BLIND FURY
Out Of Reach

Etichetta: RoadRunner
Anno: 1985
Durata: -- min
Genere: classic metal


La band inglese ha realizzato solo questo vinile, ma la sua attività non va limitata a questo episodio, infatti erano nati nel 1983 al termine della NWOBHM con il nome di Satan e pubblicarono l'album "Court In The Act", successivamente cambiarono vocalist e diventarono Blind Fury, per poi cambiare nuovamente cantante e ritornare al nome di Satan, con cui pubblicarono un EP ed un altro album. Ma non finisce qui, successivamente cambiarono ancora nome in Pariah, questa volta però non cambiarono cantante nei primi due album, mentre nel terzo avvenne il solito cambio di vocalist. Dopo questi album come Pariah il gruppo si sciolse e due di essi entrarono nei Skyclad.
Fatte queste premesse bisogna riconoscere che "Out Of Reach" è un buon disco, dove si possono ascoltare melodie power miscelate al robusto metal priestiano e maideniano. La parte del leone la fanno le chitarre che sono robuste, corpose e melodiche, suonano in perfetta sintonia come nella migliore tradizione Priest e Maiden, la sezione ritmica non è certamente al livello dei due axeman, svolge il suo lavoro senza grossi picchi tecnici. Il cantante Lou Taylor possiede una voce calda e chiara, si dimostra bravo sia nelle parti melodiche che nelle parti più power.
Fra le canzoni da segnalare vi sono la titletrack "Out Of Reach", "Back Inside", la maligna "Evil Eyes", la semiballad "Dance Of The Crimson Lady Part 1", simpatica la canzone dedicata al noto festival metal "Dynamo (there is a place...)" che si svolge in Olanda.
Bisogna dire che la band nacque in un periodo di transizione, dove la NWOBHM ormai è alla fine, il thrash sta muovendo i primi passi negli Stati Uniti e il power europeo incomincia a consolidarsi. I Blind Fury non riprongono il solito british metal ma molto stranamente si avvicinano più alle sonorità power degli Accept, senza dimenticare le influenze NWOBHM che contribuiscono a rendere il disco originale, lo ritengo un album molto attuale come sonorità.
Il giudizio è nettamente positivo, consigliabile sicuramente l'acquisto anche se credo sia piuttosto difficile da reperire.
(metalchurch - Aprile 2003)

Voto: 8.5