Tiat5
(Hellvis - Maggio 2003)


Molta melodia e tanta grinta sono la ricetta che fa dei Tiat5 una realtà molto interessante. "Contrast", il loro primo album con questo monicker, è ricco di intuizioni e dotato di un songwriting molto fresco. Il loro metalcore, completato da qualche spunto crossover, dà un taglio netto al passato del gruppo. Infatti i Tiat5 sono nati dalle ceneri dei disciolti Soul Grind, una death metal band.
Lo stile attuale della band è commercialmente più appetibile. Limando un po' le piccole imperfezioni stilistiche, il combo fiorentino può puntare all'ottenimento di egregi risultati.
L'intervista è stata condotta via e-mail con Michele, il cantante della band.



Cosa stanno facendo attualmente i Tiat5?
Dopo l'inserimento di Mirko Serra al basso e Marco Giovannetti alla chitarra, stiamo lavorando sodo alla stesura di alcuni nuovi pezzi: tre andranno a comporre un promo che registreremo a breve. Una volta arricchito il live set, faremo qualche data per promuovere "Contrast". Inoltre, e' anche in programma il video per "Strychnine"... Insomma, non stiamo poltrendo!

Come mai avete deciso di cambiare radicalmente stile, dopo due album con i Soul Grind?
Mmm... Non "abbiamo deciso". Ci e' venuto cosi' e basta, e comunque gia' fra i due album dei Soul Grind si nota tanta differenza. Sicuramente i vari cambi di line-up hanno avuto un certo rilievo... Quando cercavamo un nuovo membro, volevamo sempre una persona che si distaccasse dal metal propriamente detto e che avesse una mentalia' molto aperta. Il resto e' stato un naturale evolversi.

Com'è stato accolto il cambiamento dai vecchi fan dei Soul Grind?
Molto vario! C'e' chi si e' subito entusiasmato, chi ha storto un po' la bocca e chi ci ha accusato di averlo fatto "per soldi", forse dimenticando che il concetto "per soldi" nella musica alternativa italiana non esiste.

Non avete mai temuto che questo cambiamento potesse essere visto come una svolta commerciale?
Spesso. Pero' questo e' il tipo di musica che ci piace suonare e che ci da' le sensazioni giuste. E poi che cavolo, mica siamo una boy band!

Quali sono i rapporti tra i Tiat5 e il pubblico, durante i concerti?
Questo e' uno dei lati positivi del cambio di genere: con una musica cosi' diretta, cosi' "live", c'e' molto piu' calore, piu' partecipazione... A volte non sembra un concerto, sembra una sala dove ci sono un mucchio di persone che saltano e fanno casino... E' davvero divertente!

Di cosa parlano i testi di "Contrast"? Cosa volete comunicare con la vostra musica e con le vostre parole?
Di sensazioni, per lo piu'. Di tutti i tipi: dalla frustrazione, alla paura, all'odio... Personalmente a livello lirico sono affezionato a "Sterile.Anaemic.Loved", mi piace, e' molto poetica. Molti testi hanno a che fare con episodi della mia vita... come "Alma Perdida", dove ho avuto a che fare con persone che e' meglio dimenticare, o "Ultraviolent", che parla del mio rapporto con la mia famiglia...

Una domanda di rito, forse banale, ma che permette ai lettori di comprendere il vostro percorso musicale. Quali sono le band che più vi hanno ispirato? Avete cambiato i gusti musicali nel corso degli anni?
All'interno del gruppo i gusti sono i piu' disparati!!! Difficilmente troviamo bands che possono essere accomunate a tutti... eccezion fatta forse per i System Of A Down, Lost Prophets, qualcosa degli Slipknot... Personalmente negli ultimi tempi mi piacciono molto gli Static-X, gli Ill-Nino, i Mudvayne... poi direi gli Asian Dub Foundation e qualcosa di hip hop in ambito "extra".

Molte band italiane sono spesso vittime del proprio atteggiamento. Vale a dire: poca voglia di darsi da fare e tendenza a tirarsela quando si ha un pubblico fisso di venti persone, eheh! Voi come siete? Suonate tanto dal vivo? Pensate di essere rimasti umili?
Davvero! Ci sono un mucchio di band che si comportano cosi'... ridicoli! La domanda purtroppo noi non ce la possiamo porre, in quanto non abbiamo nessun motivo per montarci la testa! La nostra carriera live non e' scevra di buone date... ma non sono mai abbastanza! Il palco da' assuefazione e fatto un concerto hai subito voglia di farne un altro!!!

Dite quello che volete ai lettori di Shapeless!
Ascoltate il disco! Non mi interessa se lo comprate (tanto noi i soldi non li facciamo lo stesso, alla faccia di chi dice che facciamo "svolte per motivi economici"), quindi rubatelo, masterizzatelo... Grazie per la pazienza!

Mail: tellme@tiat5.net
Sito internet: http://www.tiat5.net/