The True Endless
(Hellvis - Agosto 2008)


Con "1888 From Hell", i novaresi The True Endless hanno toccato forse il loro apice creativo: un black metal oscuro, penetrante, evocativo e disturbante che non può lasciare indifferenti. Abbiamo voluto intervistarli per approfondire alcune questioni, e ringrazio M. The Bard, sempre disponibile e mai banale nelle sue risposte.



Ciao M. e grazie per l'intervista che concedi a Shapeless Zine. I complimenti per "1888 From Hell" sono d'obbligo. Come procedono le vendite del CD? E che reazioni sta suscitando il vostro nuovo lavoro tra gli appassionati ed i critici?
Innanzi tutto grazie a te per l'intervista e il supporto!
"1888 From Hell" sta andando piuttosto bene, sia a livello di vendite che a livello di responsi... diciamo che abbiamo fatto un lavoro che nessuno si sarebbe aspettato da noi... e già questo ci da molta soddisfazione,dato che non ci piace restare a fare le stesse cose... Naturalmente si tratta sempre di Black Metal, ma con una sfumatura diversa...
Per i critici aspettiamo notizie dagli stranieri e dalle grosse testate... che come al solito credo non ci cagheranno (le grosse testate)... non l'hanno mai fatto... mentre le zine italiane stanno rispondendo molto molto bene!

"1888 From Hell" è un concept album sulle vicende di Jack Lo Squartatore, rilette attraverso le ipotesi suggestive che coinvolgono la famiglia reale inglese e la massoneria. Già dal titolo, è evidente che il film "From Hell" sia stata la vostra principale fonte di ispirazione. Come mai avete deciso di riproporre la storia di questo leggendario serial killer, già ispiratore di migliaia di libri, film e brani musicali? Da dove nasce il fascino di questa figura, ancora vivo a centovent'anni dai fatti? E, oltre al film, vi siete anche ispirati a libri relativi a questa vicenda?
E' Soulfucker che ha creato il concept a livello lirico, è stata lei e la sua immensa passione per la figura di Jack ad indirizzare la nostra creatività per questo album!
Si è documentata tantissimo, dalle fonti ufficiali, storico-scientifiche a quelle artistiche, filmiche (non solo "From Hell") e letterarie.
"1888..." è un compendio audio-visivo-lirico completo, che abbraccia bene o male tutto ciò che è stato detto sulla controversa ed enigmatica figura di Jack!
Abbiamo scelto di fare un concept del genere perchè convinti dalla passione di Soulfucker e dall'incredibile potere evocativo della figura di quel serial killer, che ancora oggi rimane un enigma... un'icona... una figura a metà tra la storia e il mito... un essere folle e disperato che generò il terrore puro nella Londra del periodo industriale... un predatore di uomini... il primo documentato per lo meno!
E' incredibile il fascino che la sua figura riesce ad esercitare e è stato molto interessante spingerci a creare le atmosfere che secondo noi potevano accompagnare quegli efferati delitti!

Già da un punto di vista lirico, "1888 From Hell" mostra un netto distacco dai vostri full-length precedenti. Anche dal punto di vista musicale, però, il nuovo album rappresenta un episodio a sè. Il vostro black metal, pur ligio alla tradizione, non è mai stato così oscuro ed opprimente. La melodia continua ad essere presente, ma ogni tentazione "nordica" è repressa dai temi trattati, che avete scelto di esprimere tramite una tensione continua e torturante. Come inserisci "1888 From Hell" nella tua discografia? Ti sembra di aver fatto dei passi avanti come evoluzione artistica, o semplicemente l'album è un qualcosa di diverso da "A Climb To Eternity" e "Wings Of Wrath"?
E' qualcosa di diverso da "A Climb..." e da "Wings...", è qualcosa che dovevamo fare, un sintomo della nostra evoluzione artistica e personale, determinato naturalmente dall'argomento trattato... abbiamo composto secondo un tema prefissato e quindi siamo stati indubbiamente spinti a creare qualcosa di diverso, anche se pesonalmente ritengo ogni nostro lavoro un episodio a se stante.
"1888..." si distacca ancora di più proprio per la tematica proposta e poi ripetersi è noioso e a noi, pur restando nell'ambito della musica Black Metal, piace sperimentare!

