Tuatha De Danann
(Metal Axe - Giugno 2002)


Ecco l'intervista via mail con i brasiliani Tuatha De Danann, un gruppo folk metal da tenere d'occhio!



Prima di tutto vi faccio i complimenti per il vostro CD, veramente un ottimo lavoro che ho apprezzato totalmente. Ci potete raccontare la storia del gruppo e descrivere la line-up attuale?
Grazie mille per l'apprezzamento! Abbiamo cominciato a suonare molto giovani ed all'inizio il nostro stile era sul death/doom, ma sempre con dei tocchi celtici-medievali... così abbiamo registrato due demotapes: "The Last Pendragon" del 1996 e "Faeryage" del 1998. Con "Faeryage" siamo diventati molto popolari nella scena metal brasiliana... così abbiamo stampato un MCD dal titolo "Tuatha De Danann" (con la demo come bonus) ed adesso "Tingaralatingadun"... questo album è la miglior cosa che abbiamo fatto. E' proprio pazzoide.

Cosa significa esattamente il nome Tuatha De Danann?
Tuatha De Danann viene dalla tradizione irlandese... Sono la stirpe della dea Danu. Una razza magica (degli dei insomma) che venne dal Nord e diede poteri magici agli Irlandesi... erano i padroni della vita, della morte e dei sogni... C'è un'ottima saga su di loro...

Siete soddisfatti del vostro album oppure c'è qualcosa che vorreste cambiare?
Ovvio che siamo soddisfatti!!! Ma c'è sempre qualcosa che vorresti cambiare... Comunque sia penso che quest'album sia un grande invito al mondo del delirio dove esistono solo la felicità, i funghi, ottimi funghi, danze fatate ed esseri magici. E la cosa che mi piace di più di questo album è la varietà. Ci sono canzoni heavy, alcune parti death, molti flauti... in certi punti è più celtico, in altri più giocoso... è un trip grandioso... mi piace!!! (Ok, ho capito da dove prendono l'ispirazione per suonare, hehehehhe! - nd teonzo)

Nel vostro stile miscelate l'heavy metal con la musica folk in un'ottima maniera, è difficile per voi integrare questi due stili musicali?
No, perché amiamo entrambi gli stili... e ci viene tutto naturale quando stiamo componendo.

Quali strumenti inusuali per il metal avete utilizzato per registrare quest'album?
Flauti, zufoli, violino, mandolini, chitarre acustiche a 6 e 12 corde, molte percussioni...

Di cosa parlano i vostri testi?
Lo scopo della nostra musica è quello di cercare di aprire gli occhi alla gente. Spingerli a guardare la natura, gli esseri incantati che si nascondono da noi. Cercare di fare in modo che la gente cerchi la magia che c'è dentro di noi e dentro ogni cosa. Rompere le catene della cecità. Tutto è magico!!! Viviamo in un mondo di magia! Ed io voglio invitare tutti alla nostra festa sognante...

Siete in grado di riproporre la vostra musica dal vivo in maniera adeguata, oppure avete delle difficoltà?
Eh sì, ci sono problemi perché io nell'album canto e suono la chitarra elettrica ed acustica, tutti i flauti ed i mandolini, Berne canta e suona la chitarra e i mandolini,, Giovani canta e suona il basso, Leonardo suona le tastiere ed i violini e Rodrigo la batteria e le percussioni...

Quali sono i vostri progetti futuri? Avete già scritto le canzoni per il prossimo album?
Torneremo in studio a fine luglio per registrare un EP... ci saranno 6 o 7 nuove canzoni. E lo chiameremo "The dilirium has just to begin".

Quali sono i tuoi gruppi preferiti?
Beatles, Cathedral, Rainbow, Obituary, Anathema, Helloween (vecchi), Jethro Tull e Dio.

Avete una distribuzione anche fuori dal Brasile, oppure il vostro album si trova difficilmente all'estero?
Sì, abbiamo una distribuzione, ma pensiamo che potrebbe essere migliore! So che abbiamo dei distributori in Portogallo, Italia, Grecia, Spagna e che l'album verrà distribuito anche in Russia... se qualcuno vuole distribuirlo può contattare la nostra etichetta a questo indirizzo mail: hmrock@hmrock.com.br

Com'è la scena metal in Brasile? E come giudicate in generale la scena metal degli ultimi anni?
Il Brasile è un paese molto grande, ed abbiamo molti gruppi qua, ovviamente ci suono quelli buoni e quelli merdosi... ma tutta la scena sta crescendo, tutti vogliono diventare più professionali: i gruppi, le zine, i promoter... sta migliorando tutto.

Grazie di tutto e vi faccio ancora i miei complimenti per il vostro album, sperando che il prossimo sia anche meglio! Ti lascio libero di concludere l'intervista come vuoi!
Prima di tutto voglio ringraziarti per il supporto. Dovremmo fare dei concerti dalle vostre parti fra qualche tempo così potremmo trovarci di persona e bere un casino... Ed invito tutti i lettori a dare un ascolto a "Tingaralatingadun"... magari ci impazzirete o magari no... questo è il frutto della nostra fantasia, dategli una possibilità... grazie ancora e ci vediamo!
Ah, se volete contattarci:
Mail: dedanu@bol.com.br
Sito internet: http://www.tuathadedanann.com.br/