FORGOTTEN SILENCE
Thots

Etichetta: Metal Age
Anno: 1996
Durata: 67 min
Genere: gothic sperimentale


Questo è il primo album dei cechi Forgotten Silence, sopra ho scritto che si tratta di gothic sperimentale, è una definizione piuttosto alla buona perché si tratta di un album molto personale e fuori dagli schemi... ha qualche parte death metal, un bel po' di atmosfere gothic, ed a tutto questo vanno aggiunte molte altre cose.
Nell'album sono comprese 12 tracce, le chiamo tracce perché chiamarle canzoni non credo sia la cosa giusta da fare, sia perché non seguono minimamente la forma canzone, sia perché sono totalmente diverse l'una dall'altra, possiamo trovare un intermezzo narrato della durata di 1 minuto, come poi una traccia da 14 minuti con dentro di tutto. Credo che il modo migliore per descrivere "Thots" sia la definizione di "libro musicale", in quanto non è un insieme di canzoni, ma un vero e proprio libro messo in musica.
La musica è molto varia, si passa da sfuriate death metal (a volte anche belle intricate) a passaggi gothic con doppia voce (growl maschile e lirica femminile), a parti atmosferiche, sognanti e cantilenanti. Insomma, un vero e proprio calderone sonoro! Quando un gruppo prova a creare qualcosa di così strano il rischio è che il risultato sia totalmente inconcludente e l'ascoltatore si ritrovi un ammasso di stili differenti buttati lì a caso. Per fortuna non è il caso di "Thots", si sente benissimo che ogni passaggio ha il suo motivo logico per trovarsi in quel preciso istante, e nonostante la varietà della musica non si ha l'impressione di venire sballottati a caso a destra e sinistra, ma sembra quasi di fare un vero e proprio viaggio mentale.
La cosa più importante è ascoltare tutto l'album per intero, se si prova ad ascoltare un brano staccato dagli altri allora questo perde gran parte della sua bellezza. Questo fa sì che l'album non sia per nulla diretto, e che per ascoltarlo serva molta attenzione e concentrazione.
La produzione è molto buona, con dei suoni puliti e mixati perfettamente, proprio come piace a me, visto che le produzioni con suoni iperpompati e saturi ormai non le sopporto più. La confezione è buona, il pregio è quello di essere fuori dagli standard delle confezioni metal, partendo già dalla copertina... è difficile descriverla, ma se andate sul sito la vedete direttamente e fate prima, heehehehe!
In conclusione è un album molto bello, ed il merito va soprattutto alla voglia dei Forgotten Silence di uscire dagli schemi. Se siete amanti del gothic e cercate qualche album che abbia quelle atmosfere ma che vada fuori dai canoni del genere allora fateci un pensierino, troverete un piccolo gioiellino da scoprire ascolto dopo ascolto.
(teonzo - Luglio 2002)

Voto: 8


Contatti:
Sito internet: http://fs.redblack.cz/