Virus
(Hellvis - Ottobre 2004)


I Virus sono l'oggetto misterioso del panorama musicale norvegese. Schizzati, malinconici e malati: non ci sono parole migliori per descriverli! Non mi perdo in ciance e vi invito alla lettura di questa intervista. Rispondono uno scazzatissimo Czral, un Plenum tra il serio e il faceto, ed un Esso fuori come un balcone!



Ciao Czral, quando hai deciso di formare i Virus? Sentivi il bisogno di dare espressione al lato più sperimentale della tua ispirazione dopo lo scioglimento dei Ved Buens Ende? Per quale motivo hai scelto questo monicker?
Czral: I Virus si sono formati nel 2000. Non so dirti esattamente quando ma penso che sia avvenuto durante la primavera. O l'estate. Per un po' di tempo ho improvvisato con Plenum in una band chiamata Taaranes Vaar. Avrei dovuto suonare la batteria per loro in un demo o in un album o... non ricordo esattamente. Ho realizzato che Plenum era proprio una bassista stupefacente. Non c'erano limiti al suo modo di suonare. Esattamente il tipo di strumentista di cui avevo bisogno per realizzare il mio sogno dei Virus. Ho suonato metal estremo per molto tempo alla batteria sia nei Cadaver Inc. che negli Aura Noir dopo lo scioglimento dei Ved Buens Ende, e mi sono ritrovato con molti desideri musicali irrealizzati. Volevo fare un qualcosa di diverso. Qualcosa "a parte" (in italiano nell'originale - nd Hellvis). Volevo usare tutti quei riff. Mi sono messo lì e ho tirato fuori da essi delle canzoni strane. Poi, naturalmente, tutto ciò che avrebbe riguardato la batteria è stato lasciato ad Esso. La sola scelta naturale. E così che i Virus sono nati. (OK, ma non hai risposto alla mia domanda sul monicker! - nd Hellvis)

Salve Plenum. Czral ha accennato a questi misconosciuti Taaranes Vaar. Che cosa ci puoi dire di quella band? Perché hai poi accettato di entrare a far parte dei Virus?
Plenum: I Taaranes Vaar si sono formati nel 1994 ed io mi sono unito nel 1998. E' un metal lento, disturbante e molto disarmonico, anche se alcune delle canzoni più recenti sono assestate su ritmiche più veloci. Questo gruppo è sempre stato penalizzato dall'instabilità delle varie line-up (e anche per un cambio di direzione che ha messo la band nel congelatore per un paio di anni) ma finalmente tutti i cocci si sono rimessi a posto. Eheh, sono stati pubblicati due demo (nel 1996 e nel 1997) e quando la gente ha cominciato a notarla, la band è scomparsa dalla vista del pubblico. Per me, queste tre band (Audiopain, Virus e M) costituiscono tre approcci alla musica radicalmente differenti. Audiopain è un thrash metal totalmente onesto, i Virus sono la follia che si manifesta e M è l'entità calcolatrice. In questo modo io posso dare espressione ai diversi lati musicali di me stesso che non potrebbero essere combinati in un'unica band (vuoi un po' di biscotti?). Ma alla fine della storia è soltanto che mi piace suonare la musica che mi piace, e farlo il più possibile.

E tu che ci dici, Esso? Perché hai deciso di unirti ai Virus? Quale lato del tuo drumming riesci ad esprimere meglio in questa band?
Esso: Ovviamente suonare nei Virus mi permette di fare un sacco di cose che normalmente non calzerebbero bene negli altri miei gruppi, tipo lavorare a maglia. Quando Czral mi ha chiesto di unirmi l'ho saputo immediatamente. Aveva terribilmente bisogno di un costume da bagno così gliene ho fatto uno a maglia. E visto che mi piace anche suonare la batteria, non era più possibile avere un'alternativa. Voglio dire, mi piace anche suonare in gruppi come i Beyond Dawn ma raramente sono in grado di sperimentare molto sia ritmicamente che sartorialmente con loro. Per quanto riguarda i lati del mio drumming, riesco ad esprimerli tutti e due! Suonare nei Virus mi permette di passare dall'hard rock all'heavy metal in sole sei battute! Heck, posso anche suonare la carica se me la sento. L'incentivo maggiore è stato che sapevo sempre con quale tipo di musica Czral sarebbe stato capace di presentarsi, dato che sono stato per anni un avido fan dei Ved Buens Ende / Faktura Spippipp e dei DDE. Sapevo che avrebbe potuto uscirsene con qualcosa tipo l'eurodance metal più commerciale che tu possa immaginare. Ed aveva anche promesso che i Virus sarebbero stati ancora più sexy e fastidiosi ma anche che voleva farli un po' più commerciali e meno pop, così avevo tutte le ragioni al mondo per unirmi. Non mi ha poi colpito scoprire quale folle bassista avesse anche disseppellito. O quanto fosse capellone.

