DERDIAN
New Era pt.3 – The Apocalypse

Etichetta: Magna Carta
Anno: 2010
Durata: 63 min
Genere: symphonic power metal


Giunge al terzo capitolo la saga fantasy musicata dai Derdian fin dal loro debutto, "New Era pt.1", pubblicato nel 2005 e ancora una volta la formazione nostrana si conferma una interessante realtà del panorama power metal di stampo sinfonico, capace di fare da contraltare a tante band straniere e di affiancarsi agli alfieri più indomiti del genere, i Rhapsody Of Fire, per mantenere un genere che non è più nel suo massimo splendore. D'altra parte il rischio di cadere nella banalità del fantasy più adolescenziale è altissimo in uno stile così pomposo, ma fortunatamente i Derdian sono sempre riusciti a schivare le trappole più insidiose grazie ad un apparato musicale decisamente solido e variegato, che non viene influenzato semplicemente dai già citati Rhapsody, ma che trova diversi spunti nel thrash, nel power più roccioso e nelle evoluzioni prog dei Symphony X. Non immaginatevi quindi un lavoro debole, zuccheroso e innocuo; bensì un'invitante opera metal che si poggia saldamente sulla perizia strumentale dei musicisti e sulla concretezza degli arrangiamenti. Poi, certo, le coordinate sonore tipiche del genere ci sono tutte e da lì non ci si sposta più di tanto, con tutti i pregi e i difetti che questo comporta: dire che chi odia il genere non cambierà certo idea con questo lavoro è una frase tanto banale quanto vera. I Derdian vivono in maniera molto lucida un genere che ha già espresso gran parte di quello che poteva dire e si accontenta di riproporre dei topoi letterari, il che, se si vuole, è perfettamente in linea con la tradizione dell'epica fantasy che la band mette in atto. In fondo questo è quello che attualmente viene richiesto al power sinfonico e questo è quello che potrete trovare nelle tredici tracce che compongono l'album, con in più il pregio, ripeto, di una scrittura e una forma di buona qualità. Ancora non posso dire che si tratti dell'eccellenza, sia a causa di qualche ingenuità di troppo in fase di scrittura che finisce per rendere molti passaggi davvero prevedibili per chi segue questo genere dalla discesa di quel fulmine a ciel sereno che fu "Legendary Tales" nel 1997, sia per la trama della saga che non mi pare esattamente frutto della penna di Tolkien. Nonostante questo, però, credo che si possa tranquillamente consigliare l'ascolto di "New Era pt.3 - The Apocalypse" a cuor leggero a tutti gli affezionati del genere, perchè contrariamente a tantissime formazioni italiane spuntate come funghi dopo un temporale in quegli anni, i Derdian hanno davvero dimostrato di avere le carte giuste per resistere al logorio del tempo e il talento per continuare a creare nuovi lavori sempre degni di attenzione.
D'altra parte basta ascoltare le varie composizioni di questo terzo lavoro per rendersene conto: la band padroneggia senza problemi tutte le varie sfumature del genere, partendo dalle orchestrazioni dell'intro "Preludio", passando per gli episodi più veloci e aggressivi come "The Spell", impreziosita con eleganza dall'ottimo lavoro solista della chitarra e dalle punteggiature delle tastiere, sempre presenti ma mai fuori contesto. Cavalcate epiche e guerresche come "Battleplan" alternano l'incedere possente del guerriero ai cori avvolgenti della vittoria, ma non mancano episodi più leggeri e catchy come "Black Rose" o "The Prophecy", senza dimenticare, naturalmente, la delicata ballad "Forevermore", che vede la partecipazione di Lisy Stefanoni degli Evenoire, molto brava sia come cantante che per i suoi interventi al flauto. Bisogna dire che non tutti i tredici brani sono all'altezza della situazione, tant'è che una durata di sessantatrè minuti è forse sprecata, lasciando troppo spazio a qualche inevitabile riempitivo, ma davvero non si può dire che nel complesso la prova del gruppo non sia da promuovere. Di conseguenza mi ritrovo a consigliare questa nuova opera a chi conosce i Derdian e a tutti coloro che magari non li hanno mai sentiti ma amano questa declinazione del power metal: non saranno affatto soldi buttati. Alla band, invece, auguro di continuare a migliorarsi e di dimostrare sempre di più di essere capaci di mantenersi ben al di sopra della media in un mare che tende un po' troppo alla calma piatta.
(Danny Boodman - Settembre 2010)

Voto: 7


Contatti:
Mail Derdian: derdian@katamail.com
Sito Derdian: http://www.derdian.com/

Sito Magna Carta: http://www.magnacarta.net/