Týr
(Muad'Dib - Novembre 2003)


Ecco la succulenta intervista con Heri dei Týr, provenienti dalle isole faroese nel profondo Nord. Preparatevi un bel boccalone di birra e addentratevi nella storia di questo gruppo e nelle loro tradizioni... fra carne di merluzzo essiccata e melodie Scandinave!



Ave a te Heri! Innalzo un corno stracolmo di birra danese in tuo onore! Ho ascoltato entrambi I vostri lavori e devo ammettere che la vostra musica è maestosamente grandiosa. Mi piacerebbe sapere un po' di più riguardo la formazione attuale e la vostra storia.
Ave a te Martire Santo. La nostra storia inizia a Copenhagen, in Danimarca, assieme ad alcuni vecchi amici con cui avevamo suonato tempo fa nelle isole Faroe. Ci siamo tutti spostati in Danimarca per vari motivi, pensando non solo alle nostre carriere musicali. Inizialmente abbiamo fatto solo delle jam session senza nessuna idea di dove stavamo andando a parare, ma comunque abbiamo lavorato su un nostro stile e iniziato a suonare dal vivo. I primi membri della band siamo stati io (Heri Joensen) alla chitarra e Kári Streymoy alla batteria, a cui si sono poi uniti Gunnar H. Thomsen (basso) e Pól Arni Holm (voce).

Non è facile descrivere quale genere voi suoniate... posso trovare elementi folk, Epic Metal e qualche tocco di progressive e fusion negli arrangiamenti... incredibile no? Insomma cosa state creando voi pazzi vichinghi???
Una volta trovato un nostro stile abbiamo provato a chiamarlo Progressive Ethnic Metal, ma nessuno ha voluto usare quel termine. I recensori lo etichettavano perlopiù Power Doom. Comunque, alcuni parlavano di noi definendoci Power Metal, altri ancora dicendo "grazie a Dio non hanno nulla a che vedere col Power Metal", altri ancora Doom, mentre altri scrivevano "strettamente parlando, non suonano sicuramente Doom" ed ancora siamo stati definiti Viking Metal e Folk Metal. Un recensore infine ci ha chiamati una "Doomy Folk/Prog-ish Power Metal band", che praticamente riassume tutto. Siamo venuti fuori con una nostra propria etichetta perché questo dà più libertà alle persone di poterci etichettare a modo loro. In questo modo abbiamo spazio in scene differenti. Quello che in realtà noi vogliamo fare è una musica basata sull'eredità culturale delle isole Faroes e della Scandinavia. Melodie, liriche e ritmiche ancestrali. Mi piace pensare che abbiamo creato qualcosa di unico e spero che qualcuno venga fuori con qualcosa di più semplice di un nome come Doomy Folk/Prog-ish Power Metal.

Le isole Faroese... penso voi siate profondamente legati alla vostra terra per creare una musica ispirata dalla Mitologia Nordica. Cosa potete raccontarmi delle vostre bellissime isole? Tradizioni? Cultura? Cibi? Ehm... ragazze?
Le isole Faroese sono situate fra lo Shetland, l'Islanda e la Norvegia. Esse hanno un proprio governo che fa parte del Regno di Danimarca. La lingua principale è il Faroese, un derivato del vecchio Nordico, grammaticalmente simile all'Islandese e dalla pronuncia simile ai dialetti della Norvegia del Nord, e nel vocabolario a quello della Scandinavia in generale. Il Danese è la lingua ufficiale e praticamente tutti la parlano. Molti giovani e molte persone di mezza età parlano correntemente anche l'inglese. La popolazione conta 48.000 abitanti, le cose qui sono molto tranquille e la vita è rilassata se paragonata alle grosse città dell'Europa. La capitale delle Faroese è Tórshavn (il rifugio di Thor), ha una popolazione di 18.000 abitanti. La religione ufficiale è quella luterana. Ci sono alcuni piatti locali di fronte alla quale i forestieri storcono il naso, soprattutto pietanze di pesce e montone. La specialità Faroese è comunque quella dell'essiccatura al vento di qualsiasi cosa. Montone essiccato, merluzzo essiccato e carne di balena essiccata giusto per menzionarne qualcuna. Come tutte le ragazze scandinave quelle delle faroese sono piuttosto attraenti.

