BABYLON
Tales Of Doom - Chapter I (MCD)

Etichetta: Man In Black Music
Anno: 2005
Durata: 9 min
Genere: heavy metal


Bryce Van Patten, la mente che sta dietro al progetto Babylon, è uno di quegli infaticabili personaggi coinvolti in decine e decine di progetti. È il leader dei Jesters Moon, lo ritroviamo nei LocoMotive, negli One Fallen, suona la batteria, le tastiere, canta, compone e produce le sue band e, nota fondamentale per capire questa recensione, è anche il boss della Man In Black Music, una piccola etichetta di Portland che produce tutte le sue band, più diversi altri gruppi dediti principalmente all'heavy metal di vecchia scuola.
Perché è importante sapere questo? Semplice, perché a livello di marketing questo MCD è insulso: nessun discografico sano di mente avrebbe avallato questo progetto.
Mi spiego meglio: se date un'occhiata alla durata, troverete che questo lavoro dura 9 minuti. Non è un errore di battitura, dura davvero 9 minuti. Poco male, direte voi, sarà il solito MCD apripista, un antipastino succulento in vista del full-length... e invece no. "Tales Of Doom - Chapter I" verrà seguito da altri due MCD ("Tales Of Doom" - Chapter II e III, ovviamente), ognuno dei quali composto da tre canzoni, esattamente come il primo volume.
Ora, anche supponendo una durata piuttosto elevata di venti minuti per MCD, ci ritroveremmo con una trilogia che potrebbe essere tranquillamente contenuta in un normale CD. Perché, dunque, dividere un normalissimo album in tre parti? Inizialmente avevo pensato a una bieca operazione commerciale per racimolare qualche spicciolo in più, così ho pensato di andare a controllare a quanto vendessero questi benedetti MCD sul sito della Man In Black Music: bene, "Tales Of Doom - Chapter I" può essere acquistato per soli 2.99 US$, mentre gli album interi li vendono a 9.99 US$. Onestissimo, quindi: se anche voi compraste tutti e tre i volumi, verreste a spendere circa nove dollari, addirittura meno che gli altri CD. Insomma, io questa decisione davvero non la capisco, quindi mi limiterò a parlarvi di quello che posso ascoltare ora, ovvero un MCD che, in fin dei conti, è un terzo dell'album completo.
I Babylon si cimentano in un heavy metal potente ma raffinato, aggressivo e melodico allo stesso tempo. Van Patten, accompagnato in questo lavoro da Eddie Nixon alla chitarra e da Allen Gray al basso, introduce l'ascoltatore nel suo lavoro con una breve intro di tastiere, "The Nightmare". Fortunatamente il nostro polistrumentista non si lascia ammaliare da improbabili velleità sinfoniche e si limita a creare una breve composizione malinconica e vagamente new age che riesce a convincere in pieno.
Non appena le ultime note di tastiera si spengono, esplode il primo vero brano dei Babylon, "Reach For The Sun", che avevo già avuto il piacere di sentire per la recensione della compilation "Defenders Of Metal Vol.2". Il pezzo è davvero buono, con grandi melodie, riffing convincente, aggressività al punto giusto e un'atmosfera generale ariosa e solare che lascia ampio respiro alla composizione.
Buona la prestazione di tutta la band a cui farei un appunto solo a livello vocale: Van Patton, infatti, non è esattamente un cantante di professione e se nel suo ruolo primario di batterista riesce a regalare una performance di tutto rispetto, davanti al microfono lascia una certa sensazione di affanno.
Si prosegue con "St. Crispen's Day" che inizia in maniera eccelsa come una ballad semi-acustica, con Nixon impegnato a disegnare pregevoli arpeggi e Van Patten che sottolinea la melodia col suono di un oboe riprodotto dalla sua tastiera.
Dopo poco più di un minuto il pezzo si trasforma in un classico crescendo elettrico, tornando su lidi più aggressivi ma anche più canonici. Avrei preferito che il brano restasse su tinte più intimistiche ma, comunque, rimane una canzone di tutto rispetto.
Andiamo avanti con... ehi, ma... è finito!
Capirete quindi la mia difficoltà nel giudicare questo lavoro: quello che ho sentito lascia ben sperare, ma nove minuti sono proprio pochi. Fossi in voi aspetterei che escano tutti e tre i volumi per poi decidere l'acquisto avendo una visione più completa del lavoro. Se invece pensate che due brani siano sufficienti, che dire? Il prezzo è basso e sicuramente non rimarrete delusi.
(Danny Boodman - Giugno 2005)

Voto: 7


Contatti:
Mail Man In Black Music: webmaster@maninblackmusic.com
Sito Man In Black Music: http://www.maninblackmusic.com/