Torniamo ora a Czral, visto che i Virus sono una sua creazione personale. "Carheart" è stato pubblicato dalla Jester Records, un'etichetta che gode di una certa stima. Ciò che mi ha stupito è il fatto che il vostro album di debutto non sia stato molto pubblicizzato, almeno qui in Italia. Perché?
Czral: Beh... Risorse finanziarie limitate, sai. La Jester non è proprio la BMG (o simili) quando si tratta di distribuire o promuovere.

A proposito di etichette, Esso, pensi che pubblicherai mai qualcosa dei Virus per la tua etichetta Duplicate Records?
Esso: In realtà, i Virus saranno presenti con una canzone su un sampler della Vendlus / Duplicate di prossima uscita. E' una outtake delle sessioni di "Carheart" intitolata "Saturday Night Virus". E' una canzone disco in salsa Virus. Suona proprio come quella canzone de "La Febbre Del Sabato Sera" se si eccettua il fatto che è realizzata con un flauto di pan. Si sarebbero anche potuti utilizzare degli ottoni, ma sfortunatamente nei Virus c'è spazio solo per i flauti di pan.

Il vostro suono in "Carheart" è veramente freddo e distaccato. E' il risultato della produzione o è una cosa voluta? Cosa volete comunicare all'ascoltatore, con la vostra musica?
Czral: "Carheart" è freddo ma al tempo stesso è anche "groovy" (che parola raccapricciante). E' una cosa intenzionale, sì. Il prossimo album che stiamo componendo sarà più caldo (ma comunque ancora fresco) e anche più oscuro. Ciò che vogliamo comunicare è il sarcasmo.

Guardando il libretto ed ascoltando i testi, ho intuito che vi piacciono le tematiche assurde e bizzarre. I Virus hanno un concept lirico o i vostri testi sono soltanto funzionali alle canzoni?
Czral: I testi stanno bene con ogni canzone, sì. Liricamente e musicalmente, i Virus trattano di quelle cose verso le quali nessuno può relazionarsi. Questo è ciò su cui si basano. Hai presente quella piccola scintilla tra la logica e l'assurdo dove ogni cosa è soltanto sfocata e non giusta. E quasi come un piccolo shock. I Virus sono questo.

In "Carheart" ci sono parecchie collaborazioni con buoni artisti. Hanno collaborato con voi perché credono nella vostra musica o è stata una cosa amichevole?
Czral: Non mi ricordo.
Plenum: A dire il vero abbiamo trovato i signori Hægeland e Rygg (se questi nomi non vi dicono nulla, prima vergognatevi e poi andate a leggervi la recensione di "Carheart"! - nd Hellvis) per le strade di Oslo, e ci siamo sentiti un po' dispiaciuti per loro così gli abbiamo dato la possibilità di scaldarsi ed avere un po' di cibo nello studio. Per permettergli di ripagarci il favore hanno contribuito con alcune vocals per l'album, di modo che Czral non dovesse fare proprio tutto da solo. E tutto sommato penso che le cose siano andate piuttosto bene. La signora Peterson era solita accudire lo Zio Esso così, appena ha saputo che avrebbe suonato in un gruppo, ha praticamente chiesto di fare un'apparizione. Non conosco proprio tutti i dettagli di ciò che è accaduto ma dalle mie impressioni arguisco che abbia a che fare con la minaccia della signora Peterson di rivelare alcune storie piuttosto imbarazzanti riguardanti il passato. Il signor Parvéz aveva in giro qualche riff mai usato che ha felicemente donato ai Virus appena glieli abbiamo chiesti. E poi siamo arrivati a Kim Sølve. Questa vecchia aragosta sa veramente come demolire i suoni tanto che essi diventano completamente irriconoscibili quando lui ha a che fare con loro, ed è ciò che è successo anche con noi. Ha preso alcune vecchie registrazioni sue e di Zweizz, le ha combinate con alcuni elementi inquietanti dell'album, e il risultato... Beh, lo puoi ascoltare tu stesso nell'album. Siamo molto contenti del suo lavoro e speriamo di integrarlo meglio con le canzoni nel prossimo disco. Che è atteso da qualche anno, ora. E lui era così felice di lavorare con noi (quel cane pazzo!). Ha anche fatto la copertina dell'album e disegnerà anche la copertina del prossimo. Puoi vedere qualcun'altro dei suoi lavori su http://www.trineogkim.no/.

