio un gruppo convinto e professionale, che però ha ancora un grande limite: ha ancora troppa paura di scrollarsi di dosso le influenze dei gruppi ispiratori (Tool in testa). Il suono maturo di questo disco, ed il buon risultato qualitativo, dovrebbero convincere i Fudo Satellite a credere di più in sè stessi, ed a camminare con le proprie gambe. Sono certo che sia questa la chiave che gli potrà schiudere un futuro ricco di soddisfazioni, sia personali che artistiche.
(Hellvis - Marzo 2010)

Voto: 7


Contatti:
Mail Fudo Satellite: fudosatellite@gmail.com
Sito Fudo Satellite: http://www.fudosatellite.com/

Sito UK Division Records: http://www.myspace.com/ukdivisionrecords

Sito Alkemist Fanatix: http://www.alkemist-fanatix.com/