Il video di "Hail To The Hammer" è veramente fantastico... semplice ma molto interessante... ha un effetto che richiama alla mente il gelo e la musica riesce a far viaggiare la mente dell'ascoltatore attraverso la natura ed il mare delle vostre Isole. Quando un musicista riesce a ricreare questo la missione è compiuta. Cosa potete dirmi su questo video e quali sono le sensazioni che vi accompagnano durante la composizione di una canzone?
Il video è stato registrato subito dopo la festa nazionale delle Faroese, il 29 Luglio. Abbiamo speso un sacco di tempo tentando di portare tutto il team in un'unica volta, e ciascuno ha avuto delle date prefissate di cui dovevamo tener conto, ma dopo tutto è stata una esperienza piacevole. Le riprese con l'elicottero sono state le cose più divertenti, niente da dire. La taverna che puoi vedere è un ambiente di 900 anni fa in una fattoria a Kirkjubø, e le rovine nel retro sono quelle della cattedrale di St Magnus, lasciata incompiuta nel 1212. Nello scrivere una canzone di questo tipo, si inizia nel ricercare alcune melodie folk delle Faroese, preferibilmente doriche perché mi piacciono di più, poi si lavorano un pochino sino a quando non raggiungono qualcosa che suona bene e ci piace, trovando una linea di basso adeguata, una ritmica e aggiungendoci armonie al centro con la chitarra, preparando i cori e lavorando su tutta la struttura della song. Questo potrebbe richiedere da quattro mesi a una settimana di tempo. Il fatto è che noi usiamo melodie tradizionali che direttamente o indirettamente ci danno la sensazione che cerchiamo. Il resto è lavoro sistematico.

Penso che voi tutti siate amanti delle tradizioni e della natura... ma... riguardo la birra? Caspita... parlo ancora del video perché vi vedo bere un bel po' di incredibile birra (credo). Cosa potete consigliarmi? Adoro la birra!
Ci sono due importanti fabbriche di Birra nelle Faroese, Føroya Bjór (sponsorizzata nel nostro video di Hail To The Hammer sulle nostre T-shirt e sul singolo Ólavur Riddararós) e Restorff's.
Personalmente non bevo birra (nel video ho succo di mela nel bicchiere) così posso dirti solamente tutto questo. Preferisco whiskey e idromele (e cazzo... vai sul leggero! - nd Muad'Dib). Comunque, so che la Føroya Bjór ha vinto molti sfide internazionali con la propria birra. Il loro ultimo prodotto, Black Sheep, è molto popolare.

Siete una specie di gruppo Underground ma molto ben distribuito in tutto il mondo... mi piace la vostra attitudine... suonate quello che volete con grande abilità. Cosa ne pensate della scena Underground in Danimarca? E nel resto del mondo? Potete fare alcuni nomi?
Sono preoccupato che la scena Underground sia così patetica. I gruppi metal danesi che fanno qualcosa di buono fuori dalla loro patria sono relativamente sconosciuti in casa propria, gruppi come Royal Hunt e Pretty Maids.

E riguardo I concerti? Avete pianificato di suonare al di fuori della Danimarca? Quando vedrò i Týr qua in Italia?
Siamo in fase di preparazione del tour del nuovo disco e abbiamo date confermate in Russia, Germania e nelle Faroes. Noi non suoniamo in Danimarca. Non c'è un vero interesse per noi qui. Spero di poter avere l'opportunità di visitare l'Italia ma non ci sono date confermate.

Quali sono le vostre influenze? Siete addentro nell'Epic Metal vecchio stile? Vi piacciono gruppi come Manilla Road o Warlord? La vostra musica mi ricorda qualcosa di vicino a questo stile.
Onestamente non ho mai sentito nulla dei Manilla Road o dei Warlord. Siamo influenzati nel suono dai Black Sabbath, Metallica, Dream Theater, Deep Purple, Dio, Iron Maiden e dalla vecchia scuola Metal Inglese. Le melodie e le armonie sono prese dalla musica Folk Scandinava e Faroese.

Sto aspettando di sentire una canzone su Hadding Garmsson composta dai Týr... ho letto un libro di Poul Anderson, potrebbe essere perfetta per lo stile del gruppo!
Storie come queste sono quelle che noi usiamo per l'ispirazione nelle liriche ma non sarebbe bello prendere un'idea che hai già avuto tu. Ci sono un sacco di storie come questa su cui girarci attorno.

Ok è la fine! Vi ringrazio moltissimo... che i vostri avi vichinghi siano sempre con voi e vi inspirino nella vostra musica!!! Dite quello che volete ai lettori di Shapeless.
Grazie per il tempo che avete speso nel leggere questa intervista, spero di suonare in Italia. Comprate i nostri CD, sto morendo di fame. (il finale di questa frase in inglese è così gelido che pensavo stesse dicendo sul serio... che strana ironia! Una risatina ed un'esclamazione non avrebbero guastato... - nd Muad'Dib)

Sito internet: http://www.tyr.net/