A BURIED EXISTENCE
Ferocity (MCD)

Etichetta: autoprodotto
Anno: 2010
Durata: 13 min
Genere: death/thrashcore


Gli A Buried Existence si sono formato nel 2008, grazie all'impegno di alcuni artisti calabresi, già attivi in importanti realtà musicali della loro regione. Il loro biglietto da visita è un MCD autoprodotto, intitolato "Ferocity" e registrato sempre nel 2008 presso lo studio Soundfarm di Catanzaro. La formazione che ha inciso questo MCD consiste in Gianluca "Glk" Molè (chitarra, all'attivo anche nei Glacial Fear), Marko Veraldi (voce, canta anche nei Land Of Hate e negli Uranium 235), Giuseppe "Tato" Tatangelo (basso, anche nei Glacial Fear e negli Zora), Peppe Pascale (batteria elettronica e campionamenti, anche negli Zora) e Francesco Merante (chitarra, Uranium 235).
"Ferocity" contiene quattro tracce per un totale di 13 minuti di musica.
L'apertura spetta a "Revenge". Si tratta di una canzone spedita, caratterizzata da tutta una serie di riff ben definiti e freddi, e da una ritmica decisa, potente e regolare. Il gutturale di Marco è rabbioso ed aggressivo, ma questa non è una novità per chiunque già conosca il valore del cantante. Come concezione ed armonie, il rifferama di "Revenge" può facilmente portare alla mente i Voivod degli album "Negatron" e "Phobos". Per il resto, la struttura di "Revenge" è semplice ed essenziale, secondo una schietta impostazione hardcore. Immediata e regolare nel suo sviluppo, non delude. Per contro, non suscita nemmeno entusiasmi sopra le righe. Semplicemente, i musicisti hanno dato prova della loro professionalità e del loro talento, senza però sorprendere più di tanto.
"Perverted Church" è una canzone di tutt'altra caratura. L'essenzialità di "Revenge" è sostituita da una struttura più varia, l'arrangiamento è in alcuni frangenti quasi atmosferico e la melodia è utilizzata con enfasi. Certo, si tratta sempre di una canzone estrema, e quindi la ritmica è arrembante, tra il thrash e l'hardcore, ed il growling del cantante non perde colpi. Ma "Perverted Church" ci mostra un altro lato degli A Buried EXistence, nel quale c'è spazio anche per un bell'assolo melodico di chitarra e per dei campionamenti a mo' di tastiera che donano al tutto un aspetto quasi cyberpunk. Non male.
"Reborn In The Sick" è una grandissima prova di carattere. Composizione oscura, nera come la pece, fa della pesantezza il suo punto di forza. Le ritmiche agili dei due brani precedenti sono ormai un ricordo. "Reborn In The Sick" è un ottimo esempio di songwriting oscuro, luciferino, ricco com'è di suggestioni vicine a certo black deprimente ed al death metal più cupo. Ad una strofa severa e non certo veloce, è contrapposta un'accelerazione moderata, negativa ai massimi livelli. Davvero un grande brano, "Reborn In The Sick": un altro esempio di quanto sia duttile ed eclettico il songwriting di questi validi calabresi.
"New World Desaster" è un'altra canzone diretta e sfacciata, dalla ritmica veloce e dall'impatto devastante. Ma chiunque si aspettasse una nuova "Revenge", non potrà che rimanere stupefatto dall'utilizzo, per alcune battute, dei vocalizzi puliti. In ogni canzone, gli A Buried Existence ci mettono un qualcosa di nuovo e particolare. Comunque sia, "New World Desaster" chiude "Ferocity" nel modo più feroce (appunto) possibile.
Con queste quattro canzoni gli A Buried Existence dimostrano di essere in possesso di un certo talento, e presentano all'ascoltatore tanti spunti ricchi di interesse. Il songwriting, come ho scritto in precedenza, è molto eclettico. Se il suono di base è ben definito, la poetica musicale del gruppo sembra aperta a qualunque soluzione ed influenza. La band è ancora priva di uno stile coerente ed omogeneo, ma ha tutte le carte in regola per fare grandi cose. Io sono certo che "Ferocity" sia da considerarsi come il punto di partenza in attesa di sviluppi più maturi. Ora come ora, comunque, è un lavoro più che interessante, ricco di promesse e suggestioni.
Da seguire con attenzione.

(EGr - Agosto 2010)

Voto: 7


Contatti:
Mail: aburiedex@yahoo.it
Sito internet: http://www.myspace.com/aburiedexistence