La prima stampa del vostro nuovo album è stata pubblicata con un CD bonus, e con un artwork di tutto rispetto (spero ne sia rimasta ancora una copia per me!). Questa cura particolare alla confezione è un sintomo della vostra fiducia in questo disco. Una volta termiante le registrazioni, eravate già consci del suo potenziale? E come mai la scelta di inserire come bonus il concerto celebrativo dei vostri dieci anni di attività?
La confezione è nata dalla nostra esigenza di dare un supporto adeguato per un album che ci ha fatto sputare sangue, ma che ci ha pienamente soddisfatti!
Siamo consci del fatto che questo sia il nostro lavoro migliore e quindi abbiamo voluto valorizzarlo anche dal punto di vista grafico-estetico.
Mi sono occupato personalmente della grafica assieme a Ross della Aphelion e credo che il risultato sia davvero buono!
La scelta di aggiungere il live CD per commemorare i nostri dieci anni di attività è stata fatta sia a livello prettamente commemorativo... infatti nel live ripercorriamo un po' tutta la nostra produzione, con brani vecchissimi ("Napalm") e recentissimi... e per dare la possibilità a chi prende l'album di sentire come siamo in sede live!

Avete già pronte delle date per promuovere "1888 From Hell"? E' sempre difficile trovare date interessanti, o qualcosa si sta cambiando in positivo?
Qualcosa sta cambiando... ma in negativo... non abbiamo date attualmente, ma ci stiamo lavorando... il problema è la mancanza totale di supporto da parte dei locali, dei media e delle agenzie... e solo pochi organizzatori sono ancora interessati al Black Metal...
Per le date interessanti... mah? Per ora niente anche da quel punto di vista, ma ci siamo abituati, visto che non ci hanno mai cagati più di tanto... stiamo cercando di fare qualcosa con i nostri contatti personali... come al solito...

State già componendo nuove canzoni, o per ora vi state limitando alla promozione del CD?
Abbiamo anche già registrato per dei prossimi split su CD, LP e 7"... stiamo componendo anche per altri split e per un lavoro iperlimitato su Lovecraft! Ma non voglio anticipare ancora nulla... tra l'altro stiamo progettando anche delle cose molto sperimentali... state in contatto ne sentirete delle belle! hehehehehe!!!

L'ultimo lavoro che ho comprato da te è stato lo split tra i The True Endless e i Darkness, e anche quello con i Decayed. Sempre lavori di alta qualità Cosa ci puoi dire degli altri tuoi progetti musicali? In che direzione si stanno muovendo? Uscirà qualcosa anche per Skoll?
Grazie per darmi la possibilità di parlarne!
Skoll è in uscita col nuovo album per la Occultum Promotion! Si tratta di un lavoro totalmente folk, suonato solo con strumenti acustici e molto evocativo dal titolo "Misty Woods"!
Inoltre è appena uscito l'album di Zenith, un folle progetto che mischia rumorismo, doom e follia!
E' in circolazione anche il demo di The Blessed Hellbrigade (Doom!) e in attesa di stampa l'ultimo album di A Forest.
Decayed/Darkness è stato un vero successo... ho esaurito le copie ed ho avuto ottimi responsi! The True Endless/Darkness è quasi finito...
Con Opera IX stiamo componendo l'album nuovo che si intitolerà "Stryx" e sto terminando il secondo numero della mia zine (cartacea) "God Putrefaction"...
Insomma il solito iper-lavoro!

Spesso ti ho sentito demotivato nei confronti dei The True Endless, a causa delle difficoltà che vivono i gruppi underground. Posso capirti, perchè lo stesso accade per le webzine oneste, quando a tanto impegno ed a tanta passione non segue un riconoscimento consistente, oppure ci si sente dire tanti "bravo, bravissimo" sì spontanei, ma velati da quell'ipocrisia che non dà luogo nè a collaborazioni, nè ad una crescita vera e propria. E' comunque un piacere vederti sempre così impegnato, nonostante tutto, sui vari fronti artistici. Dove trovi la forza per andare avanti sempre e comunque? Io vado avanti perchè scrivere di musica è per me una passione bruciante: lo stesso vale per te, quando suoni e componi?
Io sono quello che creo!
La musica è la mia valvola di sfogo,la mia salvezza dalle follie e dalla rabbia che traduco in musica.
Senza sarei morto o in galera...
Sono sempre più rattristato e demotivato da chi dice di seguire l'underground e in realtà punta solo a fare il grosso e non ha capito nulla di come funziona... o come dovrebbe funzionare...
Per fortuna c'è ancora gente come te (grazie del complimento - nd Hellvis), alcuni gruppi e persone con cui sono in contatto ed alcune zine che mi spingono a creare materiale su grosse quantità...quando non ce la farò più tornerò a creare demo limitati a 13-20 copie...come comunque non ho mai smesso di fare.

Bene, questa breve intervista è finita. A te le ultime parole, e speriamo di risentirci presto con un altro vostro grande disco!
Sarà presto, anche se con degli split.. per l'album nuovo stiamo pensando all'argomento... vogliamo qualcosa che sia diverso e personale... come per "1888 From Hell".
Grazie mille per il supporto che dai a noi ed all'intero underground, per portare avanti una passione che non paga e che aiuta a mantenere l'idea di quello che dovrebbe essere questo mondo!



Sito internet: http://www.thetrueendless.com/