Warface
(Randolph Carter - Giugno 2003)


Ci credereste se vi dicessi che i deathsters americani Warface hanno impiegato ben 7 mesi per rispondere a quest'intervista? Ebbene, è così! Ma lasciamo che parli la musica, e quella fortunatamente colpisce immediatamente... risponde alle domande Laura, la chitarrista.



Ciao ragazzi, come state?
Bene, grazie.

Leggevo nella bio che siete stati tutti impegnati in vari gruppi prima di formare i Warface; raccontateci queste esperienze.
Veniamo tutti da diverse bands, ma per Scott i Warface sono stati la prima band per cui ha suonato la batteria. Prima infatti era un chitarrista con all'attivo varie militanze in altrettanti gruppi. Io (Laura) suono la chitarra da 14 anni, e Dave il basso da 12. Io e Dave abbiamo suonato assieme in altre bands, sempre però cercando di suonare un tipo di musica che poi abbiamo trovato solamente nei Warface.

Parliamo del sound del vostro ottimo demo: come siete riusciti ad ottenere il massimo da tutti gli strumenti?
Beh, grazie! Diciamo che abbiamo provato così tanto che attraverso vari errori e perfezionamenti siamo riusciti ad avere una buona produzione, davvero potente. Tuttavia, non siamo completamente soddisfatti dal risultato, anche se magari siamo troppo critici verso noi stessi. Quello che ci fa piacere è ricevere tanti commenti entusiastici come i tuoi o quelli di molte riviste europee.

Avete dunque impiegato molto tempo a realizzare il demo?
No, fortunatamente le registrazioni non si sono protratte eccessivamente.

E come siete intenzionati a promuoverlo? Suonando da ogni parte ogni giorno della settimana?
Stiamo ancora cercando un distributore, e ci piacerebbe promuovere il demo con una miriade di concerti. Attualmente però siamo molto impegnati a scrivere il materiale per il nostro primo full-length.

Che impressioni avete ricevuto dal vostro demo? Sono davvero state tutte positive?
Sì, fortunatamente abbiamo ricevuto solamente commenti entusiastici.

Secondo voi, i testi nel death metal dovrebbero trattare diversi temi? Oppure solo i classici testi splatter/gore?
Riteniamo che i testi nel death metal devono essere estremi, almeno in teoria, ma non necessariamente devono limitarsi ad un tema in particolare. Per esempio i nostri testi trattano una varietà di tematiche estreme.

Considerate l'attitudine come una componente fondamentale in un genere come il Death Metal? Non pensate che molti gruppi nascondano le loro carenze tecniche dietro un look shockante, soprattutto per i più giovani, per esempio quei buffoni degli Slipknot?
Sì, siamo d'accordo che molte band non sanno suonare (o non propongono nulla di buono), e fanno affidamento ad uno shoking-appeal che colpisce gli sbarbatelli; ma pensiamo anche che gruppi come gli Slipknot hanno aiutato molti ragazzi ad avvicinarsi al metal, cosa in altro modo impossibile con in giro gente tipo i Blink 182. La maggior parte dei ragazzini con cui mi è capitato di parlare mi dicono infatti che son partiti dagli Slipknot e poi si sono allargati al Death Metal in generale.

Penso che i Warface abbiano una spiccata personalità, ma in che maniera il Death Metal può progredire? In che maniera può essere originale, senza venire snaturato?
Secondo noi, il Death Metal può continuare a progredire in maniera naturale se i musicisti continueranno a mantenere una certa dose di personalità e di differenziazione nel processo di composizione... cercando sempre di espandere i propri limiti, insomma. Credo che il fatto di essere originali/personali stia tutto nel momento compositivo: se inizi a scrivere qualcosa, se hai qualche riff che suona come qualcosa di già sentito, beh, non ti rimane che scartarlo ed inventartene un altro!

Cosa ne pensate del cosiddetto Melodic Death Metal, nella fattispecie quello scandinavo? Vi piace questa strana combinazione tra la furia del Death e la melodia del Metal Classico?
In linea di massima non lo disprezziamo, anzi pensiamo che molte bands che suonano quel genere posseggano un ottimo talento. Ma ti posso dire che i nostri ascolti non vertono verso il Death melodico...

Quali sono i vostri ascolti principali, allora?
Ce ne sono parecchie di band che ci piacciono, per cui non starò qui ad elencartele tutte. Le principali sono quelle stesse che hai scritto tu nella rece, ossia Morbid Angel, Cannibal Corpse, Immolation, Deicide, Broken Hope, Suffocation, etc. Adoriamo anche i vecchi Black Sabbath.

Infine, non pensate che molti gruppi spacchino le palle con tonnellate di tecnica, perdendo di vista il feeling di un brano? Questo non è lo spirito del Metal!!!
Sì, hai ragione, è molto facile per un bravo musicista esagerare con la tecnica e trascurare invece il feeling. Si ritorna al momento che dicevo prima, quello compositivo: noi cerchiamo di stare bene attenti a non esagerare quando componiamo un pezzo.

Ok, ragazzi, grazie di tutto! Non vedo l'ora di sentire il vostro primo album, e spero che mi accontenterete presto!
Cercheremo di fare il nostro meglio! Grazie tante a te!

Mail: info@warfacemetal.com
Sito internet: http://www.warfacemetal.com/