Wolok
(Hellvis - Gennaio 2007)


"Servum Pecus" ha rappresentato un bel passo in avanti per i francesi Wolok, soprattutto per quanto ne riguarda la notorietà. Underground senza compromessi, sì, però questo album pare aver messo d'accordo una gran fetta di pubblico e della critica. Lord Naggaroth ha risposto alle nostre domande via e-mail.



Navigando in rete, ho trovato un sacco di recensioni positive nei confronti del vostro ultimo album. Dopo tanti mesi dalla sua pubblicazione, ne siete ancora soddisfatti e continuate ad andarne fieri?
Certo, ne vado ancora fottutamente fiero. Tutti i giudizi positivi sono provenuti principalmente dall'Italia, credo per il fatto che la nostra etichetta sia italiana. Abbiamo anche ricevuto recensioni orribili da alcuni stupidi porci americani che non si sono presi il tempo per ascoltare l'album, o alle volte solo perché sapevano che c'ero io dietro questo progetto, e dato che essi odiano i miei altri progetti, hanno pensato bene di odiare anche il nostro ultimo album dei Wolok nonostante non si siano degnati di dargli un'ascoltata. Ma a conti fatti, la risposta è stata sorprendente.
Sono ancora soddisfatto per alcune ragioni. La Eerie Art Records ha svolto un grande lavoro per questo album, che ora è esaurito. Inoltre, la versione in LP di "Servum Pecus" è stata appena pubblicata dalla Insidious Poisoning Records (Francia) e credo fortemente che funzionerà. Poi, dulcis in fundo, una versione in cassetta verrà pubblicata dalla Shadow Dance Records (Italia), così come puoi vedere, la nostra musica sta circolando ampiamente.

"Servum Pecus" è un disco molto diverso dal precedente. E' più sperimentale, ma sempre parecchio coerente con il vostro stile. Quando l'hai pubblicato, eri preparato a queste buone reazioni, o temevi che i fan della prima ora avrebbero potuto sgradire queste novità stilistiche?
Sono completamente in disaccordo con te. "Servum Pecus" non è così diverso dal nostro primo album "Universal Void". La sola differenza è la produzione migliore di cui "Servum Pecus" ha potuto godere, mentre "Universal Void" aveva un suono più "necro", questo è tutto. Ma, musicalmente parlando, ha a che fare con le stesse sensazioni morbose e sinistre. I nostri temi sono distanti anni luce da ciò che si può ascoltare abitualmente e, credimi, non me ne frega un cazzo di ciò che i nostri "fan" possano pensare del nuovo album. Noi creiamo questi suoni bizzarri per il nostro fottuto interesse. Dimenticati delle reazioni della gente...

Sei soddisfatto del lavoro della Eerie Art? Come sei entrato in contatto con loro?
Sì, completamente soddisfatto. Kjold è devoto al 100% al Black Metal e la promozione che ha fatto ai Wolok ha rappresentato un passo importante per noi. Ora il nostro nome sta circolando nella putrefazione dell'underground grazie alla Eerie Art Records. Se ricordo bene, è stato il primo a contattarmi dopo la pubblicazione di "Universal Void" da parte della Northern Sky Records (USA). Mi ha detto che avrebbe voluto pubblicare lui il nostro album successivo, e le cose sono procedute naturalmente.

Il tuo album è quasi perfetto, e penso che l'artwork sia molto adeguato al contesto. Perchè hai scelto questa immagine?
Non l'ho scelta io l'immagine della copertina. Se tutto fosse andato per il verso giusto, il layout sarebbe toccato ad Erik dei Watain, ma era troppo impegnato con i suoi progetti. Perciò Kjold ha deciso di scegliere qualcosa per noi, e quando mi ha mostrato questo quadro di Beksiski, ho subito accettato. Questo ragazzo ha veramente un buon gusto artistico.

Cosa ci puoi dire dei testi del nuovo album?
Posso dirti che sono molto astratti e macabri. Suggerisco agli ascoltatori di scoprirsi i testi da soli.

I miei complimenti per il buon lavoro di Cypher. Dato che i nostri lettori ti conoscono bene (eddai, Devilish Era e altro... - nd Hellvis), ed anche Luc Mertz (Zarach'Baal'Tharagh - nd Hellvis), ti andrebbe di presentare anche Cypher?
Certo, Cypher è un musicista talentuoso da più di dieci anni, ha suonato (ed ancora suona) in molti progetti quali Hymen, La Division Mentale, Absent, ecc. L'ho incontrato mentre vivevo a Dijon ed abbiamo avuto una discussione sui Wolok, dato che ne aveva comprato una copia in un negozio. E' un buon ingegnere del suono, perciò gli ho chiesto se avesse voluto aggregarsi al progetto. Mi ha detto sì senza esitazioni. Ho un'alta stima di Cypher, dato che è uno dei musicisti più talentuosi che conosca. Ascolta il prossimo album de La Division Mentale, e capirai cosa intendo dire.

Se fosse possibile, vorresti cambiare qualcosa nel vostro nuovo disco?
Sicuramente, non c'è NULLA da cambiare.

Piani per il futuro? Avete scritto nuove canzoni per i Wolok?
Un'etichetta norvegese chiamata Circle Of Tyrants ristamperà "Universal Void" su cassetta professionale con due canzoni bonus, tratte dal nostro raro split con i Reverence ed i Sons Of Fenris. Poi, c'è una canzone che abbiamo registrato durante le sessioni per "Servum Pecus", ma che abbiamo deciso di non includere nell'album. Perciò, uno split EP potrebbe essere pubblicato dalla Eerie Art Records, ma non sappiamo ancora chi sarà il partner per questo split. Ma non ho cominciato a scrivere nuove canzoni per il nuovo album...

Avete guadagnato nuovi fan con questo album? L'Italia e l'Australia sono sempre i vostri migliori sostenitori, come da tradizione?
Sì, lo sono. L'Italia è la più grande base di sostegno per i Wolok, forse perché Kjold ha svolto bene la sua promozione nel tuo paese, come ti ho detto prima ('azzo... e noi di Shapeless niente? - nd Hellvis). Anche l'Australia è una grande base di sostegno, ed apprezziamo questo. Non so se "Servum Pecus" ci abbia fatto guadagnare nuovi fan, comunque la cosa non mi importa, anche se ho sempre un grande rispetto per i nostri sostenitori in giro per il mondo.

Cosa ci puoi dire dei tuoi altri progetti? La fantine Foedus Aeternus, ma anche quelli musicali tipo Devilish Era, ecc.?
Riguardo la mia fanzine, adesso siamo al lavoro per l'undicesimo numero. La nostra decima uscita è stata pubblicata qualche mese fa, per festeggiare i nostri cinque anni di esistenza. Questa attività ci prende un sacco di tempo e di lavoro. Riguardo ai Devilish Era, la Circle Of Tyrants dovrebbe pubblicare un 7" split fra qualche mese, ma non so dirti il nome degli altri partecipanti dato che non ho avuto conferme da parte dell'etichetta. Mi sono anche unito a La Division Mentale come cantante. Poi la mia thrash metal band Krazumpath dovrebbe pubblicare il suo album d'esordio molto presto.

Grazie per le tue risposte, Mrik! A te le ultime parole!
Grazie a te per il sostegno. SALUTI ITALIA!



Sito internet: http://wolok.free.fr/