4USERONLY
Il Mondo Che Mi Proponi (MCD)

Etichetta: Black Candy Records
Anno: 2003
Durata: 18 min
Genere: rock italiano


I 4useronly sono il classico gruppo che non vi aspettereste di trovare su Shapeless. Infatti non suonano metal, assolutamente. Hanno inviato questo MCD ed è nostro dovere recensirlo. Inoltre, chissà, i lettori dalla mentalità più aperta potrebbero essere interessati a questo quintetto fiorentino. Ascoltare ogni tanto qualche genere che non sia il metal fa anche bene. Libera la mente e permette di accostarsi alla musica con uno spirito diverso. E' un'esperienza culturale oltre che un piacevole diversivo.
Prima di commentare "Il Mondo Che Mi Proponi" è doveroso presentare la giovane etichetta. Nata nell'aprile del 2003, la Black Candy Records fa il suo ingresso nel mondo della musica proprio con questo lavoro dei 4useronly. Il proponimento della label è di supportare la scena rock fiorentina. Quella più underground, famosa nei circuiti regionali ma sconosciuta a livello nazionale.
I 4useronly si sono formati verso la fine del 1999. Il membro fondatore Matteo Pucci (cantante e chitarrista) ha visto la formazione cambiare spesso attorno a lui. La line-up attuale vede Sara Vettori al basso, Gherardo Monti alla chitarra, Marco Di Gregorio alle tastiere e alla seconda voce e Simone D'Ambrosio alla batteria.
Nel 2001 la band ha registrato due demo e nel 2002 è entrata in studio per registrare dei brani. Di questi, quattro sono stati scelti per "Il Mondo Che Mi Proponi". La qualità di registrazione è ottima e l'aspetto grafico del CD è professionale. Ah, la grafica è curata dalla stessa bassista Sara Vettori (nota di merito perché ha lo stesso cognome del recensore - dite che un bel chissenefrega me lo merito?).
Il disco si apre con la title-track. Si tratta di un brano rock di buona fattura, non aspettatevi la solita musica banale che vi propongono le radio nostrane. Sempre che non andiate a cercare le emittenti di musica più alternativa. L'elemento melodico è molto spiccato. L'arrangiamento denota gusto e classe: è di ottima qualità.
"Mantra" è senz'altro superiore alla prima traccia. E' caratterizzata da una strofa quasi riflessiva e da un ritornello vigoroso. La voce di Matteo è valida e la sua interpretazione convincente. Ottime intuizioni melodiche fanno di questa traccia un potenziale hit.
Molto più rilassata è la ballata "E' Ora". Principalmente acustica, rende più vario il MCD e conferma la bravura dei fiorentini. Anche questa canzone nasconde un germe di malinconia. Questo stato d'animo è una caratteristica costante dei brani qui presenti.
"Chewing Gum" è una traccia sanguigna, quasi hard rock. Si disputa con "Mantra" la palma di brano migliore. A conti fatti, penso che questo brano abbia meno possibilità di "spaccare" del precedente. "Mantra" è alla portata di tutte le orecchie, "Chewing Gum" è un brano solo per rocker.
Concludo la recensione con una considerazione. Sicuramente i 4useronly matureranno, soprattutto se elimineranno poco per volta i richiami alle band rock italiane di cui i Litfiba sono stati per anni i capofila. Allo stesso tempo, è un bene che ci siano gruppi come loro. Il rock italiano sta crescendo (vedi Perturbazione, Modarte, Cristina Donà, ecc.) ma non riesce ad uscire dal guscio nel quale è imprigionato. La colpa è delle etichette tricolori (quelle grandi) che non riescono ad entrare in un'ottica europea. Finché il rock rimarrà in Italia sarà sempre scalzato dalla musica leggera italiana, che possiede un pubblico più vasto. Occorre che le etichette rischino di più, puntando su band come i 4useronly e cercando di spingerli ben oltre ai limitati confini del nostro bel paese.
(Hellvis - Agosto 2003)

Voto: 7


Contatti:
Mail 4useronly: info@4useronly.com
Sito 4useronly: http://www.4useronly.com/
Mail Black Candy Records: info@blackcandy.com
Sito Black Candy Records: http://www.blackcandy.com/