AXIOM
Truth Denied

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2009
Durata: 50 min
Genere: power prog metal



Dalle costole dei Landguard, band power metal autrice di un full length nel 2001 edito dalla Underground Symphony, nascono nel 2004 i qui recensiti Axiom, che tagliano con "Truths Denied" il traguardo del secondo album. L'album segue un EP autoprodotto risalente al 2004, dal titolo "Metamorphosis", che aiuta la band nella promozione della propria proposta musicale e permette di stringere contatti con la Rising Works / Tabloid, la quale licenzia l'uscita di "A Moment Of Insanity", prima fatica del combo partenopeo (che, tra le righe, è ormai attivo da quasi 5 lustri, essendo nati nel 1996). Uno stop forzato di 2 anni e vari cambi di formazione non fermano i nostri, che con l'ingresso di due nuovi elementi che si vanno ad affiancare alla formazione originaria, ritrovano la serenità e le motivazioni per tornare nuovamente alla carica nella primavera del 2009 con "Truths Denied". Per i più curiosi, l'artwork dell'album vede la partecipazione di una modella di cosplay (senza addentrarsi maggiormente nell'argomento realtà virtuale, o quanto legato ad essa). I nostri scelgono la via dell'autoproduzione, scelta piuttosto coraggiosa in un panorama come il nostro, dove la distribuzione capillare ed ottimale del proprio lavoro fa la differenza nella maggior parte dei casi.
Gli Axiom tengono a sottolineare vigorosamente il loro muoversi lungo sentieri progressive, avvalendosi di una componente aggressiva indicata come thrash; non si mette in dubbio la probabile passione dei nostri per il secondo genere citato, ma è difficile (o molto improbabile) riuscire a coglierne l'essenza durante l'ascolto dell'album. A modesto parere del sottoscritto, siamo di fronte ad un ottimo esempio di prog metal misto ad un power dalle forti tinte oscure, ma piuttosto distante dai canoni che il genere si era prefissato anni or sono. Possiamo parlare di power thrash, sempre sottolineando la venatura "dark" che si sviluppa all'interno della proposta in più di un frangente, ma il punto non è dare una definizione corretta dell'indirizzo stilistico di riferimento (seppur risulti un aiuto per chi si interessa e supporta l'underground nostrano). Altro paio di maniche il riferirsi alla concezione di thrash più moderna, in questo caso qualche metro di paragone con formazioni come i Nevermore è possibile e semplice da individuare, ma si ritorna sull'eterna diatriba che vuole quella tipologia di band non appartenente alla corrente citata. Ciò non toglie che gli Axiom abbiano le idee ben precise sul proprio modo di intendere e vedere la musica, avendo dalla loro una preparazione strumentale invidiabile, sciorinata nei ben 50 minuti di musica, dipanata in 10 brani, che costituiscono lo scheletro di "Truths Denied".
Le composizioni hanno un filo logico che le accomuna, un minimo comune denominatore che costituisce la peculiarità di una band, e di conseguenza la rende personale; per alcuni questo aspetto può essere considerato alla stregua di una pecca, per altri è apprezzabile la "coerenza" al proprio stile. Non v'è necessità di soffermarsi dettagliatamente sui brani, per cogliere i particolari e le minuziosità serve un attento e prolungato ascolto, dal quale fuoriescono tratti che ad una frettolosa cernita dei brani potrebbero sfuggire con estrema semplicità. Basti sapere che i nostri ricordano Symphony X e Dream Theater, giochi di tastiere in particolare, giusto per citare i soliti nomi noti, ma l'elenco potrebbe non fermarsi qui. Vi sono pro, come vi sono contro: la prolissità del cd rischia però di annoiare l'ascoltatore, e gli stessi brani rischiano di finire nel dimenticatoio in breve, perché pur con tutta la buona volontà possibile, è difficile trovare un solo riff davvero "epocale". Anche la scelta di dedicare una buona percentuale del cantato ad una voce death alla lunga paga, in primis partendo dalla considerazione che la voce del tastierista Lello Acampa ha un suo perché ed un suo fascino.
Non risulta discutibile il fatto che ad ogni modo il combo abbia un indubbio potenziale, e potrebbe dare del filo da torcere a molti colleghi stranieri, pur non inventando nulla di nuovo, com'è "consuetudine" in certi ambiti della musica metal. Supporto ai ragazzi degli Axiom!
(PaulThrash - Maggio 2010)

Voto: 7


Contatti:
Mail: info@axiom-band.com
Sito internet: http://www.axiom-band.com/