The True Endless
(Hellvis - Gennaio 2005)


"A Climb To Eternity", il secondo album dei novaresi The True Endless, è la dimostrazione di come il black metal ortodosso e rozzo goda ancora di buona salute. E' dovere di Shapeless supportare nel miglior modo possibile un gruppo così sincero e valido. M., il chitarrista del gruppo, risponde a questa breve intervista via e-mail.



Ciao M! Com'è stato accolto "A Climb To Eternity"? Siete totalmente soddisfatti del vostro nuovo album?
Ciao! Come al solito riceve giudizi positivi e negativi, non si può piacere a tutti. Noi siamo estremamente soddisfatti del lavoro svolto in studio e dell'effettivo risultato dell'album! Certo non ci fermeremo qui, le esperienze ci porteranno sempre più a creare nuovo materiale come realmente lo vogliamo... Credo sia una normale "evoluzione" (che non ha nulla a che fare con cambi stilistici, né con registrazioni iperpulite!).

Con "A Climb To Eternity" siete riusciti a rimanere fedelmente legati alla tradizione del black metal senza risultare per questo troppo derivativi. Il vostro nuovo album è una risposta a chi pensa che il black più tradizionale non avrebbe più ragione di esistere?
Il black metal è tradizione! Se nella tradizione riusciamo a trasmettere qualcosa di un po' personale è perché crediamo in ciò che facciamo. Non puoi fare black metal senza crederci! Chi dice che il black metal tradizionale non ha più ragione di esistere dovrebbe solo smettere di ascoltarlo e lasciarlo a chi non lo tradisce per effimere mode!

Sebbene la vostra musica suoni così istintiva sembra che abbiate posto una grande attenzione nella composizione dei brani. E' così? Cosa significa per voi suonare black metal?
Per noi black metal è un misto di istintività e di studio giustamente miscelati. Creando solo in maniera istintiva si rischia di essere banali, se si cura troppo il lavoro in studio si rischia di risultare ampollosi e faceti. Nel nostro processo di composizione i riff vengono creati da Soulfucker e me in maniera totalmente dissociata e naturale, con Mayhem creiamo in sala prove la struttura del brano e poi Astraghon aggiunge testi e linee vocali. Niente di strano quindi. tranne forse la naturalezza con cui creiamo i pezzi. Continueremo a fare black metal finché ce lo sentiremo. Quindi credo per tutta la vita!

Chi è il compositore principale e chi scrive i testi? I testi di "A Climb To Eternity" sono legati a un concept particolare?
Alla prima domanda credo di averti risposto sopra; per quanto riguarda i testi di "A Climb To Eternity" ti posso dire che l'album è una sorta di concept su una crescita spirituale attraverso la relazione con gli elementi fondamentali della natura, una crescita che è anche rinascita e che può fare dell'uomo un dio (da cui il titolo).

Spiega ai lettori di Shapeless un buon motivo per vedere i The True Endless dal vivo!
Spacchiamo il culo!

Da qualche tempo sei anche il cantante degli Opera IX. Cosa ti ha spinto ad intraprendere questa nuova avventura?
Dapprima la voglia di aiutare degli amici, poi ho trovato l'esperienza interessante e stimolante (non essendo mai stato un cantante ufficiale per me è tutto nuovo), tanto che ho deciso di restare e registrare con "Anphisbena".

Raccontaci qualcosa della Huginn Productions e dei tuoi innumerevoli progetti musicali passati o tuttora esistenti. Come mai senti la necessità di così tanti sbocchi creativi?
Qui potrei scrivere per ore, ma non voglio annoiare nessuno. La Huginn Production era nata per promuovere l'attività dei gruppi della Novara area, ora è morta e sepolta, esiste solo una piccola distro e l'aspetto grafico (Huginngraphix). I miei innumerevoli progetti mi vedono impegnato a periodi alterni con:
Skoll - pagan metal dove compongo tutto io e poi mi avvalgo dell'aiuto di session in fase di registrazione;
A Forest - black metal primordiale e rozzo, siamo solo Mayhem alla batteria e voce e io alle chitarre e basso, molto in stile DarkThrone, ma con una punta di pagan;
Darkness - black thrash metal, pura vioenza sonora! Siamo io e Mayhem più vari altri personaggi che ruotano;
Zenith - occult depressive madness, qui io e N-Trallallach creiamo qualcosa di veramente claustrofobico e ossessivo. Un po' alla Abruptum per dire.
C'era poi Huginn, con cui ho fato 4 demo e che ora è morto e confluito in Skoll. E poi basta. Son già oberato così.

Cosa dobbiamo attenderci dai The True Endless per il futuro? State programmando un tour? Avete già qualche idea per un nuovo CD o un 7"?
Nessun tour, ma in uscita per quest'anno ci sono un 7" per la Warlord Records, uno split 7" coi Mephisto per la Vomitum Niger Prod, uno split 12" con Malignance, Fearbringer e Sigma Draconis (non so per chi), la ristampa del nostro primo demo (che abbiamo riregistrato in MCD) e uno split CD con i finlandesi Angmar per la Bestial Burst Rec. Nessun tour, non ne abbiamo le possibilità, ma date in giro per l'Italia. Dove riusciremo ad organizzare.

Bene, questa breve intervista è finita. A te le ultime parole.
Grazie per il supporto e per l'intervista. Keep the black flame burning!!!

Mail: huginnproduction@libero.it