THRALLDOM
(BRN - Giugno 2006)


I Thralldom non esistono più. Vista la qualità della loro musica, ci è parso doveroso chiedere al leader Killusion come sono andate le cose; oltre ai motivi dell'improvviso scioglimento, l'intervista ha toccato svariati argomenti, tra i quali, ovviamente, l'ultimo album "A Shaman Steering The Vessel Of Vastness" e i progetti futuri.



Ciao Killusion. Purtroppo non ci giungono buone notizie dai Thralldom. Come mai hai deciso di sciogliere la band dopo un così boun lavoro quale "A Shaman Steering The Vessel Of Vastness"? Ragioni personali, mancanza di motivazione o cos'altro?
Il gruppo si è sciolto per un conflitto personale tra Jaldagar e me. Lui non condivideva la mia stessa visione di creare metal oscuro in nome di forze sconosciute. Da quando abbiamo rotto non ho scambiato una parola con lui e non ho intenzione di farlo.

Guardandoti indietro, sei soddisfatto di quello che hai fatto con i Thralldom? Qual è stato il miglior momento della tua carriera, quello che non puoi dimenticare? E quale il peggiore?
Sono soddisfatto perchè nel 2001 abbiamo ricominciato solo per ostinazione. Sono felice di averlo fatto e penso che alla fine abbiamo fatto alcuni brutti dischi interessanti. Il peggior momento è stato quando "Distress and the Inversionist" (EP uscito nel 2003 in 555 copie per la Humanless Recordings - nd BRN) è diventato corrotto prima che noi fossimo pronti a registrarlo. Fondamentalmente, il lavoro è stato distribuito in un formato così striminzito perchè si è incasinato quando abbiamo provato un nuovo programma per registrarlo. Ma al di là di tutto era sempre una lotta il portare avanti i Thralldom. L'unica ricompensa erano gli album pubblicati in vinile e CD. Me ne frego di tutte le altre sciocchezze.

Immagino che tu sia lavorando a qualche altro progetto. Puoi spiegarci di cosa si tratta? Dove stai traghettando il tuo vascello?
Sono sempre stato con gli Unearthly Trance (http://unearthlytrance.com/) dal 2000. Questo mi ha portato via la maggior parte del tempo perchè è l'unica band che ho che prova, registra e va in tour regolarmente. Villains è la mia "fuck you black thrash" band. Al momento suono la chitarra e la musica è vicina a "Show No Mercy" e "Sodom" piuttosto che a qualunque tipo di black metal. Più thrasheggiante e death/punk. Abandoner è un progetto noise che non ha ancora pubblicato nulla. Drifting Collision è la mia continuazione di Thralldom, non appena avrò il tempo di registrare le canzoni che ho scritto. Il mio vascello è sempre in costante viaggio attraverso l'occulta verità della vita e della morte. Ho sempre tonnellate di idee nella mia testa e le metterò in pratica in una moltitudine di modi differenti.

Stai dunque portando avanti un discorso musicale coerente con quanto fatto in precedenza. Penso che non suonerai esattamente come nei Thralldom, ma neanche in un modo troppo diverso. Secondo te, quale sarà il problema maggiore da affrontare con la tua nuova band? trovare una dimensione personale, evitare paragoni con il passato...?
Non m'importa. Voglio solo superare me stesso e fare musica sempre più malata ed intensa. Alla fine quasi tutta la musica dei Thralldom era composta e suonata da me. Ho anche suonato la batteria in una canzone dell'ultimo album. Semplicemente continuerò. Il progetto Thralldom doveva morire. Così l'ho messo a dormire.

E cosa mi dici riguardo Jaldagar? Sai se sta lavorando anche lui a qualche progetto? Siete ancora in contatto?
Non so. Lui è molto preso dalla roba elettronica. Per dirtela in modo gentile... non ho intenzione di contattarlo.

Sei ancora interessato ai giudizi che sta ricevendo il tuo ultimo album, o lo consideri un capitolo chiuso e ora pensi solo ai tuoi progetti futuri?
Ormai per me è una cosa superata. Comunque non vedo l'ora che esca la versione in vinile, che doverbbe essere fuori molto presto per la Parasitic. Con un layout alternativo affascinante.

