EXM93
Mortualia Nocturnum

Etichetta: Vomit Arcanus Prod.
Anno: 2009
Durata: 38 min
Genere: black metal


Chi sono questi EXM93 (ExMortuarium93)? Dunque, la loro storia è abbastanza lunga, e trova le sue radici nel 1992, quando in quel di Milano sono nati i Takabriga. La vita di questo gruppo caotico è durata soltanto un anno. Nel 1993 si sono formati i Mortuarium, una band dedita ad un black metal molto diretto, dalle tematiche spiccatamente satanico-naziste. I Mortuarium si sono poi sciolti nel 1998, ma una parte dei suoi componenti ha continuato a suonare sotto il moniker di Mortualia Nocturnum. Negli anni seguenti, si è avuto un processo di riavvicinamento tra i vari membri dei Mortuarium, che si è concluso nel 2002. Ed è proprio a partire da quell'anno, che è iniziata la carriera degli EXM93.
"Mortualia Nocturnum" è il primo album degli EXM93. E' diviso in due parti: la prima ripropone il demo "Lux Exanimis" dei Mortualia Nocturnum; la seconda, intitolata "The Return Of The Undead", raccoglie tre canzoni del periodo Mortuarium. Questo disco è stato concepito, quindi, come una sorta di riepilogo storico per divulgare agli ascoltatori il passato musicale della band. Al tempo stesso, gli EXM93 ci tengono a precisare che le tematiche satanico-naziste sono state abbandonate, a favore del tema portante del patriottismo.
Attualmente, il gruppo è al lavoro in studio, impegnato nella realizzazione del suo secondo full-length: "Spirito Guerriero".
Concentriamoci ora, però, su "Mortualia Nocturnum". La copertina mostra un teschio simile a quello delle SS Totenkopf, su uno sfondo nero. Nome del gruppo e titolo dell'album sono stampati in caratteri gotici, di color rosso. Il libretto, di due pagine, contiene una foto dei musicisti e la storia degli EXM93.
Questo lavoro è stato registrato tra il 2006 ed il 2008 presso gli studi Incubus. La formazione che ha inciso queste tracce consiste in Umbra Lugubris (voce e chitarra), Malum Tenebris (batteria e cori), Mors (basso e cori) e Arcanus Incubus (chitarra e tastiera).
La prima parte del CD si intitola "Mortualia Nocturnum".
"Malvagis Noctiluca" è un'introduzione di tastiera, tesa ma anche molto semplice, sulla quale si possono ascoltare alcuni campionamenti di un discorso del Duce.
"Hymn To The Eternal Night" è una traccia di black metal rabbiosa e diretta, molto semplice nella sua struttura, e tutta giocata sull'impatto e la violenza esecutiva degli EXM93. Ci sono diversi cambi di tempo e di riff, ma non si avvertono mai complicazioni tecniche eccessive. La musica proposta dal quartetto è genuinamente black metal, ed è uniformata in modo ligio alla tradizione del genere. La tastiera, in sottofondo, sottolinea alcuni passaggi, e ci riporta con la mente agli anni 90. La voce distorta di Umbra Lugubris è davvero cattiva. Il suono delle chitarre è tagliente ed antipatico.
"Crucified By Your God" parte immediatamente, assalendo l'ascoltatore alla gola. Le caratteristiche stilistiche descritte per la canzone precedente, possono calzare a pennello anche per questa seconda traccia. Con le debite differenze ovviamente. Il brano infatti è dotato di un'identità propria e precisa: il songwriting dei nostri è fortunatamente abbastanza vario. E c'è spazio anche per un assolo di chitarra. "Crucified By Your God" non è affatto male come canzone, ed è in possesso di una melodia quasi "catchy" (sempre che questo termine possa essere adeguato alla proposta musicale degli EXM93).
"Bleeding Sheep Mutilated" è introdotta da un intermezzo dark ambient, misterioso e cupo. La canzone ha un impatto abrasivo ed è contraddistinta da un riffing vorticoso. La ritmica è arrembante, e la furia esecutiva dei nostri è davvero impressionante.
"Black Evil Sky" è una nuova prova di cattiveria del quartetto, sempre attento a dar vita a riff ed a successioni armoniche marce e tenebrose. E con questa composizione, e la successiva outro "Lux Exanimis", si chiude la prima parte del CD. Nel corso di queste prime sei tracce gli EXM93 hanno dimostrato di essere in possesso di un tiro invidiabile, e di tenere in gran conto la tradizione del black metal. Nel loro songwriting è rilevabile anche qualche traccia del death metal delle origini. "Black Evil Sky", in particolare, è significativa in tal senso.
Passiamo ora alle tre composizioni "storiche" che costituiscono la sezione "The Return Of The Undead".
"Blood Of God On White Herd" è un bell'esempio di black metal ortodosso e diretto, sostenuto da un blastbeat devastante. La composizione è abbastanza coinvolgente. La capacità esecutiva dei musicisti è buona e "sentita".
"Obscure Satan's Kingdom" è meno travolgente della precedente, ma è altrettanto valida. Dimostra anzi quanto fosse creativa e varia la capacità compositiva dei Mortuarium. La composizione ha una struttura complessa, che mantiene vivo l'interesse dell'ascoltatore dalla prima all'ultima nota. Anche qui, comunque, le accelerazioni sono brucianti.
"The Night Of The Damned Moon" è più evocativa delle altre due canzoni, poichè ha un maggiore potenziale melodico, e l'arrangiamento è arricchito dalla tastiera.
In conclusione, quale giudizio dare a questo "Mortualia Nocturnum"? Io direi un giudizio tutto sommato positivo, perchè il black metal qui proposto è avvincente e cattivo. Certo, da un lato manca un po' di originalità, e dall'altro l'ascoltatore si trova di fronte a composizioni dei Mortuarium e dei Mortualia Nocturnum, ma ancora a nulla che possa essere identificato con gli EXM93. I pezzi rappresentano infatti il passato degli artisti milanesi. Per questo attendo con curiosità il prossimo album, in preparazione. "Mortualia Nocturnum" è solo un mezzo per introdurre questa realtà musicale agli ascoltatori di oggi, legandola al suo passato. E perchè certe composizioni, buone, non cadano nel dimenticatoio. Ora però gli EXM93 sono pronti per la sfida più difficile: proporre composizioni nuove. Aspettiamoli al varco, fiduciosi.
(Hellvis - Marzo 2010)

Voto: 6.5


Contatti:
Mail EXM93: lika.coli@libero.it
Sito EXM93: http://www.exm93.tk/

Sito Vomit Arcanus Prod.: http://www.vomitarcanus.tk/