BURNING ENGINES
And A Good Time Was Had By All

Etichetta: Bad Mutha Recordings / Risestar Promotions
Anno: 2004
Durata: 35 min
Genere: Hard Rock


Immaginate di essere appena arrivati ad una festa in giardino da amici: un sacco di invitati, addobbi, litri di alcool e belle tipe che muoiono dalla voglia di chiedervi un parere riservato sulla loro biancheria intima. E la musica? Siete proprio voi il DJ! Ok, avete parcheggiato la macchina, aprite il bagagliaio per prendere l'attrezzatura. Solo che, piccolo particolare... avete preso la macchina dei vostri genitori!!! Mentre vi cagate e vi pisciate addosso nello stesso istante, un ultimo bagliore del sole che tramonta fa risplendere qualcosa sul sedile posteriore della macchina. Che cazzo è? E che ne so, se non vi avvicinate a vedere come faccio a saperlo, merda! Ok, aprite lo sportello e prendete in mano l'oggetto che aveva mandato quel bagliore, quasi una luce divina. E' un CD, e precisamente il CD dei Burning Engines!!! Che culo, pensate, proprio il genere di disco perfetto per una serata del genere! Hard rock quadrato con le palle, che farà muovere a dovere quei bei culetti e quelle 345 tettine che avete intravisto arrivando (come facciano ad essere dispari le zizze non lo so...).
E infatti così è, diavolo! Che figata di album, non c'è che dire: un'ottima sopresa dalla Svezia!
E pensate che Kalle Johansson, leader dei Burning Engines, prima cantava in un gruppo di black gotico, gli Embraced, che potevano vantare due dischi all'attivo e qualche tour europeo. Dopo lo split di questa band, alcuni suoi membri sono andati a rinforzare le fila di Evergrey e Soilwork, mentre il cantante Johansson ha dato vita ai Burning Engines, ossia: hard rock a volontà, senza curarsi del volume e della polizia sotto casa!!!
Si comincia con canzoni come "Break The Circle" e "Money For Love", dove i sacri insegnamenti dei Motörhead su come fare musica casinista, irrispettosa e ad altissimo volume sono utilizzati ad arte! Ma i Burning Engines non perdono di vista la melodia, perciò un pezzo come "42" risulta vicino ai primi L.A. Guns, bravi a mischiare la melodia con riff presi a nolo dal punk, e all'operato dei vecchi Thin Lizzy, maestri in fatto di intrecci melodici (ne sanno qualcosa gli Iron Maiden).
"I Think I Hate You" invece è un'attimino un po' più rilassata, almeno nella strofa, per poi esplodere nel ritornello. La voce qui assume toni simili ad un certo Glenn Danzig, perché diventa cupa e quasi dark. Un pezzo come "Going Down" poi dimostra ampiamente che i Burning Engines non hanno niente da invidiare ai nuovissimi Brides Of Destruction, la band formata da Traci Guns e Nikki Sixx. Altri brani fighi sono la motorheadiana "Shoot You In The Back", direttamente da "Ace Of Spades", e "Dreaming With The Eagle", che ricorda ancora i compianti Thin Lizzy del mitico Phil Lynott, in virtù dell'intricato riff principale.
E ora che è finito il disco, cazzo, lasciatemi tirare un po' il fiato... prima di spararmelo di nuovo!
Che dire poi dei musicisti, ragazzi: a parte il bravo Kalle, la cui voce è bella roca e a tratti, quando urla "Uòòò Yyyeeeaahhhh!!!", sembra quasi Hetfield, si distingue il chitarrista Mikael Fassberg, veramente dotatissimo sia come ritmico che come solista. I suoi assoli sono semplicemente perfetti per il genere, molto melodici e ben fatti... strepitosi quelli con il wah-wah! Anche il batterista è davvero bravo, si vede che il tipo ne capisce, e sa come abbellire nei punti giusti una ritmica o chissà cos'altro. Bravo anche il bassista, che ha un suono bello massiccio.
Molto fighi anche i suoni del disco, che fanno sembrare le canzoni dei Burning Engines dei treni lanciati a folle velocità... ovviamente dopo che il capostazione, con la maglietta degli AC/DC, ha manomesso i freni!!! Non mi resta altro da fare se non costringervi a procurarvi questo CD. Se vi piacciono i Motörhead e in generale l'hard rock/metal più casinista e divertente che ci sia, se vi garba parecchio il disco dei Brides Of Destruction (tanto per fare un esempio di una nuova uscita degna di attenzione, in tempi grami per il metal), allora non esitate a comprare "And A Good Time Wad Had By All". La certezza che vi divertirete e farete divertire gli amici è assicurata! E poi anche il titolo lo dice, o no?
(Randolph Carter - Agosto 2004)

Voto: 8


Contatti:
Sito Burning Engines: http://www.burningengines.com/
Sito Risestar Promotions: http://www.risestar.cl/