Su "A Shaman Steering The Vessel Of Vastness" il black metal incontra elementi ambient con i quali si fonde in modo molto personale ed intimo. L'uso massiccio di rumori e campionamenti rende l'intero album davvero visionario ed atmosferico. Ma tu cosa vuoi effettivamente comunicare con la tua musica?
Pensieri subliminali ed elementi alieni suggestivi. Ho unito un sacco di registrazioni, campionamenti provenienti da sorgenti note soltanto a me stesso. Mi piace l'idea di lasciare la sorgente nascosta, mixare nei ritagli di tempo e in luoghi diversi.

"Quantum Frost" è una figata di titolo! Ti interessa per caso la fisica quantistica?
Sì! Un sacco. Ho sempre avuto un'attrazione nei suoi confronti e la mia ricerca dell'occulto mi ha portato all'idea di probabilità e controllo dei risultati. Il libro "Psychonaut" di Carol mi ha aperto le porte a questo regno.

DarkThrone, Abruptum, Diabolos Rising, Craft... forse musicalmente queste sono le band più vicine ai Thralldom - parlando solo di elementi black-. Cosa ne pensi di loro?
I DarkThrone sono il miglior gruppo tra quelli che ascolto. Gli Abruptum mi piacciono ma non sono da ascoltare ripetutamente. Mai sentiti i DR, mentre i Craft sono buoni ma niente a che vedere con i DarkThrone. Recentemente sono assillato dagli emozionanti Havohej/Profanatica.

Da dove inizi a comporre un canzone: dalle parti ambient o da quelle black?
Buttiamo sempre giù e abbozziamo uno scheletro della canzone con chitarre e batteria. Nell'ultimo disco ("A Shaman Steering The Vessel Of Vastness") abbiamo fatto molti controlli ingegnosi di alcune jam per metterle a posto in certe canzoni. Molte idee finiscono in cassetta e poi ci lavoriamo su. Le canzoni sono solite essere scritte prima del tempo nei giorni dell'Occhio della Bestia hahaha

Ho letto che "A Shaman Steering The Vessel Of Vastness" è stato pubblicato in tiratura limitata e che non sono previste ristampe. Quante copie esistono?
Penso 1000 o giù di lì. Forse di più, ma non molte di più. Il vinile dovrebbe essere in 666 copie o 555, l'ho dimenticato. Non c'è bisogno di ristampe.

Tanti gruppi cambiano il loro stile negli anni, a volte perchè i musicisti migliorano tecnicamente e iniziano a sperimentare nuove soluzioni, altre prechè si stancano di suonare le solite cose. Come è cambiato il tuo modo di concepire la musica in questi anni?
Thralldom è sempre stato un esperimento. Basavamo ogni cosa su registrazioni spontanee. Per ogni disco ho cercato di portare materiale differente alle registrazioni e una "filosofia" dietro ciascun album. Poi si è semplicemente sviluppato da qui. Mai fatto un lavoro cosciente per andare in una certa direzione oppure in un'altra. "Shaman..." è uscito del tutto diverso da quello che mi aspettavo.

Una metropoli come New York è una fonte di ispirazione importante per i gruppi black. La tua città potrebbe averti influenzato nel modo di comporre musica? In che modo?
Sì, potrebbe. Penso che l'aggressività sia appropriata e non che non ci sia nulla da nascondere della collisione di culture e ideali attorno a me. Ciascuna band in cui suono è in qualche modo influenzata da dove vivo e provengo. Penso che un posto come New York sia adatto per l'aggressività e le opinioni forti rispetto ad una cittadina nel centro o chissà dove.

"Quando i critici non sono d'accordo, allora l'artista è d'accordo con sè stesso". Chi potrebbe avere detto o scritto questo aforisma?
Non so. Fanculo ai critici autogiustificati.

L'intervista è finita. Qualcosa da aggiungere per i fan italiani?
Ave Lucifero + ave cibo italiano. Il migliore! Grazie per l'intervista.