BELËF
Deathwind Legion (MCD)

Etichetta: Criminal Records
Anno: 1999
Durata: 20 min
Genere: black metal


Qualcuno ha definito i Belëf come i Marduk francesi. Nulla di più sbagliato! Il paragone non rende giustizia... alla band transalpina! Nonostante la sua discografia sia limitata a due demo e questo MCD, la musica è veramente spettacolare! Evitiamo però di descrivere ora le loro qualità musicali e diamo prima qualche cenno biografico.
Formatisi nel 1996 da un'idea di Adramelech e Brahamator (chitarre), i Belëf hanno completato la formazione solo nel 1998. Il resto della line-up consisteva in Gorgor (batteria) e Morrdrëd (voce e basso). Con i nuovi acquisti, la band ha inciso un demo dal titolo di "The Fifth Season". Le buone vendite hanno permesso ai musicisti di farsi conoscere. Nel frattempo, dopo una serie di concerti, Konickthork (basso) si è unito alla band. Con il suo contributo, i Belëf hanno registrato l'omonimo demo.
Nel 1999 il gruppo entra in sala d'incisione per registrare il MCD d'esordio dal titolo "Deathwind Legion". Come bassista è accreditato un certo Baphomet, non so se un membro nuovo o se è un nuovo pseudonimo di Konickthork.
Non saprei dire se la band sia ancora attiva, se sia sciolta o soltanto ibernata. Nel sito della Criminal Records (unico riferimento disponibile visto che i Belëf non hanno un sito ufficiale) non è segnalato nulla. E' vero però che due membri importanti della band sono passati, nel 2000, nelle fila della death band di culto Agressor (FRA). Si tratta del chitarrista e fondatore Adramelech e di Gorgor.
Ascoltando "Deathwind Legion" non si può rimanere indifferenti! E' da sottolineare che la registrazione effettuata nei Panoramix Studios è potente e rende giustizia ad ogni singolo strumento. Ottima da tutti i punti di vista.
Dopo una breve introduzione fatta di urla e percussioni, i Belëf aprono le ostilità con la lovecraftiana "Into Yog-Sothoth". L'attacco è subito furioso, con basso e batteria pulsanti sotto i riff taglienti delle due asce. La qualità migliore di questa band è la complessità della loro proposta musicale. Pur non possedendo particolari figure metriche e cambi di tempo, le loro composizioni non sono immediate. Insomma, la mole di riff è spaventosa! Sebbene si senta che i francesi siano affascinati dalle suggestioni di band black iperveloci, le superano ampiamente in qualità e talento. Non saprei enumerare i cambi di riff presenti in "Into Yog-Sothoth"! So solo che è un brano grandissimo, di grande qualità tecnica! Spesso inedite soluzioni dissonanti prendono il sopravvento. Solo un ascolto attento può farle notare, perché i Belëf suonano alla velocità della luce!
La title-track rimane un brano velocissimo ma sposta le sue coordinate sui territori dei Satyricon (quelli di "Nemesis Divina"). Come nella traccia precedente, anche qui la creatività è spiazzante! La tecnica del quintetto è invidiabile: nonostante il caos generato, nessuna nota è casuale. Tutto è calcolato, ma suonato con la giusta grinta e cattiveria. Chi ama il black e se ne intende un minimo di musica non può che provare ammirazione!
"Northforest Battlefield" rallenta decisamente rispetto alle due tracce precedenti. Questo almeno per quanto riguarda le prime battute. In seguito, la musica ritorna a farsi aggressiva e vorticosa! Brahmator e Adramelech questa volta rimangono su territori più tradizionali, pur non dimenticandosi di elargire improvvise trovate di classe. Questa canzone è leggermente inferiore alle due precedenti. Si tratta comunque di un'inezia in quanto, in sé, è un brano black validissimo. Tra l'altro, Morrdrëd lancia qua e là qualche gutturale, anziché il solito strillo acutissimo.
"Deathwind Legion" è un gran bel MCD e i Belëf sono un band ingiustamente sottovalutata! Una creatività come quella dimostrata non è comune! Ascoltando questo lavoro più volte si riescono a captare tutte le varie finezze compositive. I Belëf non possono mancare a chiunque ami il black iperveloce. Una cult band da rivalutare, e al cui cospetto "nomi" quali Marduk e Dark Funeral impallidiscono!
(Hellvis - Luglio 2003)

Voto: 9


Contatti:
Mail Belëf: belefhorde@hotmail.com
Sito Criminal Records: http://criminal.free.fr/soldiers.htm