Che cosa ci potete raccontare riguardo al demo "The Drama Hour"?
Czral: Moooolto tempo fa... noi... l'abbiamo realizzato in... un paio d'ore?
Plenum: "The Drama Hour" non è proprio lungo un'ora, e questo è l'unico fatto di una certa importanza riguardo ad esso. E ci sono anche alcune dispute sul fatto che questo sia veramente il suo titolo o no. E' anche conosciuto come "Balcony Frenzy". Visto che non è mai stato pubblicato con una copertina è proprio difficile stabilirlo realmente. Qual è il titolo giusto Hellvis? Musicalmente mostra dei Virus più pesanti, più orientati al metal. Alcuni potrebbero spingersi a definirlo molto ispirato da Lil Lindfors (cantante rock norvegese degli anni '80 - nd Hellvis), ma non sono sicuro che potremmo andare così oltre. Ma nuovamente non sono affatto obiettivo sulla materia pertanto la mia opinione probabilmente non conta niente. Tre delle sue canzoni sono finite su "Carheart", più o meno rielaborate. L'ultima ha scontato i suoi giorni sul demo. Sono sicuro che possiamo farne una copia se qualcuno volesse veramente sprecare tempo ulteriore con questa band, basta mandare 3 IRC per coprire le spese di spedizione.

Ora Czral, dicci qualcosa suoi tuoi compagni di band. Ti aiutano a scrivere le canzoni o tu sei l'unico compositore?
Czral: Io scrivo le canzoni. Le arrangiamo assieme.

E voi altri due, cosa potete aggiungere? Le cose stanno veramente così? Vi concentrate principalmente sul lavoro dei vostri stumenti?
Esso: Fondamentalmente Czral se ne arriva con i riff e le idee per le canzoni, poi ci mettiamo lì e proviamo. Plenum crea le sue linee di basso avventurose ed io cerco di proporre dei battiti che facciano rima. Non so cosa questo significhi ma ho pensato di utilizzare "battiti" e "rima" in un'unica frase così da impressionare i fan dell'hip hop al punto da fargli acquistare il nostro album. Ho un punto di vista molto pop riguardo alla musica perciò ho sempre pensato che fosse molto importante che la canzone dovesse scorrere via liscia. Per questo motivo ritengo di dover riuscire ad avere un impatto sulla musica che non comporti di scaraventare la batteria ovunque, decapitando la gente con i miei piatti. Non ho peli sulla lingua riguardo alle mie opinioni. Sfortunatamente litighiamo un po' troppo raramente. Se c'è appena un barlume di disaccordo tendiamo soltanto a rilassarci e a guardarci l'un con l'altro, parlando in ebraico.
Plenum: Fino ad ora il mio ruolo si è limitato a fare attenzione a ciò che accade sulle mie quattro corde. I Virus erano il parto mentale di Czral quando abbiamo iniziato, perciò è naturale che sia lui a dare forma alla musica. Ma penso che il prossimo album sarà più figlio del lavoro di una band. Per "Carheart" mi nascondevo spesso quando era il mio turno di registrare e parlavo di rado agli altri due scoiattoli prima di aver terminato. Ho anche riscritto molte delle parti di basso mentre registravo. E' solo che lavoro meglio quando sto da solo, temo. Ma, di sicuro, in caso non fossi soddisfatto della musica farei sentire la mia voce. Fino ad ora non è stato necessario, comunque.

Avete accennato qualcosa riguardo a nuove composizioni. Che altro potete dirci? Inoltre, suonerete presto dal vivo?
Czral: Non abbiamo ancora deciso di esibirci dal vivo. Per il nuovo album sono già pronte cinque, sei canzoni.

Czral, dicci qualcosa degli altri tuoi progetti musicali. Quale tipo di diversa ispirazione cerchi di sfogare con ognuno di essi?
Czral: A parte i Virus, ci sono solo gli Aura Noir (e gli Infernö no? Mah... - ndr). Ho lasciato sia i Dødheimsgard che i Cadaver. La musica degli Aura Noir riguarda l'Inferno e il Diavolo.

Sei di poche parole... Allora ti faccio una domanda di riserva, rivolta allo Czral chitarrista. Cosa ne pensi della tua abilità di chitarrista? Stai ancora cercando di migliorare la tua tecnica? Chi sono i tuoi chitarristi preferiti?
Czral: Il mio chitarrista preferito è Alf Cranner (un chitarrista famoso in Norvegia - visitate il sito http://www.refresh.as/alf/ per maggiori informazioni - nd Hellvis). Comunque sono lassista in tutti gli strumenti che suono, non mi dedico con cura a nessuno strumento in particolare.

Pensate che i Virus saranno un progetto laterale anche in futuro?
Esso: Io non considero nessuna band un side-project né guardo ad un gruppo come se fosse l'attrazione principale. Queste cose vanno e vengono. Un giorno sono nei Lamented Souls, il giorno dopo potrei sentirmela di indossare il mio costume da skate con i Virus. E' interessante esplorare le differenti idee di te stesso, sia musicalmente che metafisicamente. Suonando con i Virus spesso mi trasformo in una nuvola e vado alla deriva nelle aree di sosta. Temo che l'obiettivo principale sia quello di non annoiarsi, perché ricchi e famosi non lo saremo mai. Così invece di essere annoiati cerchiamo soltanto di atteggiarci ad annoiati, sai, prendendo per il culo tutti, mentre in realtà stiamo ridendo istericamente dentro di noi.

Bene, l'intervista è finita. A voi le ultime parole!
Czral: Thanx. Forbidden Ants.