CUBRE
Live For Need (Live Album)

Etichetta: Hot Steel Records
Anno: 2009
Durata: 42 min
Genere: post-hardcore/grind sperimentale


I Cubre sono una ben nota realtà dell'underground estremo del nostro paese, e hanno celebrato i dieci anni di attività con un album dal vivo, intitolato "Live For Need". Le registrazioni hanno avuto luogo nell'aprile del 2008, durante un'esibizione al C.S. Zapata di Genova. Il materiale è stato poi missato e masterizzato presso gli studi Alpha-Omega, con la supervisione di Alex Mazzali. La formazione che ha realizzato questo lavoro ha visto al microfono Berto, alla chitarra Bordello, al basso Sylus ed alla batteria Igor.
"Live For Need" è un bel digipack con una curiosa copertina a colori, dei quali il grigio è quello dominante. Essa raffigura un'individuo, o una statua, o un manichino, i cui tratti sono stati nascosti dall'utilizzo pesante ed artistico dei colori. Non c'è libretto, ma solo una foto della band sulla quale sono stampate le motivazioni alla base della pubblicazione di questo live-album.
"Live For Need" contiene dieci tracce per un totale di quarantadue minuti di musica. La qualità di registrazione è accettabile, per essere un live. Il rumore della folla si avverte, distante, soltanto negli stacchi tra una canzone e l'altra. I suoni sono un po' slabbrati, però tutti gli strumenti si sentono nitidamente. Non si tratta di un live patinato, ma è già un prodotto dalla qualità ottimale.
Non credo che abbia senso commentare questo CD traccia per traccia. Ed è ovvio che non si tratti di un lavoro col quale incominciare la propria conoscenza dei Cubre. Il gruppo milanese ha sfornato, nel corso degli anni, un buon numero di lavori tutti di ottimo livello. Da sempre ha cercato la propria strada musicale, esprimendosi in uno stile che gli stessi musicisti definiscono post-hardcore. In realtà, la loro musica ha sempre incluso anche influenze grindcore, death e metal. Questo live celebrativo è dunque indicato agli estimatori del quartetto, proprio perchè propone delle versioni uniche ed originali di brani storici, realizzati col piglio e la foga tipica di una band sul palco.
Dall'album del 2006 "Sights Of Unstable Flows", sono state tratte le canzoni "Wounded", "Border Flows", "Unstable For Need", "Seeming Safe", "Worm", "Sunrise Decline", "Expired Throught Normality" e "Numb(er)s". E' naturale che la maggior parte del materiale sia stato tratto dall'ultimo album dei Cubre: esso rappresenta la più recente espressione della maturità artistica raggiunta dai nostri.
"The Fur And The Fuhrer" è invece stata tratta dall'album del 2001 "Our Tangled Soul", mentre "Involucro" era già presente nel MCD "Cubre" del 1999, l'esordio della band lombarda. Quindi, una canzone per ognuno dei lavori precedenti della band. Questo, penso, per dare un tocco "storico" all'intera esibizione.
"Live For Need" vede i musicisti in gran forma, esibirsi con furia ma anche precisione, capaci di picchiare in maniera esasperata, come di lanciarsi in notevoli episodi tecnici. La compattezza esecutiva e la validissima realizzazione dei brani, fanno comprendere la professionalità dei musicisti, molto sicuri nei loro ruoli.
Cubre è una realtà musicale di primo piano, che spero raccolga presto i frutti del suo talento. L'underground comincia a stargli stretto.
Ha fatto bene la Hot Steel Records a pubblicare questo live. Ora il gruppo è in studio, attivo nella realizzazione di un MCD, della parte di uno split con un gruppo ancora da definire, e di un album di cover che sarà messo a disposizione su internet.
Sosteniamo i Cubre con passione.

(Hellvis - Maggio 2010)

Voto: 7


Contatti:
Sito Cubre: http://www.myspace.com/cubremusic

Sito Hot Steel Records: http://www.hotsteelrecords.com/