BEHEMOTH
Bewitching The Pomerania (MCD)

Etichetta: Solstitium Records
Anno: 1997
Durata: 15 min
Genere: Black Metal


Il posto lasciato vacante dalla dipartita di Baal Ravenlock venne occupato da Inferno, un batterista che si mise subito in luce per le sue doti fuori dal comune. Da qui in poi, tra lui e Nergal inizier una stretta e proficua collaborazione negli anni a venire.
"Bewitching The Pomerania" venne pubblicato pi che altro per colmare il vuoto di un paio d'anni che sarebbe intercorso tra la pubblicazione di "Grom" e quella del disco successivo. I pezzi presenti sono tre, di cui uno solo inedito, mentre gli altri non sono altro che delle riregistrazioni di vecchie composizioni.
Al di l del fatto che non ci sia molta carne al fuoco, questo MCD va interpretato come un'avvisaglia importante della profonda svolta stilistica che era in corso in seno alla band. Dimenticato il Pagan Black dell'ultimo periodo ed ancor pi il Black primordiale degli esordi, Nergal e soci iniziarono a comporre canzoni sempre pi complesse ed intricate.
"With Spell Of Inferno (Mephisto)" apre le danze: un Inferno letteralmente indiavolato stupisce fin da subito con una prestazione che non fa certo rimpiangere Baal Ravenlock. Il riffing richiama il tipico stile dei Satyricon, mentre la voce di Nergal sempre ben riconoscibile. Anche alcuni stacchi di tastiera richiamano la scena norvegese. La struttura di questo brano piuttosto varia, ed anche l'assolo pi complesso di quelli dei dischi passati.
Gli altri due pezzi sono delle differenti versioni di "Hidden In A Fog" e "Sventevith (Storming Near The Baltic)". In questi due pezzi i nuovi membri, per ovvi motivi, hanno meno modo di mettersi in luce. Personalmente preferisco le versioni originali per il feeling pi viscerale che riescono a sprigionare. In particolare, la versione di "Sventevith (Storming Near The Baltic)", molto pi veloce dell'originale (dura un minuto in meno) e con l'innesto di alcune parti di tastiera che prima non c'erano, perde molto del suo fascino. La produzione grezza e asciutta delle originali non teme confronti con questa ben pi potente e cristallina, caratterizzata da tastiere pompose e da una batteria molto pi precisa, ma anche da chitarre che non riescono ad emergere come dovrebbero.
La copertina di questo MCD la cosa peggiore, un'orrenda immagine con delle fiamme disegnate malissimo che fungono da degno contorno. La confezione del CD quella di un singolo.
Non c' molto altro da dire: "Bewitching The Pomerania" rappresenta l'inizio di una nuova era per la band polacca. Al di l di questo, la sua importanza dal punto di vista dei contenuti musicali , per forza di cose, limitata. Un'uscita che non ha avuto neppure una promozione adeguata da parte dell'etichetta tedesca Solstitium Records. Prima dell'uscita del terzo full-length "Pandemonic Incantations", i Behemoth avranno anche modo di dimostrare il loro valore in sede live, suonando per la prima volta nella loro storia in giro per l'Europa.
(BRN - Luglio 2004)

Voto: 7


Contatti:
Sito internet: http://www.behemoth.metalkings.com/